Nuova categoria, vecchio avversario; al Mandela Forum in arrivo l’Acmar Ravenna

Nuova categoria, vecchio avversario; al Mandela Forum in arrivo l’Acmar Ravenna

Commenta per primo!

Nel monday night della 8° giornata di andata della Lega Silver va in scena, a solo cinque mesi di distanza dalla finale playoff  del girone B della DNB 2012/2013, il remake della sfida fra squadre leonine; i biancocelesti di casa ospitano quelli bizantini dell’Acmar Ravenna. Molta acqua è passata sotto ai ponti. Gli ospiti hanno mantenuto buona parte del roster che li ha portati a vincere il campionato e la coppa di categoria dell’ultima stagione. Stravolta invece la rosa dei fiorentini, che hanno riproposto il solo enfant du pays Cosimo Fontani del roster che ha ceduto le armi alla squadra romagnola nella summenzionata finale. Per adesso i risultati sembrano dare ragione ai Leoni bizantini, autori di una partenza super in Silver che li vede leader della Lega (in coabitazione). Solo due sconfitte, la prima in casa contro Treviglio (di solo due punti), la seconda contro Omegna (unica vera brutta sconfitta), vittorie contro Mantova, Lucca, Roseto e Matera. Per riprendersi da un cattivo inizio di stagione invece l’Affrico Firenze presenta tante importanti novità; in primis nuova guida tecnica, con coach Attilio Caja che ha preso le redini della squadra. Entusiasmo e curiosità in città e non solo per questo ritorno; queste le sue parole in vista dell’importante sfida che dovrà dare una svolta decisiva alla stagione fiorentina: “la parola chiave per affrontare la partita con Ravenna e? energia. Dobbiamo giocare senza paura, con aggressivita?. La squadra deve imporre il proprio gioco agli avversari. A costo di commettere degli errori, dobbiamo essere decisi. La cosa sbagliata fatta con decisione ha una maggiore efficacia di quella giusta fatta senza decisione”. La squadra sembra essere entusiasta della nuova guida; niente contro l’ex coach Giordani, ma l’idea di essere allenati da un maestro come il pavese elettrizza la rosa affricana.Anche il leader Brandon Wood così si espresso a riguardo; “abbiamo un nuovo sistema, l’importante sara? eseguire. Il coach e? molto attento ai dettagli, corregge tutti, non lascia che si prosegua senza aver capito dove si e? sbagliato”. Ultima grande novità proposta dalla società fiorentina riguarda l’innesto di un giocatore d’esperienza a completare la rosa. Infatti proprio oggi è stato annunciato l’arrivo del fiorentino Marco Rossetti. Nato a Firenze il 12 febbraio del 1980, cresciuto nel settore giovanile della Mens Sana Siena, expertize di Lega Due con le maglie di Pallacanestro Reggiana, Orlandina Basket e Virtus Imola, Pistoia, Scandone Avellino, Veroli, Livorno,  Casale Monferrato e Ostuni. Ha indossato anche le maglie delle nazionali under 18, 20 e quella della maggiore per 6 volte. Capace di giocare più ruoli (dalla guardia all’ala forte), 203 cm di altezza,  26 partite con 2,4 punti, 3,9 rimbalzi in 22  minuti di media nell’ultima stagione. Esperienza al servizio della squadra, in bocca al lupo al concittadino, che arriva come free agent. Siamo sicuri che saprà contraddire il brocardo nemo propheta in patria. Probabilmente non sarà ancora di questa partita. In attesa di una prestazione super dei locali, di due punti che sono fondamentali per il proseguo della stagione biancoceleste, analizziamo gli avversari di turno. Guida della squadra emiliana coach Lanfranco Giordani. In comune con Caja ha la guida tecnica di Rimini, molta esperienza quale coach della Ravenna femminile alla guida della quale ha anche vinto il premio quale miglior allenatore del campionato di A2/F girone Nord,  dal 2012 coach dell’Acmar Ravenna.  Sei sono i giocatori autori della vittoriosa cavalcata dello scorso anno, campionato esaltante che ha avuto nelle 20 vittorie consecutive il suo punto massimo. Francesco AMONI, ala-centro classe ’84, 201cm di altezza.  capitano dell’ Acmar dal 2010. Il ventinovenne nativo di Gualdo Tadino è dotato di un grandissimo tiro da 3 punti, un discreto gioco nel post basso ed un ottimo senso di posizione difensiva. Lo scorso hanno ha chiuso la stagione con 12,3 punti e 6,2 rimbalzi di media in circa 28 minuti di utilizzo. Quest’anno 14 punti e 6 rimbalzi di media per lui. Giacomo CICOGNANI centro-ala classe ’92,  205cm di altezza, prodotto del settore giovanile, ha partecipato anche agli europei Slovenia 2012 con la nazionale azzurra under 20. E’ un lungo molto mobile, dotato di una grandissima elevazione, tecnica individuale discreta e dotato di un buon tiro dalla media distanza. 9,4 punti e 6,2 rimbalzi di media nella passata stagione per l’idolo di casa ravennate. Luca BEDETTI ala-guardia classe ’89, 193 cm di altezza, nato e cresciuto a Santarcangelo, approdato a Ravenna insieme a Rivali. Forte nelle penetrazioni, ottimo difensore di 1 contro. Nella passata stagione ha chiuso al decimo posto della classifica marcatori con 13,6 punti di media, ai quali vanno aggiunti anche 3,6 rimbalzi e 2,7 palle recuperate a partita Eugenio RIVALI play classe ’85, 178 cm, ex Trento e Gualdo Tadino, arrivato a Ravenna insieme al compagno Bedetti, secondo miglior giocatore della DNB l’anno passato, ottimo steeler e passatore, alla sua seconda stagione in terra ravennate. Lo scorso anno ha fatto registrare anche 10,3 punti oltre 5 falli subiti. Giorgio BROGLIA, ala classe ’86, ala di 198 cm. Anch’esso ex Santarcangelo. Nativo di Pesaro, sesto del roster,  ottimo ball-handling, rapidità di esecuzione, la stagione scorsa 10 punti a partita e oltre 7 rimbalzi di media, MVP delle final four di coppa italia DNB. Andrea LOCCI centro classe ’93, 205cm di altezza, giovane promessa. Mattia RICCI under classe’ 95, play-guardia di riserva. Simone PILLASTRINI, ala classe ’95 e 195 cm di altezza, figlio d’arte; Ed ecco i nuovi arrivi operati sul mercato dalla squadra ravennate. Francesco FOIERA, veterano della squadra romagnola, ala/centro classe ’75, 207cm di altezza, grande esperienza per lui, ex di Imola, Varese (con cui ha vinto una Supercoppa italiana), Roseto, Ferrara, Caserta, Livorno, Veroli, Forlì, Rimini, Brindisi nel suo glorioso passato. Nativo di Cesena, eccellente tiro da 3, chioccia educatrice per tutti i lunghi della rosa ravennate. 12 punti in 21 minuti di media per lui in campo. Adam SOLLAZZO, guardia nativo di Tampa Bay, Florida, classe ’90, primo straniero nella storia del Basket Ravenna. Ultima stagione di NCAA con 15 punti, 5,5 rimbalzi e 4,3 assist a partita, guadagnandosi il diritto a partecipare ad un paio di training camp estivi con due squadre NBA, non andati però a buon fine. Ex di Timisoara, in Romania e Lipsia in Germania. 20 punti, 6 rimbalzi e 2 assist di media per lui in questo inizio di stagione sull’Adriatico. Osservato speciale. Matteo TAMBONE play di riserva classe 1994 proveniente dalla Acea Roma. Dotato di un ottimo fisico (1,92 m di altezza), Tambone ama buttarsi a canestro ma non disdegna neanche un tiro da fuori. Un roster che fino ad ora non ha deluso le attese. Complimenti alla società ravennate. Nota di colore! Al Mandela Forum l’Acmar giocherà nell’arena più capiente della sua storia.  Grande entusiasmo anche del tifo romagnolo; almeno due pullman di tifosi al seguito della squadra. Queste le parole di coach Giordani dopo l’amichevole di lusso di giovedi sera contro l’ AGET Imola di Lega Due Gold. “Stiamo vivendo un ottimo momento, tecnico e mentale. Abbiamo giocato una partita amichevole positiva contro Imola giovedì, dove ho visto il giusto entusiasmo e un buon lavoro tattico da parte dei miei ragazzi: ora si tratta di volgere l’attenzione a Firenze, dove andremo a giocare con la serenità e la consapevolezza di avere fatto tutto il lavoro necessario per fare risultato. Proveremo a vincere, consapevoli di affrontare una squadra in difficoltà che ha appena cambiato allenatore: i giocatori vorranno dare il massimo per riscattare un periodo negativo e potranno godere dell’energia data da coach Attilio Caja, coach dalle doti mentali e tecniche di primo livello. Il cambio di allenatore mischia le carte a livello tattico, ma cercheremo di non farlo diventare un problema puntando sui nostri punti di forza”. Dirigeranno la partita di Firenze i signori Beniamino Attard di Siracusa, Daniele Caruso di Roma e Gabriele Gagno di Treviso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy