Omegna, si avvicina l’esordio a Roseto

Omegna, si avvicina l’esordio a Roseto

Commenta per primo!

Inizia con la trasferta in quel di Roseto, la stagione della Paffoni  Omegna nel campionato di Legadue Silver. Non sarà della partita Andrea Saccaggi a causa di uno stiramento. Una  Paffoni che comunque potrà  sul talento del duo americano formato da James e Shepperd, oltre sotto canestro, alla fisicita’  dei pivot  Borra e Paci, attesi dal duello contro il pari ruolo avversario  Bisconti,mentre  il duo americano di Roseto e’ formata da Legion e Sowell.

Interessante  in cabina di regia la sfida con De Nicolao da una parte e Stanic dall’altra.

Probabilmente, nonostante l’assenza di Saccaggi, coach Di Lorenzo potrà avere   delle rotazioni più lunghe dalla panchina da dove usciranno i vari: Bianchi,Farioli e Paci. L’inizio  della gara e’ per domenica alle ore 18,00, in quel di Roseto, ci presenta la sfida il vice allenatore della Fulgor Federico Perego : “Sarà sicuramente una gara complicata come ogni esordio in campionato, mi aspetto un clima abbastanza “caliente”, e un palazzetto pronto a sostenere la compagine di casa, Roseto è una squadra organizzata con due buoni Americani che cercheremo di limitare dovremmo giocare un match gagliardo in difesa”.

Che squadra è Roseto?

“Hanno questo quintetto: Stanic, Legion, Sowell,Genovese e Bisconti, dalla panchina Leo cambia i lunghi, mentre sugli esterni dal pino entrano dei giovani ma solo per pochi minuti,Bisconti lo conosciamo bene, Sowell ha giocato per molto tempo in Sud America è un buon giocatore nell’uno contro uno, Legion è una guardia con un buon tiro”.

Come state come squadra?

“Sicuramente c’è una componente emotiva importante per il debutto, non abbiamo avuto molto tempo per lavorare insieme e abbiamo avuto qualche problema fisico, questo ritarda un po’ la costruzione dell’identità di squadra”.

Che campionato si aspetta, Di Lorenzo ha detto che si parte un po’ al buio?

“Sicuramente come dice Giampaolo (Di Lorenzo ndr) è molto al buio, bisognerà aspettare 4-5 giornate, al di là del valore degli Americani, bisogna vedere come si integrano con gli Italiani, noi siamo soddisfatti di come si stanno miscelando James e Shepperd all’interno del nostro gruppo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy