Mantova, Candussi si presenta: “Qui per mettere in pratica ciò che ho imparato negli ultimi anni”

Presentato il primo acquisto dei biancorossi. Alla conferenza stampa c’è stato spazio anche per approfondimenti legati al mercato ai progetti degli Stings

Commenta per primo!

Si è svolta questo pomeriggio presso la sede del main sponsor Dinamica Generale la conferenza stampa di presentazione del nuovo acquisto dei biancorossi Francesco Candussi. Oltre al giocatore, sono intervenuti anche il direttore sportivo Gabriele Casalvieri, il vicepresidente Adriano Negri e l’assistant coach Alberto Seravalli e l’amministratore unico di Dinamica Generale Andrea Ghiraldi.

Candussi: “Mantova è una società con un progetto solido e interessante che mi ha cercato fortemente. Il fatto che abbia una storia ‘giovane’ è uno stimolo per me per costruire qualcosa assieme. Il primo obiettivo della stagione, per me e per tutta la squadra, sarà portare quante più persone possibili al palazzetto, sfruttando anche il trasferimento a Mantova. Nasco come un 4, ma negli ultimi anni mi sono adattato come centro. Ritengo che nel basket moderno sia necessario essere sempre più duttili per la propria squadra. La stagione a Pesaro mi ha permesso di lavorare anche spalle a canestro e di migliorare fisicamente. Quest’anno dovrò mettere in pratica tutto quello che ho imparato negli ultimi anni. Sono stato compagno di spogliatoio nelle nazionali giovanili con Luca Vencato, neoacquisto biancorosso, e mi sono sempre trovato bene”.

Casalvieri: “Candussi è un giocatore che avevamo seguito anche l’anno scorso e che può aiutarci a perseguire l’idea di gioco che abbiamo in mente. L’anno in Serie A l’ha aiutato nel suo processo di crescita. C’è stato sin da subito interesse da parte sua per la nostra proposta. La sua caratteristica principale è l’atipicità dato che ha un tiro da fuori molto importante, oltre ad ottime doti spalle a canestro. L’idea generale di quest’anno è quella di costruire una squadra di giocatori che abbiano esperienza di gioco a prescindere dall’età e dalla categoria di provenienza, come Timperi che ha fatto un ottimo anno a Pescara. Nei prossimi giorni risolveremo le situazioni di Gergati, Moraschini e Amici”.

Negri: “L’idea di questo progetto è quella di costruire un gruppo che possa fidelizzarsi ai nostri colori, in quanto l’obiettivo è non rifare la squadra ogni anno. Dopo i 5 passaggi di categoria in 7 anni, siamo al terzo anno in A2, un campionato difficile. Vogliamo dei ragazzi che abbiamo cuore e voglia di buttarsi su ogni pallone e che abbiano fame di gioco e vittorie come ce l’abbiano noi. Vogliamo costruire e completare questo nuovo gruppo entro i prossimi giorni. Non ci saranno comprimari, tutti dovranno avere un ruolo da protagonisti. Stiamo cercare di fare l’impossibile per cercare di garantire un gruppo che sia forte tecnicamente e umanamente, pur avendo un budget che non può competere con quello di altre grandi realtà. Il trasferimento a Mantova è sempre stato uno dei nostri grandi obiettivi. La speranza è di coinvolgere ancora di più il pubblico, le istituzioni, come ha dimostrato il sindaco Palazzi con la sua continua presenza la scorsa stagione, le imprese e le altre società sportive”.

Seravalli: “Stiamo valutando i profili di diversi americani soprattutto nei reparto degli esterni e dei lunghi. La priorità è però completare il gruppo degli italiani che sposino la linea societaria della continuità per i prossimi anni. Noi dello staff tecnico abbiamo sposato in pieno questa linea e ci stiamo adoperando nella ricerca dei migliori prospetti. Abbiamo in mente una squadra che non dipenda né dal gruppo di italiani né da quello degli americani, quindi un gruppo coeso”.

Ghiraldi: “Prima di tutto, come azienda sposo in pieno il progetto della società di puntare sui giovani. Personalmente mi piacerebbe mantenere anche le persone che crescono, quindi confermerei tutti e tre i giocatori che al momento sono in bilico. L’obiettivo della prossima stagione è sicuramente far bene ed essere, se non ai primissimi livelli, ai primi livelli del campionato, avendo come risultato minimo la qualificazione ai playoff”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy