Qui Chieti: la situazione roster e sponsor

Qui Chieti: la situazione roster e sponsor

Ormai la stagione è alle porte e dopo un’estate da brivido per la Pallacanestro Chieti (c’è stato seriamente il rischio di non poter disputare la Legadue Silver), adesso è tutto risolto e la società biancorossa si è messa a lavoro per costruire il roster che affronterà un’annata importante come questa.

Tantissimi i cambiamenti in casa Chieti, a partire dal Title-sponsor che non sarà più la BLS (dopo tre anni da main sponsor, che resterà comunque tra i Partner della società) ma la Proger di San Giovanni Teatino, studio di ingegneria, architettura ed urbanistica di fama mondiale. Ma non cambierà solo il nome della squadra abruzzese, anzi nella stagione che verrà vedremo una Chieti totalmente diversa: a partire dalla panchina, sulla quale non ci sarà più Coach Domenico Sorgentone (al termine di tre stagioni contraddistinte da risultati storici, come le promozioni in DNA prima ed in Legadue Silver poi), la nuova guida tecnica sarà Coach Nino Marzoli, icona storica della pallacanestro Chieti, con la quale ha scritto già pagine indelebili. Il Presidente biancorosso Di Cosmo ha espresso il desiderio ed il piacere di puntare sul nuovo tecnico, e Coach Marzoli ha accettato con grande entusiasmo di far parte del nuovo programma societario, volto a dare una forte identità teatina, sin da subito si è dimostrato pronto a raccogliere questa insidiosa sfida.
Nuovo arrivo registrato anche per quanto riguarda la situazione dirigenziale, infatti sarà Michele Paoletti, 38 anni, ad assumere il ruolo di Direttore Generale della società biancorossa. Paoletti è autore di importanti esperienze professionali nei campi dell’editoria e dello sport e negli ultimi 11 anni ha rivestito il ruolo di Responsabile Comunicazione, Responsabile della Segreteria per l’Aurora Basket Jesi, con cui ha preso parte a campionati di Lega Serie A e Legadue.

Per quanto riguarda l’organico, c’è stata una vera e propria rivoluzione anche qui: unica conferma quella della guardia Manuel Diomede (l’esterno campano classe ‘90 vestirà la divisa delle Furie per il quarto anno consecutivo, nell’ultima annata ha viaggiato a una media di 8.5 punti), poi, in rapida successione, gli arrivi del play statunitense Showron Glover (Playmaker statunitense di 180 cm, nato in California il 23 aprile 1987, formato nella University of Saskatchewan (Canada), dove nel suo anno da senior si è fatto subito notare registrando 28 punti, 4.7 assist e 4 recuperi di media. Nella prima stagione da professionista ha militato in Svizzera con il Boncourt, mettendosi subito in mostra con oltre 20 punti di media, 6 assist e 3.7 recuperi, da vero leader. Dopo una breve parentesi in Australia con i Wollongong Hawks, Glover è tornato in Europa, in Repubblica Ceca, viaggiando con medie di 15 punti, 5 rimbalzi, 4 assist e 2.7 recuperi. Insomma un acquisto che porterà tanta qualità nel roster teatino. C’è stato il ritorno dell’under Edoardo Di Emidio (playmaker classe ‘93 già di proprietà di Chieti, che viene dal prestito nell’ultima stagione a Lanciano in DNC, dove è si è fatto notare con buone medie come 13 punti, 3.4 assist e 15 di valutazione a match). Altro colpaccio di mercato è quello del centro trentatreenne Mattia Soloperto,210cm di altezza, originario di Portomaggiore (FE), cresciuto con la Fortitudo Bologna, dove ha anche fatto il suo esordio in nella massima serie nel 2000. Acquisto che fa fare un notevole salto di qualità al team biancorosso. Grande esperienza e sempre un punto fermo delle squadre in cui ha militato. La scorsa stagione è stato a Forlì in Legadue, e come sempre è stato uno dei protagonisti con i suoi 18 minuti in regular season ha realizzato 7 punti e presi 6 rimbalzi); nei play-off 20 minuti di gioco, 5 punti e 5 rimbalzi di media.

La stagione è alle porte ma il mercato è ancora lungo, il d.s. Brandimarte è a lavoro per rendere il roster il più competitivo possibile e si parla del pivot Asim McQueen, classe ‘88,203 cm di altezza, lo scorso anno nel campionato finlandese e dell’ala Taylor Darby, classe ‘90,204 cm di altezza, nella passata stagione ha militato in Israele. Preso in considerazione anche l’ingaggio di Roberto Chiacig, classe ‘74, 210 cm di altezza, per anni punto di forza della nazionale azzurra e nella passata stagione ad Agrigento; è avanzata anche l’ipotesi di qualificare il settore under con l’ingaggio dell’ala Matteo Fallucca, classe ’93, 196 cm di altezza, di proprietà della squadra romana, Stella Azzurra. Ci sarà ancora molto lavoro da fare, il mercato della Proger Chieti è cominciato sicuramente in ritardo a causa dei dubbi che hanno accompagnato la squadra durante l’inizio della stagione estiva, ora però che è tutto risolto si pensa a rifinire il roster per permettere alla squadra abruzzese di disputare un grande campionato di LegaDue Silver.
Non è stato trovato un accordo con Andrea Raschi e Fabrizio Gialloreto, ai quali la società aveva comunque fatto una proposta. Il Palazzetto nel quale militerà la squadra biancorossa dovrebbe essere ancora il PalaTricalle risultando problematico un ritorno al Palasantafilomena, impianto nel quale il fattore-campo finisce per avere un peso decisamente maggiore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy