Napoli Basketball : i pensieri a caldo di Ambrosino e Musso

Napoli Basketball : i pensieri a caldo di Ambrosino e Musso

Commenta per primo!

 

 Antonio Ambrosino (primo da sinistra, seguono il Presidente Salvatore Cailise,il coach Murizio Bartocci, Bernardo Musso e il Team Manager Antonio Mirenghi): “Bernardo ha ufficialmente siglato il contratto alle 15, ed è stato gerarchicamente il primo obiettivo assoluto della nostra campagna acquisti. Io intendo il suo ingresso in due modi : un regalo per tutti i tifosi che ci sostengono e uno stimolo per quei che tifosi che ancora tentennano nei riguardi di questa operazione. Personalmente seguo Bernardo da quando disputò la sua prima stagione in Italia a Licata, 8 anni fa, e prima ancora che essere un giocatore invidiabile per la categoria è una persona per bene, semplice, umile, che crede nel duro lavoro come tutti i ragazzi che abbiamo interpellato. Sarà il nostro riferimento in attacco? Io lavoro per ingaggiare persone che anzitutto sposino il progetto e che diano sempre il massimo sul campo, ognuno con le proprie attitudini, le une complemetari alle altre. Sarà il campo a stabilire se le nostre previsioni si riveleranno esatte, ma di certo stiamo provando a creare tutte le condizioni affinchè questa corrispondenza ci sia e il più spesso possibile. Ritengo ora che la squadra, forte di questo quintetto, e opportunamente integrata da 3 giovani di qualità, non possa vantare alcun timore reverenziale verso le altre avversarie. E questo lo dico sia per la division , dove molto probabilmente ci attenderanno Anagni,Matera,Ferentino,Latina e Capo d’Orlando,  sia per la conference o per il campionato in  generale: vogliamo confrontarci con tutti.”

Bernardo Musso: “Ho trascorso le ultime 24 ore letteralmente in apnea: vengo da 17 ore di volo e appena atterrato sono corso a firmare. Devo ringraziare i miei procuratori, i dirigenti della società e l’allenatore per aver permesso che si concretizzasse questo magnifico abbinamento. Su Napoli so diverse cose, in parte perchè gioco in Italia da tempo, in parte perchè in questo mese non ho esitato ad approfondire la storia grande e difficile di questa piazza. In realtà le nostre strade in questo mercato si sono già incrociate tempo fa, e scambi di contatti ce ne sono stati parecchi nell’ultimo mese, ma senza nessun impegno concreto. Poi nell’ultima settimana tutto ha assunto il sapore di una vera trattativa e sulle condizioni non abbiamo dovuto discutere a lungo. Sui compagni non posso trovare particolari difetti: non li conosco personalmente ma con alcuni di loro già mi sono misurato per le zone alte della classifica: nell’insieme sono tutti giocatori di esperienza e di qualità per la categoria, tutti prime scelte. In ogni caso avremo poi tutto il tempo per conoscerci e per completarci. Sul mio ruolo in campo? So segnare, so dare una mano in attacco, ma non so giocare da solo: per me quindi la chimica non è solo importante, ma è indispensabile, e quindi bisogna credere e lavorare perchè questa chimica ci sia. Voglio infine rivolgermi ai tifosi sicuro che verranno in tanti al palazzo per seguirci, anche perchè il nostro obiettivo è quello di divertire portando allegria in quello che faremo.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy