Memorial Brusinelli – Trento inossidabile, Verona battuta dopo due supplementari

Memorial Brusinelli – Trento inossidabile, Verona battuta dopo due supplementari

Commenta per primo!

Servono due supplementari alla Dolomiti Energia Trentino per superare 85-83 una Tezenis Verona destinata a recitare un ruolo di sicura protagonista della prossima stagione di Legadue. A guidare i bianconeri alla vittoria i 26 punti di Julian Wright, i 14 di Jamarr Sanders e i canestri decisivi realizzati da Filippo Baldi Rossi. Superlative in casa scaligera le prove di Cortese (20), Rice (24) e dell’applauditissimo ex Marco Spanghero (19).

La cronaca: la Tezenis Verona aggredisce la gara con il piglio giusto, trascinata dalla pericolosità offensiva di Rayvonte Rice (7 punti) e dal tiro mortifero di Riccardo Cortese (8 con 2/3 dall’arco). La Dolomiti Energia prova a tenere botta con le iniziative di Julian Wright, che al decimo, quando il tabellone recita 15-21 per gli scaligeri, ha già 7 punti al suo attivo. Nel secondo periodo la coppia Baldi Rossi-Flaccadori dà ai padroni di casa la spinta per riportarsi sotto, ma per siglare il pareggio servono cinque punti in fila di capitan Forray (28 pari al 15’). I bianconeri, dominanti a rimbalzo (26-15 il confronto al ventesimo), pagano però le troppe perse (8) contro una Tezenis oculatissima nel gestire il possesso (una sola persa): all’intervallo lungo si arriva sul 30-31 ospite, con Sutton (5) e Wright (9) protagonisti da una parte, e Cortese (11) dall’altra.

Al rientro dal break Cortese riparte da dove aveva lasciato, segnando da tre punti. Dall’altra parte Wright attacca Chikoko spiazzandolo con la sua tecnica e la sua mobilità, ma è solo quando la Dolomiti Energia cambia marcia in difesa che arriva il break atteso dal PalaTrento: in campo aperto infatti si scatena Dominique Sutton facendo volare gli aquilotti sul 47-36 al 38’. Verona però non molla, e con le bombe di Spanghero e Cortese torna nuovamente a contatto (47-46 al 30’).

L’ultimo periodo si apre con Rayvonte Rice on fire: due triple del rookie gialloblù lanciano la fuga del team di Crespi (52-55). A tenere gli aquilotti in scia è Baldi Rossi con le sue soluzioni da fuori, ma i canestri dall’arco di Spanghero e Saccheggi ricacciano indietro Trento (54-61). Nel momento della difficoltà Jamarr Sanders prende per mano la squadra, segnando due liberi e piazzando una tripla con mano in faccia (59-61). Spanghero fa anche di meglio dall’altra parte del campo (59-64), e allora è Wright con la schiacciata in tap-in e un tiro da tre a riavvicinare i trentini (66-67). Chikoko subisce fallo e fa uno su due dalla linea, la Dolomiti Energia pareggia a quota 68 a 14 secondi dalla fine con un tap in di Baldi Rossi, ma nell’ultima azione Sanders fa fallo su Rice a tempo scaduto. Pare finita, ma Rice sbaglia due liberi su due e si va al supplementare.

L’overtime è denso di emozioni: tripla di Spanghero, risponde Sanders con il bacio del tabellone, poi dalle mani di Jamarr parte l’assist per Wright che converte al volo trovando il fallo di Chikoko (75-71). Ancora una volta, quando la gara sembra finita arrivano tripla di Cortese, percussione di Rice e recupero con lay up di Spanghero. Verona si ritrova sopra 75-78 a 38 secondi dalla fine: Wright spara la bomba dell’ennesimo pareggio (78 pari a 25 secondi) e si va al secondo supplementare.

Il conto dei falli e le percentuali ai liberi diventano le variabili chiave dell’equazione: con Cortese e Rice fuori per cinque penalità, solo gli errori dalla linea dei bianconeri (Sutton 1/4) permettono alla Tezenis di arrivare ancora in corsa all’ultimo possesso (83 pari a 27 secondi dalla fine). Baldi Rossi subisce fallo e fa due su due dalla linea (9 secondi dalla fine), a prendere il tiro decisivo sulla sirena è Ricci che prende solo il ferro. Finisce 85-83 per la Dolomiti Energia Trentino.

Dolomiti Energia Trentino – Tezenis Verona 85-83 2ot (15-21, 30-31, 47-46, 68-68, 78-78)

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Poeta 2 (1/3, 0/2), Sanders 14 (2/7, 2/4), Pascolo 4 (2/3, 0/2), Baldi Rossi 11 /3/6, ½), Forray 5 (1/3, 1/3), Lofberg 0, Flaccadori 7 (2/2, 1/1), Bertocchi ne, Bellan ne, Sutton 16 (5/7, 0/1), Lockett 0 (0/5, 0/1), Lechthaler 0, Wright 26 (7/14, 3/5). All. Buscaglia

TEZENIS VERONA: Saccaggi 7 (0/1, 2/4), Ricci 0 (0/1, 0/3), Petronio 0, Cortese 20 (1/5, 6/9), Michelori 2 (1/1), Ba ne, Da Ros 4 (2/7, 0/3), Chikoko 7 (3/5), Rice 24 (4/7, 4/11), Spanghero 19 (1/5, 5/12). All. Crespi

Arbitri: Luca Weidmann di Roma, Emanuele Aronne di Viterbo e Guido Federico Di Francesco di Teramo.

Note: Tiri liberi: Trentino 15/22, Verona 8/12. Tiri da tre punti: Trentino 8/21, Verona 17/42. Rimbalzi: Trentino 55 (Baldi Rossi 9), Verona 35 (Da Ros, Chikoko 6). Assist: Trentino 16 (Baldi Rossi 4), Verona 14 (Spanghero, Saccaggi, Da Ros 3). Spettatori: 1.000 circa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy