Matera, lo sfogo di Gresta: “Chase non gioca, ma non a causa nostra”

Matera, lo sfogo di Gresta: “Chase non gioca, ma non a causa nostra”

Commenta per primo!

Dichiarazioni di sfogo quelle di coach Luigi Gresta, rilasciate in un’intervista all’emittente radiotelevisiva locale materana TRM, in cui ha manifestato il suo disappunto nei confronti del CONI e della Federazione a causa del mancato tesseramento del nuovo innesto della squadra materana Brian Chase. Il prodotto di Virginia Tech infatti non potrà essere a disposizione del suo nuovo coach per l’incontro casalingo di domenica che vedrà i biancazzurri affrontare l’OraSì Ravenna.

“La società si è mossa in anticipo per richiedere il visto per Chase – dichiara il coach dei materani – ma sia il CONI che la Federazione se la sono presa comoda. Perciò, né per colpa nostra né per colpa del giocatore, Brian è ancora negli Stati Uniti e non ci raggiungerà in tempo utile per essere tesserato e per scendere in campo domenica. Tutto ciò mi dà molto fastidio perché noi lavoriamo e siamo puntuali mentre negli organi esterni vige una certa rilassatezza.”

Il coach dell’Olimpia si è soffermato anche sulla sessione di mercato che si aprirà il prossimo 15 gennaio, dichiarando che la società è vigile sul mercato dei lunghi, in modo da poter ottenere un nuovo innesto che possa aiutare la squadra sotto le plance.

Infine filtra ottimismo riguardo alle condizioni fisiche di Mastrangelo e Guarino. Infatti è sicura la presenza in campo del capitano, mentre sulla possibilità di recupero della guardia classe 1991 l’ex allenatore della Vanoli Cremona ha rivelato che “Ha avuto un trauma al ginocchio ma non c’è nulla di rotto. Vedremo se domenica potrà essere della partita, ma sicuramente lo stop sarà meno lungo di quanto ci si aspettasse.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy