Mantova, il comunicato del CdA sulla stagione conclusa e sui progetti futuri

Mantova, il comunicato del CdA sulla stagione conclusa e sui progetti futuri

Dopo settimane di silenzio, il CdA degli Stings ha approvato la propria riorganizzazione interna e il trasferimento logistico a Mantova. Ancora da decidere budget e roster

Commenta per primo!

Dopo la conclusione del turno di playoff con Agrigento, il Consiglio di Amministrazione di Pallacanestro Mantovana ha iniziato un lungo e laborioso periodo di analisi e di riflessioni sulla stagione appena conclusa.
L’annata 2015-2016 è stata per molti versi esaltante, sia per i risultati sportivi in regular season che in Coppa Italia, e sia per la crescita complessiva del movimento a livello provinciale, ma ha evidenziato la necessità di alcuni correttivi a livello sia societario che di gestione, per proseguire la crescita ma soprattutto permettere il consolidamento di una realtà che ha così rapidamente raggiunto i vertici del basket nazionale.

Dopo una prima fase di doverosa analisi dei conti sociali, che ha evidenziato il buon stato di salute complessivo, sono stati in tal senso individuati e sviluppati tre aspetti fondamentali di miglioramento.

In primis la nostra Società ha inteso rafforzare la propria capacità di gestione attraverso una più puntuale e organica distribuzione delle deleghe all’interno del Consiglio di amministrazione, rivedendo e puntualizzando tutte le mansioni anche per i ruoli interni, ed anche identificando qualche nuova posizione organizzativa: la proposta del nuovo organigramma e del riparto delle deleghe ha avuto consenso unanime del Consiglio, che si è compattato per affrontare la sfida della prossima stagione.

Il secondo punto di analisi ha riguardato la opportunità del trasferimento della squadra a Mantova, per portare a maturazione i frutti della pianificazione degli scorsi anni, che ha sempre visto il capoluogo come naturale evoluzione del cammino degli Stings. La presenza della squadra nel capoluogo è stata giudicata funzionale ad una più veloce crescita del radicamento sul territorio, sia per la possibilità di un maggior lavoro con le scuole e le società cittadine, ed anche per una estensione del bacino di utenza geografico per tifosi e sponsor.
In tal senso il Cda, dopo la valutazione delle esigenze organizzative e dopo aver ottenuto la conferma del supporto dalle istituzioni e dalle società sportive cittadine, ha deliberato il trasferimento già dalla prossima stagione, riservandosi comunque di valutare l’effettivo perfezionamento delle convenzioni e degli accordi necessari.

Il terzo e più complesso punto di analisi, ancora in corso di completamento, sta affrontando la elaborazione del budget previsionale per la prossima stagione, e conseguentemente anche la individuazione delle risorse disponibili per l’allestimento dello staff e del roster: in tal senso il Consiglio di amministrazione ha da subito individuato la necessità di un nuovo progetto tecnico, che possa meglio assecondare le esigenze di una crescita armonica, e che possa riavviare un nuovo ciclo sportivo su base pluriennale.

La Società intende peraltro categoricamente smentire le notizie in merito a presunto “caos” interno ed a ipotetiche posizioni contrastanti di alcuni consiglieri: la forte attenzione e curiosità verso le nostre future decisioni, unite a qualche gossip non veritiero, hanno sicuramente male interpretato e travisato la normale dialettica societaria.

Fermo convincimento del Cda è invece che le decisioni prese possano avviare una nuova fase di crescita, valorizzando i risultati già conseguiti e facendo del trasferimento a Mantova una leva per conseguire nuovi successi, sia sportivi che nel rapporto con il territorio della provincia mantovana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy