Mantova, nella bolgia del PalaRuggi per mantenere la vetta

Mantova, nella bolgia del PalaRuggi per mantenere la vetta

Sfida calda al PalaRuggi di Imola tra la Dinamica Generale Mantova e l’Andrea Costa. Gli Stings cercano di continuare il loro momento positivo, Imola vuole accorciare le distanze dal primo posto

Commenta per primo!

Dopo due settimane di pausa più che necessarie, visto il marzo piuttosto intenso caratterizzato dalla tre giorni di Coppa Italia e dai due derby contro Ferrara e Brescia, gli Stings tornano in campo domenica per affrontare l’Andrea Costa Imola. Il periodo di scontri diretti, quindi, continua per i biancorossi reduci da sole due sconfitte nel 2016 contro Trieste e Jesi.

IL MOMENTO – E’ molto positivo per Mantova considerando lo stato fisico e mentale di giocatori come Ndoja, Moraschini e Amici. Per il primo, nonostante un problema cronico al pollice destro che pare essersi definitivamente risolto, il mese di marzo si è chiuso con 41 punti complessivi nelle due uscite di campionato (17 con Ferrara e 24 con Brescia, con un ottimo 6/10 da 3 punti). Riccardo Moraschini si è reso protagonista di una Coppa Italia praticamente perfetta (48 punti complessivi in meno di 72 ore) e di due buone gare al Pala Hilton Pharma (13 punti) e soprattutto al PalaBam contro la Centrale del Latte Brescia (14 punti, 6 assist e 24 di valutazione). Il terzo tenore dell’attacco (ma anche della difesa) biancorossa è stato senza dubbio Alessandro Amici che ha trovato finalmente il giusto feeling col pubblico dopo un inizio di stagione tribolato. Il numero 19 virgiliano nelle ultime tre partite di campionato ha realizzato la bellezza di 51 punti complessivi (21 vs Verona, 11 vs Ferrara e 19 vs Brescia).

AMERICANI SPENTI – Hurtt, dopo un inizio di 2016 col gas al massimo, nelle ultime gare sembra essersi spento. A dimostrarlo sono i numeri con soli 35 punti segnati in 5 gare, la stessa cifra che mise a referto in una sola partita il 3 gennaio scorso contro Recanati. Simms ha chiuso con soli 7 punti il suo marzo negativo, pur riuscendo a catturare 10 rimbalzi nella partita contro Ferrara. C’è comunque da dire che nei due test sostenuti dagli Stings contro Verona e Reggio Emilia, vinti dai biancorossi rispettivamente 80-69 e 84-81, i due ragazzi si sono distinti parecchio mettendo a referto 22 punti ciascuno nelle due gare (22 per Simms contro la Scaligera e 22 per Hurtt contro la Grissin Bon).

FATTORE PALARUGGI – Il caldo PalaRuggi di Imola sarà lo scenario del big match tra la seconda e la terza in classifica. L’Andrea Costa è reduce da un periodo altalenante con 3 sconfitte e 3 vittorie, anche se le “W” sono state piuttosto pesanti con l’85-81 contro Treviso, il 72-64 con Jesi e l’ultima per 76-70 con Ferrara che è costata la panchina al coach estense Alberto Morea. Imola ha costruito la sua stagione fin qui straordinaria prevalentemente davanti al proprio pubblico avendo rimediato solo tre sconfitte in casa (contro Ravenna all’andata 73-74, con Brescia sempre all’andata 58-72 e contro Roseto il 7 febbraio scorso per 74-78). A rappresentare un serio pericolo per gli Stings saranno sicuramente Karvel Anderson (3° miglior marcatore dell’A2 Est con 18.2 punti a partita) e Leonard Washington, desideroso di rivincita dopo che all’andata Justin Hurtt inchiodò a canestro una delle schiacciate più belle di tutto il campionato praticamente davanti alla sua faccia, oltre al fatto che Imola può schierare in campo fino a 10 uomini e mantenere sempre fresco il quintetto (un problema per i biancorossi che hanno un’età media elevata). Inoltre i dissidi passati tra la tifoseria e coach Martelossi e Amici accenderanno senza dubbio gli entusiasmi, sperando che non si superino certi limiti.

Le parole di Klaudio Ndoja, capitano degli Stings ospite a Speak & Roll il programma di www.radio5punto9.it dedicato alla Dinamica, sulla gara di Imola: “L’andata fu una gara molto intensa. Andammo sotto nel primo tempo e nel terzo quarto riuscimmo a raddrizzarla e a portarla a casa. La vittoria fu fondamentale per riprendere fiducia e ritmo e avviare una cavalcata importante. Probabilmente tra Imola e Treviso la prima partita sarà la più difficile considerando le polemiche extracampo della tifoseria con Martelossi e Amici. Troveremo un PalaRuggi caldo e credo che anche psicologicamente sarà piuttosto difficile. Se dovessimo vincere anche contro Imola centreremmo il nostro obiettivo di entrare tra le prime 4”.

 

Precedenti (solo partite UFFICIALI):

A2 Est 2015/16 Andata:

Dinamica Generale Mantova – Andrea Costa Imola 78-68

Moraschini 18/Hurtt 15 – Anderson 14/Washington 12+14

La partita verrà trasmessa su LNP TV PASS. Per la parte mantovana sarà anche possibile seguire la radiocronaca in diretta su www.radio5punto9.it.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy