Matera, la società risponde ai tifosi: “Inutile questo contesto conflittuale”

Matera, la società risponde ai tifosi: “Inutile questo contesto conflittuale”

In merito al comunicato dei tifosi Blue Brothers, apparso ieri su alcuni organi di informazione cestistica, il Consiglio di Amministrazione della società sportiva ha rilasciato la seguente dichiarazione.

Commenta per primo!

In merito al comunicato dei tifosi Blue Brothers, apparso ieri su alcuni organi di informazione cestistica, il Consiglio di Amministrazione della società sportiva ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“La società Olimpia Matera non può che ribadire la necessità di una comunione di intenti tra società, atleti, staff dirigenziale e pubblico, che è condizione imprescindibile per ogni tentativo di salvezza. Non è certo intenzione della società ostacolare o stigmatizzare la libera critica, né sottrarsi all’assunzione di responsabilità rese evidenti dalla precaria posizione di classifica.
Ma ogni tentativo, che pur si sta ponendo in essere con grande sacrificio, per invertire la rotta, sarebbe vanificato dal perdurare di un contesto conflittuale, che nulla apporta all’obiettivo prefissato di mantenere la categoria. Il patrimonio dell’Olimpia sono il pubblico, i giocatori, lo staff, i dirigenti e tutti quanti in tanti anni sono stati vicini al basket della Città dei Sassi.  Chi ha a cuore le sorti dell’Olimpia non avrà difficoltà ad uniformare i propri comportamenti ai principi di unità e vicinanza ora più che mai indispensabili. Forza Olimpia Matera”.

FONTE: Uff. Stampa Olimpia Basket Matera

Ecco in calce il comunicato apparso ieri in rete:

“Il tifo organizzato dell’Olimpia Basket Matera, il gruppo “Blue Brothers”, attraverso il suo canale di comunicazione ufficiale, vuole esprimere tutto il suo disappunto nei riguardi di una società senza ambizioni e di giocatori senza dignità oltre che maleducati e irriverenti nei confronti dei tifosi. TIFOSI che ricordiamo essere il fulcro essenziale di ogni sport, tifosi senza i quali nessuno sport avrebbe senso e motivo di esistere. Mai come quest’anno assistiamo basiti e increduli a quanto ogni giorno si manifesta davanti ai nostri occhi: continuamente “dissacrati” dall’atteggiamento irrispettoso, quasi di sfida che i “giocatori” di questa Olimpia ci riservano continuamente. Nonostante questi palesi atteggiamenti che non hanno nulla a che fare con l’”essere uomini”, virtù che dovrebbe caratterizzare particolarmente chi fa sport e chi è sotto i riflettori vantando la responsabilità di essere “l’esempio da seguire” per grandi e soprattutto piccini, notiamo un totale assenteismo della SOCIETA’, che oltre a non tutelare NOI come tifosi, non sta riuscendo a tutelare un PATRIMONIO STORICO, quello del basket a Matera, adoperando scelte scellerate, prive di senso e che mettono in evidenza tutta la poca competenza di una dirigenza ben lontana da quella professionalità che si richiede in una categoria come la serie A2. C’è un limite a tutto. C’è un limite alle offese pubbliche che, attraverso la pagina facebook di un giocatore, ci vengono riservate (qui la società dov’è?), c’è un limite alla strafottenza di giocatori che avrebbero tanto da imparare da uomini veri, c’è un limite all’inefficienza di una società che quest’anno sembra piu’ un cast di una serie tragi-comica. Noi tifosi abbiamo investito passione, energie e soldi (in abbonamenti) per assistere allo spettacolo di una squadra che quanto meno vorremmo vedere impegnarsi e sputare sangue e sudore per i nostri colori. Noi siamo stufi. Facciamo i seri. Noi da oggi continueremo ad essere presenti, ma solo per la MAGLIA, non per chi la indossa e la fa indossare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy