Proger Chieti a Treviso per chiudere il discorso salvezza

Proger Chieti a Treviso per chiudere il discorso salvezza

La presentazione della gara tra Chieti e Treviso.

Dopo la sosta di due settimane dovuta alla “Final Eight” di A2, vinta con merito da Scafati, la Proger Chieti si prepara ad affrontare la prima delle due trasferte consecutive. Domenica 13 la Proger dovrà vedersela contro la capolista De’ Longhi Treviso, che viaggia a quota 34 punti insieme alla Dinamica Mantova.

Un impegno sicuramente non facile per la truppa di Galli che vuole il prima possibile mettere in cassaforte il discorso salvezza, mettendo a distanza di sicurezza Legnano e Jesi distanti 4 punti.

Sulla sponda biancorossa, il morale è nettamente sollevato dopo la buona prestazione offerta in casa contro Ravenna, che ha visto le “Furie” vincere per 74-68 dopo un incontro combattuto e sofferto, ma condotto sin dall’inizio della contesa. Dunque, Chieti questa volta è riuscita ad avere la meglio sulla “paura di vincere” patita contro Mantova, Imola e Roseto, dove la vittoria è sfuggita negli ultimi secondi di gara. E in queste ultime sei partite della regular season, la Proger vorrà conquistare più punti possibili e arrivare ad una tranquilla salvezza come pronosticato ad inizio stagione. L’impegno di Treviso sarà sicuramente non facile, ma c’è da dire che l’anno scorso Chieti fece bella figura al prestigioso PalaVerde di Treviso, mancando la vittoria negli ultimi minuti finali, uscendo tra gli applausi dei 5000 trevigiani presenti sugli spalti.

All’andata, Treviso espugnò il PalaLeombroni per 80-65, grazie ad un incontrenibile Marshawn Powell, autore di ben 24 punti. E all’andata, alla Proger non bastarono i 28 punti di Ty Abbott, che proprio nella settimana seguente alla sconfitta passò alla De’ Longhi Treviso per prendere il posto di Corbett, incastrato dall’antidoping per uso di cannabis.

La squadra allenata di coach Pillastrini viaggia ad una media di 77.6 punti a partita, tirando con il 52% da due e il 35% dall’arco dei 6.75, presenta un roster giovane misto ad elementi di spessore. Oltre al già citato Ty Abbott (13), Treviso presenta un altro ex biancorsso: il lungo Andrea Ancellotti (7.5). Il lungo reggiano si alternerà con l’esperto Tommaso Rinaldi (7.7). Matteo Fantinelli (10.6) e la giovane promessa classe ’97 Davide Moretti (6.5)  costituiscono la coppia di playmaker, mentre sugli esterni spazio all’italoargentino Augustin Fabi (7.2), Matteo Negri (8.3) e Malbasa. Sotto le plance, oltre a Rinaldi e Ancellotti, occhio all’ala grande Marshawn Powell (15.6) best scorer finora dei biancoblu abile anche al tiro dalla lunga distanza (40%).

La palla a due è fissata per le ore 18, presso il PalaVerde di Treviso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy