Pesaro vince il test contro Recanati di scena al vecchio Hangar

In 2000 al vecchio Hangar per il derby Pesaro-Recanati.

Commenta per primo!

Secondo test di presesason per l’Ambalt Recanati con il livello di difficoltà decisamente più alto rispetto alla prima uscita. Pierini e soci channo incrociato la strada della rinnovata Consultinvest Pesaro di coach Piero Bucchi in una gara dove è stato rispettato il canonico copione del punteggio azzerato a ogni inizio quarto. Caldo e umido nella serata del Palasport di Viale dei Partigiani dove quando la VL chiama, il suo pubblico risponde sempre. Sarà per la curiosità di vedere all’opera i biancorossi per la prima volta sul suolo pesarese, o sarà l’ineguagliabile passione dei tifosi per i suoi colori, fatto è che la gradinata opposta alle panchine del vecchio hangar è gremita con tanto di tifo organizzato abbarbicato in curva. In campo ha prevalso la differenza di categoria con la Consultinvest che pur orfana di Jones e Fields si è aggiudicata tutti i periodi disputati con scarti comunque contenuti dai leopardiani protagonisti globalmente di una prestazione non esaltante ma che può sicuramente starci considerando il periodo di preparazione e il cartello dei lavori in corso abbondantemente esposto.

Calvani ha schierato inizialmente quello che nella mente del coach romano è al momento lo starting five ideale. Sorrentino con Billbury, Pierini, Maspero e Jalen Reynolds alla suo esordio dopo neanche una settimana di allenamento con la nuova squadra. Primo quarto iniziato col freno a mano tirato per l’Ambalt che subisce l’avvio dei locali spinti da Thornton e dall’ex Ceron. 16-2 per la VL dopo i primi 5′, Calvani assesta la squadra a suon di time out e Recanati riesce a recuperare qualcosa fino al 19-11 della prima sirena. Il secondo periodo è più equilibrato con l’Ambalt che tiene il vantaggio per lunghi tratti fino a subire la rimonta dei locali che finalizzano con un contropiede del giovane Cassese il 24-21 finale. La Consultinvest approccia meglio anche il terzo capitolo di partita, va sul 18-3 e doppia sul 24-12 i recanatesi all’ultima pausa. L’ultimo scampolo di amichevole vede nuovamente l’equilibrio con il sigillo di Thornton e Nnoko sul 17-13 per Pesaro. Nell’Ambalt in doppia cifra Reynolds, che ha dato vita a un duello ad alta quota con il camerunense Nnoko, e capitan Pierini.

Consultinvest Pesaro – Ambalt Recanati 84 58 (19-11, 24-19, 24-12, 17-13)

Consultinvest: Bocconcelli, Gazzotti 3, Cassese 4, Thornton 12, Jasaitis 13, Ceron 17, Serpilli, Nnoko 15, Zavackas 5, Harrow 15. All.Bucchi
Ambalt: Reynolds 15, Marini 3, Pierini 14, Armento n.e., Loschi 6, Bolpin 3, Andrenacci n.e., Sorrentino 4, Maspero, Billbury 4, Spizzichini 6, Breccia n.e. All.Calvani

Dopo l’amichevole di Pesaro l’Ambalt osserverà una mezza giornata di riposo giovedì. Nel pomeriggio, alle ore 18.00, la squadra si ritroverà in palestra con appuntamento al PalaPrometeo Estra “Liano Rossini” di Ancona, la nuova casa dei gialloblu con aprirà le porte alla squadra di Marco Calvani per la prima volta in questo precampionato. Nella mattinata di giovedì i giocatori Leonardo Marini, Jalen Reynolds e Korey Billbury saranno ospiti del Camp del CAB Stamura proprio nel palasport anconetano. Venerdì 9 si torna in campo e stavolta al PalaCingolani di Recanati. Alle ore 21.00 c’è la semifinale del torneo “Le Marche a Canestro” che seguirà il match inaugurale tra la Poderosa Montegranaro e i Roseto Sharks.

Uff.Stampa Ambalt Recanati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy