Mantova, il momento di Vencato: “Colpito dall’entusiasmo del popolo degli Stings. Qui per crescere”

Il vicepresidente Negri: “Luca ha fame e determinazione come noi”. Il ds Casalvieri: “Cinciarini? Costi troppo alti. Egwu l’abbiamo trattato ma l’anno scorso”

Commenta per primo!

Comincia ad alzarsi il sipario sulla Dinamica Generale Mantova 2016/17. Dopo la presentazione di Francesco Candussi, oggi è stata la volta del nuovo playmaker degli Stings Luca Vencato. Il neo-biancorosso è stato presentato presso la sede del centro Green Park, la struttura medico sportiva che assisterà Mantova nel corso della stagione. Alla conferenza stampa hanno preso parte, oltre al giocatore anche il presidente Marco Prandi, il vicepresidente Adriano Negri, il direttore sportivo Gabriele Casalvieri e l’amministratore delegato di Green Park Guerrino Nicchio.

Il vicepresidente biancorosso ha avuto modo di approfondire il progetto tecnico: “Come già detto alla presentazione di Candussi, puntiamo a costituire un gruppo di ragazzi che si fidelizzi ai nostri colori e possano diventare la spina dorsale della nostra squadra sia quest’anno che nelle prossime stagioni”. Si arriva poi alla presentazione del nuovo play biancorosso: “Con Luca ci siamo già incontrati nella finale playoff di Silver con Casalpusterlengo e ci mise in grossa difficoltà. Luca si è distinto in quelle partite così come nel resto della sua carriera dato che è stato anche nel giro delle nazionali giovanili. E’ un giocatore che ha la caratteristiche di cui questo progetto ha bisogno, ha volontà di emergere e tanta determinazione. Vogliamo giocatori che abbiano fame e siano disposti a crescere insieme a noi. Oltre ai giovani punteremo anche su qualche giocatore più esperto. Per noi è un anno importante, visto il trasferimento a Mantova che ci sta prendendo tante energie sotto ogni profilo. Nel giro di qualche giorno dovremo riuscire a completare il roster e siamo fiduciosi di ben figurare anche nel prossimo campionato”.

Arriva poi il momento di Vencato: “Posso garantire massima dedizione, impegno e voglia di fare. Voglio aiutare Mantova a fare qualcosa di importante. Conosco già alcuni compagni di squadra, dai tempi della Nazionale, e so come lavora coach Martelossi. Non vedo l’ora che sia agosto per cominciare a lavorare. E’ la prima esperienza che faccio lontano da Casalpusterlengo. Quando sono arrivate diverse proposte quest’estate ho apprezzato l’interesse di Mantova perché per me può essere la piazza giusta per dimostrare che posso fare del basket un mestiere. Per me è una scommessa e sono contento che la società mi abbia dato la possibilità di misurarmi con questa realtà. Non ho tensioni particolari, sono molto motivato, ho voglia di giocare e ripagare la fiducia che Mantova ha riposto in me. Voglio continuare a crescere sotto ogni profilo, soprattutto quello mentale. Il mio obiettivo è dimostrare di meritare l’affetto che ho percepito in questi giorni. Cosa mi ha spinto a Mantova? Oltre alla vicinanza alla famiglia, dato che sono originario di Brescia, mi ha colpito l’entusiasmo della gente quando ho giocato al PalaBam con Casalpusterlengo ed è una cosa che vorrei provare in prima persona”.

Per quanto riguarda il mercato interviene Casalvieri: “Daniele Cinciarini è un giocatore molto importante, ma ha dei costi molto elevati. Noi ci siamo informati su di lui, ma preferiamo creare un gruppo piuttosto che puntare su una singola scelta. Egwu? L’abbiamo trattato l’anno scorso, ma quest’anno non c’è stato niente”.

C’è stato spazio anche per la presentazione della partnership con la struttura di medicina sportiva Green Park che asssiterà i biancorossi a 360° con attività terapiche e diagnostiche, visite mediche ed esami del sangue. Non ci saranno solo vantaggi per gli atleti, ma anche per i tifosi e per i tesserati delle società partecipanti al progetto Tea Energia a cui verrà dedicata una convenzione speciale con un listino dedicato. Oltre a ciò, Stings e Green Park organizzeranno seminari didattici collegati allo sport giovanile.

Queste le parole delll’AD Guerrino Nicchio: “Questa partnership è un’opportunità anche per noi. Abbiamo come specialità la medicina dello sport. Siamo l’unica struttura accreditata col Sistema Sanitario Nazionale nella provincia di Mantova. Mi ha colpito l’energia che gli Stings sanno trasmettere all’ambiente nelle partite in cui sono stato presente la passata stagione. Grazie ai biancorossi possiamo raggiungere un nuovo tipo di pubblico e far conoscere la nostra realtà e i nostri servizi e attività.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy