Napoli Basketball: si rinasce lì dove si morì

Napoli Basketball: si rinasce lì dove si morì

Commenta per primo!

Un test a porte aperte che si è tenuto proprio lì dove la storia della pallacanestro napoletana ha consciuto l’ennesima quanto lancinante interruzione in questo triennio diabolico, da cui si spera di uscire con questa nuova rinascita. Era l’8 dicembre del 2010, e in un clima infuocato, di rabbia , di lacrime ma anche di rassegnazione, la NPN di Massimo Massaro, seconda in classifica nel girone C di B Dilettanti ma già travolta dalle difficoltà di insolvenza ordinaria, affrontava l’Autosoft Scauri, sua rivale all’inseguimento della futura neo-promossa Chieti.  
Finì 73-70, con un squadra che, nonostante fosse al limite del burrone e priva del faro Claudio Ciampi, giocò con professionalità e dedizione encomiabili, lottando fino al 40′ , quando fallito il controattacco del sorpasso, il cannoniere laziale Requena chiuse i conti, schiacciando metaforicamente sulla partita e su quei 7 mesi vissuti tra ansie di riscatto e continue paure di cadere in un precipizio poi materializzatosi.
Lo scenario che oggi invece è aleggiata nel tempio scafatese è sembrata invece presupporre un diverso spirito, e per la partita in sè (un test amichevole), e soprattutto per le ambizioni di vertice che, nella diversità di categoria, accoumnano le due realtà.
La creatura di coach Pieri difatti, pagata la scottatura dello scorso anno con la  eliminazione in semifinale play-off contro Fabriano (poi ripescata in DNA),si ripropone come forza d’urto del girone C alternativa ad Agrigento, Rieti e Reggio Calabria, confermando in blocco molti fra i protagoinsti del pur valido 2010/2011, chiuso in regular season con un egregio secondo posto: da Richotti a Requena, da Raskovic all’ex di giornata Gabriele Pignalosa, fino a Violo e Valentino.   

Quanto alla partita, che godrà di una replica in data 3 settembre presso il PalaBarbuto di Fuorigrotta,Il coach Maurizio Bartocci ha fatto ruotare tutti gli effettivi a disposizione ad eccezione di Nelson Rizzitiello e Nunzio Sabbatino, fermi per riposo precauzionale.
Di fronte a circa 200 spettatori, le due squadre si sono fronteggiate per 40 minuti con punteggio azzerato al termine di ogni frazione. Questi i parziali dei singoli quarti: Scauri-Napoli 17-20 (miglior realizzatore Musso 8), 17-18 (Iannilli 6), 20-20 (Gatti 6), 18-18 (Musso 6).
“A sprazzi abbiamo giocato una discreta pallacanestro, con un buon atteggiamento, tanta volontà e energia”, ha commentato a fine gara Bartocci. “Abbiamo usato la testa come avevo chiesto, c’è stato solo un piccolo passaggio a vuoto ma ci siamo subito rimessi in carreggiata cercando di applicare gli schemi e di ragionare. Con l’organico al completo faremo ulteriori passi avanti”.
La preparazione riprenderà lunedì 29 alle ore 10 presso la pista di atletica dello Stadio San Paolo. Nel pomeriggio il trasferimento al PalaBarbuto alle ore 17.30.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy