Qui Agrigento: battere Recanati per ripartire

Qui Agrigento: battere Recanati per ripartire

Commenta per primo!

Continua il periodo poco felice della Fortitudo Agrigento del Presidente Salvatore Moncada, ritornata a mani vuote dalla doppia trasferta della settimana scorsa.  Quattro punti dopo sei turni, penultimo in classifica in compagnia di Reggio Calabria e Firenze, a soli due lunghezze dal Bari ultimo in classifica, evidenziano un deludente bilancio di inizio stagione della squadra agrigentina. Dopo la brutta sconfitta subita contro Ferrara nel turno infrasettimanale di giovedì 31 ottobre, nella gara giocata a Chieti domenica scorsa contro la Proger, nonostante la sconfitta, i ragazzi di coach Franco Ciani, nel complesso, hanno evidenziato segnali positivi. Buona reattività mostrata dalla squadra, capace di riequilibrare nella seconda parte una partita compromessa dal primo quarto disastroso, trascinata da uno sfavillante  Kwame Vaughn (29 punti, 7 rimbalzi e 27 di valutazione) e da Fabio Mian autore di una buona prestazione (15 punti in 26 minuti), usciti entrambi per falli nei minuti cruciali della gara. Notizie poco incoraggianti continuano ad arrivare, invece, dalla panchina. A differenza della passata stagione, in questa prima parte della stagione il contributo fornito alla causa agrigentina dalle rotazioni è palesemente deficitario. Ad iniziare da domenica prossima per la settima giornata del campionato Dna Silver, scrollarsi di dosso la pressione dovuta a questo inizio difficile di campionato e ripartire per la conquista di posizioni più nobili, approfittando dell’attuale classifica corta,  è un imperativo.

A fare visita domenica prossima alla Fortitudo Moncada Agrigento sarà il Basket Recanati del Presidente Giuseppe Pierini, reduce dalla partita emozionante, giocata domenica scorsa contro la Torrevento Bnb al PalaCingolani, conclusa sul filo di lana dopo due over time con il risultato di 98 a 96 per il club leopardiano. La squadra maceratese, sfruttando al meglio i tre turni casalinghi fin qui giocati, è posizionata con 6 punti ad una vittoria di distanza dal folto gruppo attualmente al comando della classifica con 8 punti.

“Mi auguro che domenica ci sarà la giusta reazione. Abbiamo bisogno di una vittoria, abbiamo bisogno di convincere soprattutto noi stessi che siamo dei buoni giocatori. –  A parlare è il direttore sportivo della Fortitudo Moncada Agrigento, Cristian Mayer – Domenica voglio vedere i fatti che dovranno seguire tutti i discorsi fatti in settimana. Non siamo una società che cerca alibi e vogliamo dimostrare che siamo capaci di uscire dalle difficoltà con le nostre forze”.

Gli fa eco l’allenatore, Franco Ciani, che ha spiegato come questa settimana la squadra ha lavorato in maniera intensa: “come è giusto che faccia una squadra che viene da due sconfitte”. Sull’aspetto tecnico che riguarda gli avversari, però, Franco Ciani parla dell’intensità di squadra di Recanati, capace di vincere una partita contro Corato dopo due supplementari. “Vuol dire – ha continuato il coach biancazzurro – che ci troveremo dinnanzi una squadra che ha una grande solidità. Per quello che riguarda i singoli, gli americani Mosley e Starring sono due giocatori di tasso tecnico molto elevato. Pierini e Gnaccarini rappresentano la continuità con l’anno scorso, due vecchie volpi (anche se non di età), che capiscono i momenti della partita e sanno saltare al collo dell’avversario. Fantinelli è una delle più belle conferme di questo campionato. E poi Pettinella, che obiettivamente dentro l’area è una presenza ingombrante”

In sostituzione di coach Piero Coen, trasferitosi in estate a Jesi per allenare la squadra marchigiana militante nel campionato Dna Gold, alla guida della squadra recanatese è stato chiamato Massimo Bernardi, coach navigato con oltre venti anni di esperienza, arriva nella città di Giacomo Leopardi dopo aver girovagato per l’intero stivale, isole comprese (Sassari e Ragusa). Con gli “Angels” Sant’Arcangelo, sua città natale e a Capo d’Orlando prima di essere sostituito da Pozzecco, le ultime due stagioni. Coach di Alessandro Piazza nella stagione 2007/2008 a Fabriano, tra i nomi di spicco allenati dal coach romagnolo ricordiamo Carlton Myers e Massimo Bulleri.

Il capitano di lungo corso, Attilio Pierini, undicesimo anno di militanza con la canotta gialloblu, ala nativa di Loreto (AN) del 1981, anima e colonna portante della squadra,  guida il trio degli atleti reduci dalla passata stagione.  Gli altri due atleti riconfermati sono Marco Gnaccarini, play di 32 anni e l’ala ’under Fabio Stefanini. Gli uomini di Franco Ciani una particolare attenzione la dovranno dedicare al trio americano composto dalla guardia Sean Tavon Mosley, proveniente dal campionato polacco,  migliore per punti realizzati (19.6 in 36.81 minuti di gioco);  da Daman Starring guardia, primo anno in Europa  arrivato dal college  dell’Irvine University e dal centro italo-americano Ryan Pettinella conoscitore dei campionati italiani per aver indossato i colori di Veroli e Montegranaro.

Ad alternarsi in regia con Marco Gnaccarini è Matteo Fantinelli, solido e veloce play di 195 cm classe 1993, dotato di un buon tiro, grazie alla fisicità posseduta è bravo nell’attaccare il canestro.  Cresciuto nelle giovanili della Fortitudo Bologna, è poi passato in sponda Virtus, con cui ha esordito nella massima serie nella stagione 2010/2011. Nella passata stagione ha militato con gli “Stings” della Pallacanestro Mirandola. Contribuiscono all’economia della franchigia leopardiana partendo dalla panca Rey Pullazzi centro di 203 cm classe 1993 proveniente dallo Scauri e l’ala ventenne Lorenzo Tortu’, scuola Scavolini Pesaro, protagonista nella vittoria di domenica scorsa contro gli “Orange” di coach Cadeo. Chiamato da coach Bernardi nell’over time a sostituire capitan Pierini uscito per falli, il giocatore di Atri ha risposto presente realizzando 7 punti, contribuendo sensibilmente alla vittoria finale.

Gli unici precedenti tra le due squadre che, domenica prossima al PalaMoncada (inizio alle ore 18.00), si contenderanno i due  punti importanti, risalgono alle gare disputate nella regular season del torneo scorso di Dna, vinte entrambe dalla squadra siciliana. A dirigere la gara sono stati designati gli arbitri Gianfranco Ciaglia di Caserta, Duccio Maschio di Firenze e Luca Maffei di Preganziol (TV).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy