Napoli Basketball : pillole sui primi scampoli di mercato

Napoli Basketball : pillole sui primi scampoli di mercato

Commenta per primo!

Difatti, sebbene non si possa ancora etichettare l’operato bianco-azzurro come a pienissimo regime, attraverso per esempio azioni esplicite quali la conduzione di trattative o l’interesse palese per taluni elementi, è tuttavia innegabile che non esistano, per gli sguardi vigili del neo-coach Maurizio Bartocci e del GM Antonio Ambrosino, alcune priorità, alcune necessità da soddisfare quanto prima nell’allestimento di quello che sarà il nucleo portante del futuro roster.
Pochi giorni fa, già all’indomani della conferenza stampa in cui è stata suggellata la presentazione dell’allenatore casertano in concomitanza con parte della squadra societaria, sono apparse, sulle colonne de “Il Mattino”, prime indiscrezioni su un possibile interesse per Gianluca Tommasiello, playmaker di casa classe ’80 con una lunga esperienza in categoria, e più che egregie cifre nella scorsa stagione (9,8 punti in 28 partite da 33′ di media con il 50% da 2, il 71% dai liberi, 3,1 rimbalzi e 3,7 assist), vissuta alla corte della Virtus Siena al pari delle 4 precedenti. Dopo questa esperienza, lunga quanto vincente (coronata difatti in ben due occasioni – 2007/2008 contro Trapani e scorsa stagione contro Trento – con la vittoria della Coppa Italia di LNP A Dilettanti/B d’Eccellenza),il giocatore partenopeo potrebbe coltivare la potenziale prospettiva di tornare in Campania dopo l’ultima stagione quivi disputata nel 2005/2006 con la casacca dell’Igea Sant’Antimo.

Abbiamo dunque appositamente interpellato il GM Antonio Ambrosino,per recepire eventuali conferme su questa eventuale direttrice di mercato:”Devo premettere con assoluta trasparenza che al momento il mercato è in una fase di letterale stallo”, ha esordito il responsabile del mercato NB,”anche perché purtroppo fino alla fine del mese non avremo un quadro più chiaro sulla composizione delle leghe e le loro partecipanti. Di conseguenza i giocatori che nelle scorse stagioni hanno militato in categoria vogliono avere anzitutto una consapevolezza di chi,legittimato a disputare il Campionato di Sviluppo,si candiderà ad ottenere le loro prestazioni,per poi dunque decidere e scegliere. Nel contempo,nonostante io escluda per il momento qualsiasi trattativa in senso stretto,non nascondo che abbiamo avviato una serie di sondaggi esplorativi,non solo perché la passività totale sarebbe folle,ma soprattutto perché non abbiamo nessun dubbio su come operare,e vogliamo rispettare il nostro schema di partenza, al meglio possibile,e sfruttando tutte le eventuali occasioni che il mercato potrebbe proporci”.
Cerchiamo allora di inoltrarci in dettagli più appetibili di questo “schema”,dettagli che,se non comportino la rivelazione di nomi puntuali,ci permettano quantomeno di poter stabilire quali siano, nei desideri della società,i primi acquisiti da effettuare e in quali ruoli,proponendone un identikit-tipo.

Ambrosino soddisfa il nostro punto di equilibrio e di mediazione: “Posso dire che i sondaggi puramente informativi hanno interessato una decina di giocatori,e tra questi anche Tommasiello”,ha specificato il GM.”Alcuni componenti di questa rosa che stiamo vagliando hanno  ovviamente un ottimo rapporto con coach Bartocci,così come altri,più o meno giovani,hanno in comune valide esperienze in LNP. D’altra parte,in tutta onestà,e a prescindere dall’età,dall’esperienza e di altri profili che pur possono contare nelle nostre scelte,cerchiamo prevalentemente un attributo nei nostri giocatori:la motivazione,la decisione,l’assoluta fedeltà nel progetto e l’impegno incondizionato per il progetto. Per essere chiari,non vogliamo né elefanti né cani che abbaino troppo:vogliamo dei leoni, gente che creda a testa bassa nel lavoro di ogni giorno,che si getti sul parquet,che lotti su ogni pallone e che creda sempre nei match che giocheremo”.

Quanto a particolari più precisi, Ambrosino in conclusione ci dichiara: “I sondaggi sono al momento finalizzati su una ricerca in due comparti:la regia e la presenza sottocanestro. Questi due ruoli saranno essenziali e determinanti,sia nella costruzione del roster sia nello sviluppo del nostro modello di gioco. Questo modello poi,rispetto agli altri ruoli,e sempre se dovessimo centrare in nostri obiettivi nell’asse play/pivot”,precisa infine il GM,”potrebbe basarsi su un meccanismo di reciproca intercambiabilità degli innesti.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy