Memorial Morelli: Viola, vittoria col brivido su Treviglio

Memorial Morelli: Viola, vittoria col brivido su Treviglio

Al PalaKnights di Legnano va in scena l’ottava edizione del Memorial “Morelli”.

Commenta per primo!

Al PalaKnights di Legnano va in scena l’ottava edizione del Memorial “Morelli”. Come di consueto sono quattro le squadre partecipanti, che si sfidano in due semifinali il sabato e nelle finali 1-2 e 3-4 posto la domenica. Le partecipanti dell’edizione 2016 sono i padroni di casa di Legnano,Viola Reggio Calabria,Remer Treviglio e Robur Fides Varese.

Nella prima semifinale si affrontano Reggio Calabria e Treviglio,entrambe inserite nel girone ovest di A2. Reggio Calabria,seguita fino a Legnano da diverse decine di tifosi, ha lo starting five composto da Marulli,Legion,Fabi,Micevic e Radic. Treviglio risponde con Marino,Sollazzo,Marini,Sorokas e Nwohuocha. Il match inizia e il punteggio viene sbloccato dalla Viola,con 2/2 di Radic dalla lunetta. Sollazzo pareggia da sottomisura,ma la Viola con altri quattro punti di Radic e due di Legion si porta sul +7 (9-2). Coach Vertemati chiama subito timeout, e inserisce Emanuele Rossi per migliorare la presenza sotto i tabelloni. La scelta è giusta,Rossi in breve segna 10 punti,subisce falli e cattura rimbalzi. Ma a Treviglio non basta, perché la squadra lombarda è imprecisa al tiro e soprattutto Reggio Calabria appare più concentrata, intensa e ha un Legion che chiuderà il primo quarto con addirittura quindici punti. La Viola più volte raggiunge il +9,compreso il 33-24 con cui si va al primo riposo. Punteggio altissimo,frutto anche di difese non impeccabili. Il secondo quarto vede Reggio Calabria arrivare a nuovi massimi vantaggi, fino al +13 (41-28). Proprio quando la partita sembra chiudersi in largo anticipo,Marino e Sorokas la riaprono,orchestrando un parziale di 17-5 per Treviglio,che si riporta a -1 sul 45-46. La Viola riesce ad andare al riposo lungo senza farsi superare, e anzi torna a +2 sul 49-47. Ma la regia di Marino, come sempre di alto livello (oltretutto condita da 14 punti),e i 9 punti di Sorokas,negativo nel primo quarto, hanno riaperto totalmente il discorso. Per Reggio Calabria c’è un Legion mostruoso da 21 punti e 8\9 al tiro.

Il terzo quarto inizia con altri due punti di Legion ma Treviglio assesta un parziale di 8-0 con tra l’altro una tripla di Marini e canestro con libero aggiuntivo di Marino. Treviglio si trova quindi sul +4 (55-51). Due triple di Fabi permettono a Reggio Calabria di tornare in parità (57-57). I ritmi di gioco sono vorticosi,e questo penalizza la lucidità al tiro. Il quarto prosegue in equilibrio con diversi botta e risposta fino al 68-65 per Treviglio con cui si va all’ultimo riposo. Il quarto quarto inizia con Legion a segno dalla lunetta per il fallo tecnico fischiato contro Treviglio proprio alla fine del terzo quarto. La partita vede la squadra lombarda mantenere qualche punto di vantaggio fino al +6 come massimo risultato a favore (76-70). Sorokas impreziosisce il proprio match con una clamorosa stoppata su Radic. È proprio Radic,evidentemente punto sul vivo, a iniziare e poi concludere dalla lunetta il parziale che riporta in parità il match (76-76). E la Viola mette la freccia con la tripla di Fabi a 50 secondi dalla fine. Reggio Calabria si porta anche sul +5 (81-76) dalla lunetta e da qui amministra fino al termine del match, vinto dalla Viola 84-80. Reggio Calabria conquista dunque la finale e attende la vincente di Legnano-Robur Varese. È stato un match piacevole combattuto da due squadre che sembrano davvero poter ben figurare in campionato.

Reggio Calabria-Treviglio 84-80 (33-24,49-47,65-68)

Reggio Calabria
Radic 20
Legion 26
Caroti 3
Fabi 19
Guaccio 2
Marulli 5
Micevic 7

assist 21 (Marulli e Legion 5)
rimbalzi 36 (Radic 10)

Treviglio
Cesana 5
Pecchia 2
Sorokas 15
Marino 15
Marini 13
Genovese 5
Rossi 12
Nwohuocha 1
Sollazzo 12

assist 15 (Marino 6)
rimbalzi 33 (Sorokas 11)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy