Matera, a Imola servirà l’impresa per non sprofondare

Matera, a Imola servirà l’impresa per non sprofondare

La Bawer Matera si appresta ad affrontare una trasferta difficile e allo stesso tempo importante in quel di Imola per la prima partita dell’anno 2016 che corrisponde all’ultima del girone di andata. I ragazzi di coach Gresta non si sono ancora svegliati da un’incubo che dura da quasi due mesi. Due mesi in cui la città di Matera, almeno per quanto riguarda la pallacanestro, sta vivendo in un clima negativo. Le discussioni e il disappunto verso le scelte di mercato, maturate nello scorso precampionato dal sodalizio materano, non si placano, anzi, aumentano dopo la débâcle di domenica scorsa contro la Proger Chieti, proprio perché essa è coincisa con la prima uscita dall’arrivo di Brian Chase nella città dei Sassi e la conseguente partenza di Ashley Hamilton in Grecia. La società intanto continua a muoversi sul mercato in vista della sessione di riparazione che aprirà il prossimo 18 gennaio.

Secondo voci di mercato, Francesco Guarino potrebbe essere il prossimo a salutare Matera.
Ai rumors sul mercato in entrata si sono aggiunte anche voci per quanto riguarda il mercato in uscita, con il capitano Francesco Guarino come principale protagonista. Infatti il play classe 1979 è corteggiato da varie squadre (Ferrara e Fortitudo Bologna su tutte). Inoltre il rendimento dell’ex Ferentino sta calando, fino alla partita contro Chieti, in cui ha registrato 5 punti e 5 assist, tirando però con il 20% dal campo (2/10) e causando 4 palle perse. Nonostante le polemiche, Brian Chase è risultato tra i migliori dei suoi nella disfatta di domenica scorsa, con 15 punti a referto e un buon 63% dall’arco dei 6,75 m. Come tutti in generale, anche Stan Okoye è apparso sottotono nell’ultima uscita, anche se alla fine è risultato il migliore, almeno secondo i numeri: infatti il nativo di Raleigh è andato vicino all’ennesima doppia doppia (17 punti e 8 rimbalzi), ma a peggiorare la performance è stata la bassa percentuale al tiro (6/17 dal campo, 1/4 da tre). Con la partenza di Hamilton, Luigi Gresta ha riposto fiducia verso Giani Zaharie, il quale è stato schierato in quintetto base per la prima volta in stagione. Ebbene, anche la prestazione dell’ala classe 1994 non è stata delle migliori, nonostante un discreto contributo a rimbalzo: 5 punti all’attivo e 8 rimbalzi, producendo però 4 palle perse in 28 minuti di utilizzo (rispetto alla media di 13.4 nelle partite in cui partiva come cambio di Hamilton). Diego Corral ha sofferto molto la presenza dominante di un centro del calibro di Isaiah Armwood, perciò anche i suoi numeri non sono stati sufficienti (6 punti e 6 rimbalzi, 3/8 dal campo e 5 palle perse). Insomma la Bawer non sta vivendo assolutamente un periodo tranquillo, ma l’obiettivo rimane la salvezza, e per raggiungerla servirà lottare con la mentalità giusta, a partire dalla trasferta di domenica. Ad ospitare la formazione lucana al PalaRuggi sarà l’Andrea Costa Imola, forse la sorpresa del girone in assoluto, che sta disputando un gran campionato, ben al di sopra delle aspettative, visto che staziona al terzo posto in classifica con 20 punti. Una squadra, quella di coach Ticchi, che ha varie frecce nel suo arco (ben 4 giocatori sopra i 10 punti di media) e che è reduce da un’importante vittoria nella sfida ad alta classifica contro Verona.
Karvel Anderson, il top scorer dell’Andrea Costa Imola
L’arma principale del coach pesarese si chiama Karvel Anderson, guardia tiratrice con punti nelle mani che in stagione ha ritoccato il suo high della sua carriera italiana, segnando 37 punti (10/17 dal campo, 12/13 ai liberi, 8 rim. e 46 di val.) nella quinta giornata contro Roseto. Il secondo violino firmato Andrea Costa è Leonard “Boogie” Washington, ala forte in grado di colpire sia dall’arco (44%) che in penetrazione, oltre ad essere un buon rimbalzista (8.7 ad allacciata di scarpe). Queste doti rendono il prodotto della University of Wyoming un collezionista di doppie doppie (ben 6 in 14 partite, di cui tre nelle ultime quattro). In cabina di regia si dividono il minutaggio i giovani Gherardo Sabatini (6.6 punti, 3.1 rimbalzi e 2.2 assist) e Francesco De Nicolao (3.9 punti, 3.1 rimbalzi e 1.7 assist). Slot di ala piccola titolare ricoperto da Norman Hassan, classe 1990, reduce da una discreta prestazione contro Verona (15 punti e 5 rimbalzi) nonostante il 3/11 dall’arco. Sotto le plance il veterano Michele Maggioli è stato autore, dopo il forfait contro Legnano, di una buona prova in quel di Verona, scrivendo nel tabellino 14 punti (6/9 dal campo) e 5 rimbalzi. Coach Ticchi può inoltre contare su altri veterani come Patricio Prato, che da sesto uomo è in grado di registrare buoni numeri (10.3 punti e 2.1 rimbalzi in 18 minuti medi di utilizzo), e Francesco Amoni (5.3 punti e 2.9 rimbalzi). Completano le rotazioni i giovani Jacopo Preti, Giacomo Sgorbati e Massimiliano Cai. Partita che si preannuncia importante, infatti sarà proprio questa ad essere trasmessa su Sky Sport 2. La parola passa al campo, palla a due domenica 3 gennaio 2016 alle ore 18.00 al PalaRuggi di Imola (BO). ANDREA COSTA IMOLA – BAWER MATERA Arbitri: Caforio, Capozziello, Callea.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy