Mantova a Treviglio per iniziare al meglio il tour de force

Mantova a Treviglio per iniziare al meglio il tour de force

Commenta per primo!

Dopo la missione compiuta per gli uomini di Martelossi in quel del PalaSassi di Matera con la vittoria contro la Bawer per 90-75 (costata la panchina a Giulio Cadeo, sostituito da Luigi Gresta) il primo novembre, si dovrà aspettare fino a giovedì 12 per scendere nuovamente in campo in campionato, visto il rinvio della gara contro Chieti al 18 novembre data l’indisponibilità del PalaBam. Per dimostrare di reggere certe quote di classifica, i biancorossi si ritroveranno ad affrontare 4 partite in 11 giorni. Si parte con Treviglio il 12, poi Jesi il 15, Chieti il 18 e il derby con Verona il 23. Un quartetto di partite che rappresenta il primo vero banco di prova per il quintetto virgiliano in questa prima parte di campionato e che, se la Dinamica ne uscirà indenne, darà ancora più credito alle aspirazioni di massima serie più o meno tacitamente espresse dall’ambiente mantovano. Ma andiamo con ordine. Si parte con Treviglio, giovedì 12 alle 21. Mantova porterà tutti gli effettivi, con Hurtt completamente ristabilito (e lo dimostrano anche i 15 punti messi in 30 minuti contro Matera) e pronto a ferire gli avversari, Simms dimostra partita dopo partita grande dedizione nella volontà di inserimento nello schema tecnico-tattico di Martelossi (e nello scrimmage perso contro la Virtus Padova di Serie B di settimana scorsa, l’americano ha dimostrato di star riscaldando anche la mano con 27 punti sui 61 totali realizzati dai biancorossi, rappresentando così il 44% delle realizzazioni virgiliane) e un Moraschini nel suo momento migliore da quando è alla Dinamica (22 punti contro Roseto, 18 contro Matera). Dall’altra parte c’è Treviglio, 4 punti in classifica, che arriva da un ultimo periodo in chiaroscuro con tre sconfitte nelle scorse quattro gare (l’unica vittoria contro Recanati 77-72, quando gli orobici furono capaci anche di imporsi sotto i tabelloni con ben 59 rimbalzi). La società orobica non è cambiata  molto rispetto allo scorso anno, con un quintetto tipo Marino – Tambone – Kyzlink – Sorokas – Rossi che per 3/5 è lo stesso che ha portato la squadra di coach Vertemati agli ottavi di finale ai playoff della scorsa stagione, persi contro Biella in gara-3. Massima attenzione quindi a Tommy Marino, prodotto di qualità Mens Sana, che ha chiuso la scorsa stagione con 4.3 assist a gara (e in queste prime sei gare sta facendo anche meglio con 5.8 a partita) che ha messo a referto il proprio score migliore contro la Ferrara di coach Martelossi (ben 33 punti). A rimbalzo sarà una guerra, con Gandini e Simms che dovranno quindi farsi rispettare contro Sorokas e Rossi, che hanno entrambi terminato il campionato passato con oltre 8 rimbalzi a partita, e che hanno iniziato quello corrente con le stesse statistiche, se non migliori (9.8 carambole per Rossi e 8.2 per Sorokas). Interessante sarà poi il duello tra i migliori realizzatori da entrambe le parti nelle ultime gare, Moraschini e Kyzlink (16 punti contro Chieti, 20 con Ravenna e 21 con Recanati).

Le parole dei giovanissimi lunghi classe ’96 degli Stings Davide Alviti e Andrea Natali, intervenuti a Speak & Roll, il programma radiofonico di Radio 5.9, dedicato alle vicende di casa Dinamica Generale Mantova, a proposito del tour de force di campionato che attende la truppa biancorossa e della trasferta di Treviglio:

Alviti: “La mentalità giusta per affrontare questi 4 impegni in così pochi giorni sarà quella di essere concentrati in ognuna di queste partite e di sfruttare il riposo che avremo tra un allenamento e l’altro per ricaricare le energie, oltre ad approcciare la partita nel modo giusto sin dall’inizio. Punti forti di Treviglio? La loro transizione e il loro play Marino. Cercheremo di metterli in difficoltà dal primo minuto, provando a portare a casa l’incontro.”

Natali: “Bisogna lavorare sodo in allenamento e sfruttare le poche occasioni di riposo. Saranno due settimane intense e quattro partite dure per noi. Un modo per arginare Treviglio sarà quello di avere una difesa molto forte e fare dei buoni tagliafuori a rimbalzo, anche perché loro giocano molto sui lunghi e con penetrazioni dei 4. E’ una squadra giovane e molto fisica, noi dobbiamo rimanere concentrati e giocare al meglio.”

Precedenti (solo partite UFFICIALI):

DNA 2012-13

Treviglio – Mirandola 77-65 (rit. 62-75)

DNA Silver 2013-14

Treviglio – Mantova 69-72

Rossi 25, Gadson 14/ Clemente 22, Losi 18

Mantova – Treviglio 74-66

Nardi 18, Pignatti 14/Rossi 21, Marino 12

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy