Qui Chieti Preview: al PalaTricalle arriva Reggio Calabria

Qui Chieti Preview: al PalaTricalle arriva Reggio Calabria

In questa terza giornata di campionato LegaDue Silver la Proger Chieti ospiterà sul proprio parquet del PalaTricalle la Viola Reggio Calabria. Match che si prospetta molto interessante: la squadra di casa, reduce da una sconfitta contro Omegna nella seconda giornata, ma vittoriosa nella prima contro Recanati dinanzi agli occhi del proprio pubblico e Reggio Calabria, la quale ha steccato la prima contro Corato per 90 a 67, ma che poi si è subito riscattata dinanzi al pubblico di casa nella seconda giornata con una bella vittoria sulla Fortitudo Agrigento.

Attualmente entrambi i team hanno 2 punti in classifica con una vittoria e una sconfitta, i successi sono arrivati sul parquet di casa per ambedue. Reggio Calabria si presenta al match come un avversario d’eccellenza che vuole rilanciarsi verso un palcoscenico più ambizioso dell’attuale.

La Viola è la principale società di pallacanestro maschile di Reggio Calabria, fondata nel 1966 dal giudice Peppino Viola in onore del fratello, e dichiarata fallita nel 1997. Nel Gennaio 1998 si rimette in gioco sotto il nome di basket Viola Reggio Calabria SPA e successivamente la Nuovo Basket Viola Reggio’98, fallita però nel 2007. Nell’anno 2009-2010 la società calabrese si rimette in piedi sotto un nuovo nome “Team Basket Viola Reggio Calabria” e proprio in quell’anno disputa la serie B dilettanti dove ha militato sino al 2012, anno in cui viene ripescata in Divisione nazionale A, dove ha giocato anche contro Chieti.

Da quest’anno, proprio come la Proger disputa la LegaDue Silver e si presenta a questo campionato con un roster di qualità. Sulla panchina della squadra nero-arancione siede un coach di grande esperienza come Francesco Ponticiello, e a sua disposizione ci sono: nel ruolo di playmaker troviamo i nomi di Gennaro Sorrentino (classe ’85 e 190cm di altezza), Sabbatino Nunzio (classe ’92 e anche lui 190cm di altezza) e il giovane Fortunato Barrile classe ’95; come guardia/ala i nomi caldi sono quelli di Augustin Fabi, Marco Caprari, Keion Bell, Angelo Luzza, Brandon Viglianisi e Kevin Pandolfi.

Sotto canestro mancheranno i centimetri di Malcolm Kirkland, vicinissimo al taglio per problemi fisici (203 cm di altezza, classe ‘90), e nell’attesa che possa arrivare un rinforzo che molti identificano nell’ex Rieti, Sassari, Napoli e Venezia Jiri Hubalek, a dar manforte nel pitturato ci saranno Alessandro Azzaro (202 cm, classe ‘93), Gaetano Spera (ex di Chieti nella passata stagione, 209cm di altezza), Marco Ammannato (grande esperienza, classe ’88 e 202 cm di altezza) e infine il giovanissimo Ion Lupusor, classe ’96, 202cm di altezza.

La Proger si presenta al Match con il roster al completo, nonostante qualche problema in settimana per il lungo ex di turno Mattia Soloperto (mal di schiena) e per il play-maker americano Showron Glover (il quale ha subito un intervento dentistico dopo uno scontro fortuito nel match di apertura con Recanati in cui ha perso un dente).

Dunque squadra completa per Coach Nino Marzoli che vuole assolutamente questi due punti in chiave salvezza, approfittando anche del fattore campo. Si prospetta una grandissima affluenza al PalaTricalle, dunque non manca proprio nulla per far sì che venga fuori un bel match, team determinati a vincere e strappare i due punti e cornice di pubblico pronta a sostenere la propria squadra. Aspettiamo solo la palla a due che sarà lanciata dai signori arbitri Bramante di San Martino Buon Albergo (VR), Tallon di Bologna e Pepponi di Spello (PG). Appuntamento fissato per Domenica 20 Ottobre alle ore 18 al PalaTricalle “Sandro Leombroni ” di Chieti.

QUI VIOLA (a cura di Giuseppe Dattola)

Vigilia di lavoro per la Viola che, affronterà in trasferta il Chieti. Oggi la truppa neroarancio partirà alla volta della città abruzzese con l’obiettivo di centrare un risultato importante su un parquet che presenta tante insidie. Lo scorso anno, i reggini ebbero modo di conoscere la passione di una piazza che si sta avvicinando con grande entusiasmo verso lo sport con la palla a spicchi e vuole proseguire su quell’onda disputando un’altra stagione di crescita:”E’ una società giovane ma che nello stesso tempo ha già alle spalle campionati importanti- dice coach Ponticiello nella conferenza stampa pregara- due anni fa addirittura sfiorarono la promozione in Legadue dopo una grande stagione.”.  La Viola conosce la pericolosità di questo viaggio ed ha preparato l’incontro con grande attenzione: “sappiamo le insidie di questa trasferta e sappiamo di affrontare un avversario che sa giocare bene sia sul periemtro che vicino al canestro. I due americani hanno avuto un buon impatto e c’è gente esperrta della categoria e giovani come l’ex senese Diomede che hanno già stagioni importanti alle spalle.”. ma la Viola si vuole confermare dopo la grande vittoria di domenica scorsa: “Non vogliamo che il successo su Agrigento sia una casualità; bisogna dare continuità a quella prestazione e Chieti è un verifica importante perché ci farà capire molto su quella che può essere la nostra dimensione.” Coach Ponticiello ha fatto lavorare forte la sua truppa in una settimana in cui si è cercato anche di risolvere i tanti problemi fisici degli atleti ed in cui si è ormai persa la possibilità di vedere in campo Kirkland: “Ci piacerebbe che Malcom tornasse a darci una mano ma, se dovesse rescindere il contratto, ci muoveremo per cercare un giocatore con le sue caratteristiche che si sposano perfettamente con gli altri lunghi presenti nel roster. Non ci serve un nome ma un atleta che venga qui a Reggio e capisca che la forza di questa Viola è il gruppo e non il singolo.” Anche quest’anno,come conferma il tecnico campano, il gruppo sembra coeso e che cammini sulla stessa lunghezza d’onda grazie al solito lavoro di amalgama portato avanti dallo staff tecnico che può dare minuti anche ai giovani Azzaro e Spera: “li avevamo testati durante il precampionato e sono convinto che possano darci una grossa mano. Il loro approccio ci consente di allungare la rotazione ed avere delle caratteristiche simili a quelle dello scorso anno.”.Domani si va a Chieti a confrontarsi con una squadra che gioca un basket aggressivo su due lati del campo e che vuole regalare una gioia al proprio pubblico. I reggini sono pronti e cercheranno di rendere la vita dura agli avversari affidandosi alle proprie armi offensive ed a una difesa camaleontica, marchio di fabbrica delle compagini allenate dallo stratega neroarancio. Tutto è pronto dunque per questa sfida molto importante contro un avversario che ha gli stessi obiettivi dei ragazzi del presidente Muscolino che vogliono tornare da questo viaggio con due punti importantissimi ai fini della classifica nonostante sia soltanto l’inizio di una lunga stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy