Qui Agrigento: il punto del DS Christian Mayer

Qui Agrigento: il punto del DS Christian Mayer

Commenta per primo!

PORTO EMPEDOCLE (AG) – Questa mattina, presso la sala stampa del Palazzetto “Raimondo Moncada” di Porto Empedocle, prima conferenza stampa della stagione 2013/2014 del direttore sportivo della Fortitudo Agrigento Cristian Mayer.

Il ds della società agrigentina ha voluto fare il punto sugli obiettivi stagionali ed il mercato nei suoi molteplici aspetti.

La società per il prossimo campionato di Legadue Silver si prefigge, esordisce il dirigente della Fortitudo, di costruire una squadra competitiva, che lotti per il massimo risultato possibile. Non abbiamo la velleità di vincere, ma vogliamo essere tra i protagonisti del campionato, magari riuscendo a centrare l’obiettivo play off“.

 “Puntando anche per questa stagione sulla filosofia del gruppo, continua Mayer, si intende costruire una squadra combattente, costituita da giocatori  bravi tecnicamente,  senza tralasciare l’aspetto caratteriale di ogni singolo elemento chiamato a vestire i colori della Fortitudo Moncada Agrigento. Un team che sappia divertire il pubblico, che faccia affezionare ancor di più gli sportivi agrigentini per la dedizione, la voglia e la fame che metteranno in campo i giocatori”.

Dopo aver parlato sugli obiettivi prefissati, il dirigente agrigentino si è soffermato sull’argomento mercato. E parlando di mercato non si può non fare subito cenno alla novità della stagione, i due possibili tesseramenti dei giocatori americani. Tuttavia, il ds della Fortitudo ha sottolineato la volontà della società a non spendere subito entrambi i tesseramenti extracomunitari, bensì uno che abbia delle caratteristiche e ruolo ben definiti.  

“Sul mercato extracomunitario la nostra preferenza è quella di tesserare una guardia-ala, dice Mayer, con punti nelle mani, che penetri, crei gioco, liberi i nostri tiratori e riesca a fornire assist al pivot”.

Anche se in occasione della summer league di Jesolo il coach della squadra siciliana Franco Ciani ed il direttore sportivo, hanno avuto la possibilità di vedere all’opera alcuni elementi interessanti che potrebbero soddisfare le esigenze tecnico-tattiche del coach friulano,  per domani è prevista la partenza per gli Stati Uniti del numero uno della società, Salvatore Moncada, in compagnia del ds.  Il viaggio in Usa, come è stato precisato nella conferenza di questa mattina, non ha lo scopo di andare a chiudere trattative, bensì a prendere contatto, grazie alle conoscenze personali del Presidente Moncada, con un importante procuratore americano: Bill Duffy.

Passando all’argomento riconferme Mayer ha continuato:

“Con i giocatori che volevamo riconfermare, probabilmente, non ci dovrebbero essere problemi. Fatta eccezione per Michele Giovanatto e Vincenzo Di Viccaro per i quali esiste già un contratto in essere, per il resto ancora non possiamo parlare di ufficialità, visto che ancora non è stato messo nero su bianco. Relativamente al mercato degli under 22, siamo in via di definizione delle trattative. Mi auguro che in settimana si riesca a chiudere il discorso con Fabio Mian e Rino De Laurentiis Per quando riguarda il passaportato, invece, stiamo rinegoziando il contratto con Albano Chiarastella“.

Ma con la brava ala argentina, fondamentale pedina dello scacchiere di Franco Ciani, da quello che si è intuito dalle dichiarazioni del ds agrigentino, non ci dovrebbero essere grossi problemi circa la riconferma  per il terzo anno consecutivo con la formazione agrigentina.

Altro argomento trattato dal dirigente di Jesolo è stato riservato al mercato degli italiani  ed in particolare sulla costruzione della colonna portante del quintetto, l’asse play-pivot. Il desiderio della società agrigentina è indirizzata su un binomio di esperienza che faccia fare un salto di qualità alla squadra. Sui nomi nulla è trapelato, ma circa la qualità dei giocatori contattati è stata data ampia garanzia.

Altro discorso è stato fatto per il cambio del play su cui nulla è scontato. I candidati a ricoprire il ruolo, sono entrambi i giocatori che si sono alternati in cabina di regia nella passata stagione per i quali Mayer ha espresso grandi parole di elogio

Siamo molto contenti della stagione di Daniele Demartini, perché ha avuto un rendimento alto e costante. In difesa è stato un pilastro, uno dei più forti difensori sul playmaker che io abbia visto. Ma anche in attacco ha fatto vedere cose egregie. Per Peppe Anello la stagione appena conclusa  è stata la migliore disputata con la Fortitudo dal punto di vista della maturazione. Tutto dipenderà dalla volontà dei due giocatori e dalle scelte  che saranno fatte in merito al ruolo del play titolare“.

Il quadro sembra chiaro: si riparte per una nuova affascinante avventura, quello del prossimo campionato di Legadue, puntando su una stagione vissuta da protagonisti, ricca di soddisfazioni per la società ed il pubblico dell’intera provincia agrigentina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy