Mantova – Treviso, resa dei conti in vetta all’A2 Est

Mantova – Treviso, resa dei conti in vetta all’A2 Est

È vero, ci saranno altre due giornate, Mantova dovrà vedersela con Ravenna e Recanati mente Treviso con Treviglio e Ravenna, che potrebbero spostare ulteriormente gli equilibri, ma la vincente di questo scontro diretto metterebbe una serie ipoteca sul primo posto.

Domenica al PalaBam andrà in scena quello che, a conti fatti, potrebbe essere lo spareggio per decidere chi sarà la capolista di questo girone Est. È vero, ci saranno altre due giornate, Mantova dovrà vedersela con Ravenna e Recanati mente Treviso con Treviglio e Ravenna, che potrebbero spostare ulteriormente gli equilibri, ma la vincente di questo scontro diretto metterebbe una serie ipoteca sul primo posto.

La De’ Longhi arriva al big match dopo la bella prova di squadra tra le mura amiche del Palaverde contro Verona, in una situazione di pseudo-emergenza senza Fantinelli e con un Moretti a mezzo servizio, i ragazzi di coach Pillastrini hanno saputo fare fronte comune e giocare con una coralità senza precedenti in stagione. Purtroppo per il coach biancoblu la situazione di Fantinelli, come d’altronde già si sapeva, non è migliorata e l’infortunio alla spalla lo costringerà fuori rosa probabilmente fino al termine della regular season. Buone notizie, invece, arrivano sul “recupero” di Davide Moretti, il giovane playmaker dopo le fatiche di Mannheim con la nazionale Under 18 e la soddisfazione di essere eletto nel miglior quintetto del torneo, si è potuto riposare e riunire alla squadra e sicuramente a Mantova tornerà al suo normale minutaggio. Per il resto situazione sotto controllo con tutti nel pieno della forma in vista di questa trasferta. Inoltre mercoledì la De’ Longhi è stata impegnata in uno scrimmage contro Cento che ha dato importanti e positivi riscontri, a partire dalla zona 2-3 che forse vedremo schierata per arginare Moraschini& co.

Mantova arriva anch’essa a questo scontro dopo una vittoria importante, forse anche di peso specifico maggiore di quella della De’ Longhi, ad Imola Contro l’Andrea Costa che ha messo altri due punti di vantaggio contro una diretta e pericolosa rivale.

Gli Stings hanno dato prova più volte in stagione di essere un gruppo compatto col giusto mix di esperienza e gioventù e coach Alberto Martellossi potrà contare su tutti i suoi uomini per preparare la gara.

Tra gli uomini più pericolosi e di spessore troviamo certamente klaudioNdoja, ala albanese di grande esperienza e carisma che mette a referto 12.7 punti, 5.4 rimbalzi e 1.9 assist in 33 minuti di utilizzo,a fargli da spalla troviamo la guardia USA Justin Hurtt che con un fatturato di 14.4 punti e il 37% da tre è il principale terminale offensivo della squadra, a questi aggiunge 3.8 rimbalzi e 1.5 assist. Il quintetto è completato dall’esperto playmaker ex-nazionale Fabio Di Bella con un apporto di 7.8 punti, 2.8 rimbalzi e 2.3 assist ad allacciata di scarpe, l’altro USA il centro Kenneth Simms che nei suoi 26 minuti a disposizione segna 10.7 punti e raccoglie 8.7 rimbalzi, e infine l’ala ex-Ferrara Alessandro Amici con i suoi 9.8 punti, 3.6 rimbalzi e 1.9 assist. Dalla panchina per questo girone di ritorno è stato nominato sesto uomo di lusso Riccardo Moraschini, la talentuosa guardia italiana contribuisce con 11.5 punti, 4.2 rimbalzi e 2.4 assist in 27 minuti in campo, lo seguono l’esperta guardia Lorenzo Gergati (9 punti, 2.5 rimbalzi e 1.9 assist) e il centroLuca Gandini (2.8 punti e 3.3 rimbalzi). A completare la panchina l’ala grande classe ’96 Davide Alviti e il playmaker sempre del ’96 Carlo Fumagalli.

All’andata fu una partita che potremmo definire epica, uno scontro tra titani per il quale non furono sufficienti i quaranta minuti regolamentari, ma ci vollero la bellezza di tre overtime per decretare un vincitore. Una partita caratterizzata dalla prestazione monster di Matteo Fantinelli, che ricordiamo non sarà disponibile, il quale mise a referto cifre spettacolari che gli valsero la prima tripla doppia della carriera (25 punti, 11 rimbalzi, 11 assist e 36 di valutazione). Tra gli Stings invece si era messo in evidenza KlaudioNdoja che con i suoi 18 punti, 9 rimbalzi e 3 recuperi aveva portato Mantova ad un passo dall’espugnare il Palaverde.

Quel Match finì 91 a 87 per la De’ Longhi, domenica sarà tutta da giocare.

COSI’ NEL TURNO PRECEDENTE

Andrea Costa Imola – Dinamica Generale Mantova 55-64 (13-20, 34-36, 42-47)

Dinamica Generale Mantova: Ndoja 8 (2/2, 1/5), Alviti, Moraschini 9 (1/4, 2/2), Di Bella 5 (1/5, 1/3), Simms 17 (5/9 da due),Hurtt 8 (2/6, 1/3), Gandini 1, Amici 12 (4/7, 1/4), Gergati 4 (2/5, 0/4) N.E.: Fumagalli, Battistini.

De’ Longhi Treviso – Tezenis Verona 66-52 (22-14, 41-24, 52-32)
De’ Longhi Treviso: Abbott 7 (1/3, 1/7), Moretti 5 (1/1 da due), De Zardo, Fabi 3 (0/2, 1/2), Busetto (0/1 da tre), Powell 23 (10/16, 0/1), Rinaldi 6 (3/6 da due), Negri 8 (3/10 da due), Ancellotti 14 (7/14 da due) N.E.: Malbasa.

COSI’ ALL’ANDATA

De’ Longhi Treviso – Dinamica Generale Mantova 91-87 (8-21, 30-33, 42-47, 63-63, 70-70, 75-75)
De’ Longhi Treviso: Abbott 16 (3/12, 2/12), Moretti 13 (2/4, 2/5), De Zardo, Malbasa 12 (3/5, 2/2), Busetto, Spessotto, Fantinelli 25 (4/8, 4/7), Rinaldi 12 (6/9, 0/1), Negri 4 (2/7, 0/3), Ancellotti 9 (4/7, 0/1)

Dinamica Generale Mantova: Ndoja 18 (2/4, 3/9), Fumagalli, Moraschini 19 (2/8, 3/8), Di Bella, Simms 11 (4/9 da due), Hurtt 16 (6/12, 1/7), Gandini 2 (0/1 da due), Amici 3 (0/1, 1/4), Gergati 18 (3/8, 2/6) N.E.: Alviti, Natali.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy