Matera: in attesa del ripescaggio, si riparte da Iannuzzi

Matera: in attesa del ripescaggio, si riparte da Iannuzzi

Commenta per primo!

Matera e Reggio Calabria sono tra le piazze che ad oggi, e con largo anticipo rispetto alle scadenze (fissate per il 30 giugno), non hanno battutto ciglio sulla possibilità di disputare la prossima Legadue Gold, qualora il mosaico del girone “alto” della nuova cadetteria dovesse perdere pezzi.

Un ‘aspirazione che interessa soprattutto i lucani, visto il 2° posto al termine della stagione, e dopo una finale persa sì contro la favoritissima Torino, ma al termine di tre gare lottatissime e durissime per la neo-promossa di Pillastrini. Un fatica segno dell’ottimo organico messo su dal tandem Viggiano-Benedetto, e che non può nascondere grandi meriti sportivi. Meriti che, in compatibilità con le regole e la disponibilità del Presidente Lorusso, non hanno fatto esitare i bianco-blù a giocare la carta. Soprattutto quando la scorsa settimana, a poche ore dal forfait del presidente di Casale Giancarlo Certutti, si è aperta una concreta possibilità di salire di categoria.

Nulla è sicuro: i tifosi dei gruppi monferrini, attraverso raccolte firme e appelli disperati, cercano in extremis un appiglio per evitare il peggio dal punto di vista della prima squadra, ripartendo dalla C1.  Intanto il 9 luglio fugherà qualsiasi dubbio: sarà la data x.

Intanto, sulle colonne de “Il Quotidiano della Basilicata” di questa mattina, e in una lunga intervista realizzata dal collega Piero Quarto, il DS Viggiano fa il punto della situazione, e in tema di mercato, fra i mille dubbi vittime della categoria in forse, un punto fermo sul roster potrebbe già esserci. Si tratta di Antonio Iannuzzi: «Penso di poter dire che si riparte da Antonio lannuzzi. Lui credo sia una certezza e sarà ancora con noi. Poi vedremo le scelte, io spero che nell’ambito di un nuovo scenario si riesca a definire un discorso nel segno della continuità».

Il talento scuola Mens Sana, dopo due stagioni trascorse in crescendo sotto l’amaranto di Ferentino, ha retto all’impatto del quintetto e delle responsabilità dell’alta classifica: qualche basso come tanti, ma per un classe ’91, e in una squadra di vertice la stagione si è rivelata più che lusinghiera, anzi. Doppia doppia di media nei playoff (15,1 + 10,6 rimbalzi in 8 gare di play-off con 6,8 falli subiti e 22,8 di valutazione), l’irpino ha chiuso in crescendo un’annata che già in regular season assicurava cifre di tutto rispetto, con ben 14 punti e 7 rimbalzi, il 60% da 2, 4,3 falli subiti e  0,8 stoppate: unico neo i liberi, ma il 64% è un’ottima base per un giovane dalla grande stoffa. Un giovane che è già sotto la lente di Simone Pianigiani (anche Iannuzzi tra i 15 che dal 6 al 9 luglio formeranno la Sperimentale che giocherà in Cina dal 10 al 24 luglio), e che Matera non vuole lasciarsi scappare.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy