Poderosa, presentato Matteo Palermo

Poderosa, presentato Matteo Palermo

Ecco le prime parole dell’ex Verona.

di La Redazione

Continuiamo a conoscere i volti nuovi della XL EXTRALIGHT® versione 2018/2019. Stamattina nel quartier generale di GetBy, nuovo partner tecnologico della Poderosa, è stato presentato alla stampa Matteo Palermo, nuovo playmaker gialloblu.

Gli onori di casa li ha fatti il direttore commerciale dell’azienda di telecomunicazioni con base a San Marco alle Paludi di Fermo, Fausto Bottoni. «Sosteniamo la Poderosa perché è la squadra di pallacanestro di riferimento di questo territorio – ha sottolineato Bottoni – noi parliamo di connessioni partendo da questo territorio ed allargandoci poi a livello nazionale. Noi cerchiamo di migliorare la vita delle aziende e delle persone con la nostra tecnologia: connettere le persone significa farle vivere meglio». All’interno dell’accordo, GetBy porterà internet ad alta velocità al PalaSavelli e nelle case dei giocatori a Montegranaro.

Dopo l’introduzione, il microfono è passato al nuovo regista della Poderosa. «E’ normale che questa fase della stagione sia contraddista dalla fatica sia sotto il profilo fisico che mentale – ha affermato Palermo – è il momento in cui si gettano le basi e ci si comincia a conoscere. Per cui nessun allarme dopo una prestazione così così come quella contro Roseto. Ne abbiamo parlato, ma credo che non ci sia da allarmarsi per una prima amichevole prestagionale. Ci sono tanti elementi che possono influenzare queste partire, vanno prese con le pinze».

Palermo prende il testimone ed ha avuto come mentore un grande ex gialloblu come Eugenio Rivali. «Eugenio ha scritto pagine importanti di storia per questa società, riportandola in A2 – ha ricordato il ventisettenne romagnolo – sono legato a lui per i tre anni in cui abbiamo giocato insieme, vincendo campionati ed apprezzandone le qualità tecniche ed umane. Abbiamo similitudini e differenze, ma quelle le lascio dire agli altri».

Palermo indosserà il numero 12, «l’ho avuto sin da piccolo ma non c’è un motivo particolare», ma soprattutto in queste settimane ha un traguardo importante da raggiungere fuori dal campo: «Sto ultimando la tesi di laurea in Scienze Motorie all’università di Bologna – ha raccontato il play ex Verona – dovrei farcela per dicembre. È stata una via crucis, ma ormai sono arrivato al termine! Non è semplice conciliare i tempi dell’attività sportiva con quelli dello studio».

 

Ufficio stampa Poderosa Pallacanestro Montegranaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy