Memorial Guido Ghisolfi: Torino conquista la finale con un ottimo Miller

Memorial Guido Ghisolfi: Torino conquista la finale con un ottimo Miller

Commenta per primo!

Secondo quadrangolare pre campionato per la Manital Torino che, dopo Porto San Giorgio, scende in campo al PalaOltre Po di Voghera per il Memorial Guido Ghisolfi assieme ai padroni di casa dell’Orsi Tortona (serie A2), alla Tezenis Verona (serie A2) e ai giganti dell’EA7 Milano.

Nella prima partita di torneo i ragazzi di coach Bechi affrontano la Tezenis Verona, squadra che da anni recita un ruolo importante nella propria categoria.

Dopo un match combattuto fino alla fine, i torinesi sconfiggono i ragazzi di Crespi 66-62 e sbarcano in finale, in programma domani sera.

“Nel complesso è stata una buona prova e abbiamo visto qualche passo avanti rispetto al quadrangolare di Porto San Giorgio” commenta il Direttore Generale della Manital, Renato Pasquali. “La strada è ancora molto lunga e il lavoro da fare è tanto. White è arrivato appena tre giorni fa e ha bisogno di inserirsi in squadra. Siamo ancora alla ricerca della giusta amalgama ma i miglioramenti iniziano ad intravedersi”.

CRONACA

Ottima partenza della compagine torinese che schiera sul parquet Robinson, Dawkins, Rosselli, Mancinelli e Ebi. Grazie ad una difesa aggressiva e in costante anticipo i gialloblù rifilano agli avversari un parziale di 9-2 nei primi quattro minuti di gioco.

I veronesi si scuotono dal letargo iniziale e sbloccano lievemente il punteggio ma faticano a perforare le strette maglie avversarie. Dall’altra parte Mancinelli e compagni sono bravi a trasformare le palle rubate in contropiedi e al termine dei primi 10 minuti il punteggio è di 19-11 per la Manital.

Il secondo quarto si apre di nuovo all’insegna dell’aggressività difensiva torinese che, se da una parte, grava di falli alcuni giocatori (Mancinelli e Ebi 2), dall’altra permette un buon ritmo nella meta campo offensiva. Coach Bechi decide di inserire in campo l’ultimo arrivato DJ White con alle spalle solo 3 allenamenti. Il lungo numero 3, nonostante la sua non perfetta condizione fisica, dimostra subito il suo talento e segna 3 punti.

I ragazzi di Crespi, trascinati dalle triple di Spanghero, cercano di rimanere a contatto, ma grazie ad un ispirato Miller da 3 e un inarrestabile Dawkins, l’Auxilium mantiene un buon vantaggio e chiude la prima metà di gara sopra di 9 (26-35).

Al ritorno dalla pausa lunga l’inerzia della partita cambia completamente. Complice la mano calda di Rayvonte Rice (4 triple nel terzo parziale per il numero 24 della Scaligera) e le basse percentuali al tiro dei torinesi, che costruiscono bene ma non concretizzano, Verona si avvicina e al suono della sirena è a -4. (50-54).

Nell’ultima frazione la Scaligera continua la rincorsa, ma i gialloblù riescono a mantenere sempre qualche possesso di vantaggio. Un lieve infortunio occorso a Miller non gli permette di scendere in campo negli ultimi 10 minuti e i gialloblù si ritrovano con un solo playmaker. Una tripla e un tiro nell’area allo scadere dei 24” permettono ai veronesi di agganciare l’Auxilium ma nell’azione successiva ci pensa Fantoni a riportare i compagni in vantaggio. Il tempo è ormai agli sgoccioli e a Spanghero e compagni non resta che il fallo sistematico; nonostante le basse percentuali dalla lunetta, la Manital riesce a rimanere sopra di 4 e a intascare il match 66-62.

Domani sera, la finale del torneo contro la vincitrice tra l’Orsi Tortona e l’EA7 Milano.

TEZENIS VERONA – MANITAL TORINO 62-66

VERONA-Bernardi, Saccaggi 1, Ricci 3, Petronio, Cortese 13, Michelori 5, Ba, Da Ros 3, Chikoko 10, Rice 16, Spanghero11; all. Crespi

TORINO-White 8, Mancinelli 10, Rosselli 4, Fantoni 3, Robinson 11, Mascolo, Sirakov ne, Dawkins 10, Miller 14, Ebi 6; all. Bechi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy