Mercato A2: tutti i rumors del giorno

Mercato A2: tutti i rumors del giorno

Commenta per primo!

Inizia per tanti il momento dei fatti in Serie A2, i primi arrivano dalla Ferentino che punta a Frosinone, e ad essere riferimento di quella Ciociaria in cui fa ritorno Ferencz Bartocci nelle vesti di GM. Dopo il giemme toccherà quindi la scelta dell’allenatore, ed in questo caso le scelte societarie sembrerebbero indirizzate verso un nome non altisonante, in grado di costruire, insieme a Bartocci una squadra “fresca”, di giovani e comunque capace di catturare le simpatie del pubblico e magari fare risultati. Impresa che riuscì a Bartocci due stagioni fa con il Veroli dell’esordiente Ramondino. Insomma a Ferentino si sta cercando di ripercorrere in tutto e per tutto la strada aperta anni fa dal Basket Veroli, anche se ci si augura con un epilogo diverso. Il trasferimento a Frosinone, la partnership con il Frosinone Calcio, che fu propria anche dei giallorossi verolani all’ epoca della prima dirigenza Zeppieri, poi naufragata tra le incomprensioni.

Incomprensioni che domani potrebbero risolversi definitivamente in casa Verona, domani l’incontro con Alessandro Ramagli, Gianluigi Pedrollo, Gianluca Petronio e Giorgio Pedrollo: non si esclude un ulteriore rinnovo per il coach delle ultime tre stagioni scaligere, già ad inizio settimana potrebbe uscire il nome del nuovo tecnico.

Sempre domani altra resa dei conti, stavolta a Ferrara, dove è previsto il faccia a faccia tra patron Bulgarelli e coach Martelossi, dopo due settimane di attesa. Si metteranno tutte le carte sul tavolo, nella speranza di sciogliere qualsiasi nodo entro il 15 giugno, ultima data in cui esercitare l’escape. S’è molto parlato di Pistoia, ma anche di Udine, staremoa vedere.

Meno da vedere e più da fare in quel di Ravenna, dove ora si punta su progetti partecipati per scongiurare l’addio all’A2. In realtà per l’iscrizione servono solo 20mila euro, ma il vero problema per patron Vianello è il dover godere di un budget di circa 960 mila euro. A un terzo di questi ci penserà lui stesso, un altro terzo sarà garantito da aiuti istituzionali (Fondazioni bancarie), abbonamenti, biglietti e sponsor minori. Negli anni passati al restante terzo ci pensava l’assegno dell’Acmar, marchio che dava il nome alla squadra, in termini tecnici “main sponsor”. Il buco, come noto, quest’anno sembrava coperto dalla Piacentini, ma ad oggi continuano a mancare ancora i circa 300mila euro promessi dalla ditta modenese. Oggi incontro con la stampa, ma già echeggia ovunque lo slogan lanciato dalla società. “Se manca uno che versa 300mila euro, ne dobbiamo trovare 300 che ne versino mille”, con tanto di conti correnti già annunciati. La società ricorda che le donazioni fino a 1.500 euro sono interamente de-traibili con la denuncia dei redditi e se l’obiettivo non dovesse essere raggiunto i soldi sarebbero restituiti, mentre per le piccole attività imprenditoriali è possibile far parte di una vera e propria rete di sponsor, vincolando l’accordo pubblicitario alla partecipazione all’A2.

A2 ormai sicura invece per Roseto, dover per il momento sembra che il potere di firma lo avrà l’attuale vice presidente Daniele Cimorosi, che diventerebbe amministratore delegato, e che Peppe Di Sante potrebbe inserire una figura di sua fiducia nello staff societario, incaricato di far quadrare i conti e tenere la rotta, visto che il patron è più all’estero che in Italia a causa del suo lavoro. Appena diffusa la notizia, gli agenti di mezza Italia hanno cominciato a chiedere il numero telefonico di Cimorosi, anche se potrebbe essere sufficiente avere quello di Michele Martinelli, stimatissimo amico del probabile futuro amministratore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy