Mantova, è ancora derby. Con la Leonessa per ritrovare le certezze perdute

Mantova, è ancora derby. Con la Leonessa per ritrovare le certezze perdute

Commenta per primo!

Prossima fermata: Brescia. Terzo derby in tre settimane per gli Stings che nei precedenti due con Verona e Ferrara si sono scoperti improvvisamente fragili mentalmente. In particolare la trasferta al PalaOlimpia, arrivata dopo tre partite in una settimana, e il conseguente -31 subito per mano della Scaligera, sembra aver quasi azzerato le certezze mentali e tattiche che la Dinamica aveva costruito nelle prime 8 gare di questo campionato in cui aveva conquistato 14 punti. La botta psicologica subita nel palazzetto veronese sembra aver avuto le sue conseguenze nella gara contro Ferrara degli ex Morea e Losi. Anche in questo caso il quintetto biancorosso alla prima vera difficoltà si è sfaldato, cercando freneticamente e in modo piuttosto confusionario di recuperare la partita. Con Verona erano bastati 10 minuti per mandare in crisi i virgiliani, con Ferrara ce ne sono voluti poco di più, ma in entrambi i casi la partita è risultata compromessa già dopo 20 minuti. 44-25 contro Verona, 37-57 con Ferrara: segnali non incoraggianti per una squadra di talento e concretezza, per quanto fatto ampiamente vedere nelle prime 8 giornate, dalla truppa del presidente Prandi.

Si noti bene: ovviamente nulla è perduto, siamo alla decima giornata, c’è tutto il campionato davanti e gli Stings sono comunque secondi in classifica a meno due dall’accoppiata di testa Brescia e Treviso. Perdere due partite in questo modo non fa piacere a nessuno (di sicuro non ai tifosi che hanno contestato la prestazione della squadra al termine della gara con Ferrara), ma se proprio bisogna guardare il lato positivo della situazione c’è da dire che è meglio perdere due gare a novembre, e avere così tutto il tempo per rimediare, piuttosto che nell’imminenza dei playoff, o durante i playoff stessi, minimo obiettivo della Dinamica Generale Mantova di quest’anno. La missione di Martelossi e del suo staff non è delle più semplici: occorre recuperare e far recuperare al gruppo le certezze smarrite, in primis quelle difensive (aspetto particolarmente curato da Mantova nelle prime uscite stagionali), Di Bella, uno degli uomini chiave della stagione biancorossa fin qui, dovrà stare lontano dal parquet probabilmente fino alla gara con Imola di settimana prossima, in un mese di dicembre, all’opposto di quanto potrebbero far pensare i valori della colonnina di mercurio, piuttosto “caldo” sul calendario. Il 2015 degli Stings si chiuderà infatti con Brescia, Imola, Treviso e Ravenna, ovvero le tre prime della classe e una squadra, i romagnoli, comunque dotata di giocatori di talento come Deloach e Smith.

Ma andiamo con ordine: prima di tutto bisognerà pensare alla Centrale del Latte Brescia, allestita dalla sapiente mano dell’ex gm biancorosso Sandro Santoro. Di Bella e soprattutto Martelossi la conoscono bene avendoci passato la stagione 2013/14 (e anche la 2012/13 per il coach), col tecnico biancorosso che vorrà prendersi la sua personale “rivincita sportiva” dopo essere stato “esonerato due volte”. La prima con un SMS a caldo al termine della partita con Jesi di quell’anno, la seconda, dopo essere stato richiamato, a fine stagione.

 Analizzando l’attuale Leonessa, è una squadra che può contare su 5 terminali offensivi, con Hollis e Holmes sui 15 punti di media a gara, Fernandez a 13 e l’ex Mantova Alibegovic e Cittadini intorno ai 10. Inoltre, le risorse dalla panchina a coach Diana di certo non difettano: Bushati, Bruttini e Passera vengono impiegati stabilmente in ogni gara, ai quali bisogna aggiungere il talentino classe 97 Leonardo Totè, già nel giro delle Nazionali giovanili. Una Leonessa che davanti al proprio al pubblico ha perso solo una volta, contro Treviso per 78-84 e che ha ottenuto l’altra sconfitta stagionale sul difficile campo di Roseto, con il quintetto marchigiano uscito vittorioso per 88-74. Sono quattro le vittorie consecutive del team bresciano che nell’ultima gara ha mostrato una prova di forza straordinaria contro Trieste: una gara da 72% da due (28/38) e partita in bilico fino a 9 secondi dalla fine, quando i tre punti di Fernandez hanno dato l’ennesima gioia stagionale ai lombardi.

Insomma, Brescia è probabilmente l’avversario meno semplice per la Dinamica in questo momento della stagione. E’ chiaro, però, che da qualche parte la risalita biancorossa dovrà pur iniziare. E che probabilmente Martelossi vorrà rispondere sul campo a quel doppio esonero…

Le dichiarazioni riguardo al match del play Fabio Di Bella a Speak & Roll, programma radiofonico di Radio 5.9 (www.radio5punto9.it) dedicato agli Stings: “Io, i miei compagni e il coach vogliamo essere tra le prime 4 di questo campionato. Questa partita è ricca di interessanti spunti e motivazioni. Brescia sta vivendo un periodo opposto al nostro, con 4 vittorie consecutive. Noi non dobbiamo piangerci addosso, anzi, dobbiamo avere la faccia tosta di fare la nostra partita al San Filippo e dimostrare che abbiamo capito dagli errori commessi nelle ultime due partite. Il risultato è una conseguenza della mentalità che abbiamo. Dobbiamo ritrovare il feeling tra attacco e difesa che ci è mancato nelle ultime gare, loro sono ambiziosi, hanno tanti ottimi realizzatori e un grande pubblico. Noi dobbiamo fare una gara umile, dobbiamo tornare ad avere fiducia, sia per noi stessi che per gli altri. E’ uno dei passaggi fondamentali nel nostro processo di crescita.”

La partita sarà visibile su LNP TV Pass. Per Brescia, radiocronaca in diretta sulle frequenze di Radio Bresciasette (94.8 – 95.1). Aggiornamenti live sui profili Facebook e Twitter della Leonessa. Per Mantova, radiocronaca in diretta su www.radio5punto9.it o FM 94.8 (Modena, Bologna, basso mantovano) dalle 15,50.

Precedenti (solo partite UFFICIALI):

A2 Gold 2014-15

Brescia – Mantova 68-66

Fernandez 15+8, Brownlee 14/ Gaddefors 15, Moraschini 13

Mantova – Brescia 87-101

Jefferson 27, Gaddefors 18/ Loschi 19, Benevelli 15

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy