Qui Fabriano:il ritorno del derby

Qui Fabriano:il ritorno del derby

Commenta per primo!

 

Era il 10 febbraio 2008, l’allora Indesit Fabriano, già in crisi economica, cadeva contro la Fileni Jesi per 77 a 95 sotto i “colpi” di Maggioli (29 punti con 12 su 12 da due e 40 di valutazione). Di lì a poco finì la storia del Fabriano Basket e fu l’ultimo derby.

Ieri sabato 28 agosto 2011 a tre anni e mezzo di distanza, i cartai e gli aurorini si sono incontrati di nuovo per un’amichevole estiva che, ai tifosi della città del Gentile, fa intravedere la luce d’uscita da quel tunnel delle serie minori durato 3 anni.

Qualcosa in comune con quel freddo giorno di febbraio, nonostante siano passati tanti mesi, lo abbiamo trovato anche ieri: oltre al sentimento non proprio di amore che lega gli appassionati bianco-blu ai cugini arancioni,  ritroviamo gli stessi sponsor sulle canotte, ritroviamo Michele Maggioli e Ryan Hoover (altro mattatore di quella serata con 18p e 26 di valutazione). Piccole cose che fanno sembrare più breve il tempo trascorso, da quando la pallacanestro professionistica è scomparsa dalla città della carta.

La squadra jesina del presidente Barchiesi quest’anno deve fare i conti con il ridimensionamento economico che si è riflettuto nella costruzione del roster.

Ufficiosamente nel quintetto di partenza troviamo 2 americani appena usciti dal college e tutti da scoprire: il play McConnel e l’ala grande Brooks; come guardia il talento di Matelica Santiangeli, che ha appena conquistato con la nazionale under 20 l’ argento agli europei in Spagna, l’ala piccola, il gaucho Migliori, e il capitano Maggioli a presidiare il pitturato. In panchina troviamo: come sesto uomo il ritorno di Hoover, (37 primavere suonate), Dolic, visto la stagione scorsa al palaGuerrieri contro Giugliano, Di Giacomo, incontrato anche lui l’anno scorso a Fabriano giocando contro la Tiber Roma e tra  i giovani che faranno parte dei 10 della squadra arancio-blu, il matelicese Bruzzechesse (quest’anno vicino a vestire la casacca dei ragnetti) e il romagnolo Bargnesi. L’allenatore è il pesarese Cioppi e come vice allenatore l’ennesimo matelicese (!!!) Pecchia, per anni nel Fabriano Basket, prima come vice poi come capo allenatore, quando in quel 2008 ci portò ad una salvezza insperata.

Lo scrimmage di ieri, svolto su 4 tempi da 10 minuti e punteggio azzerato ad ogni quarto, ha mostrato la differenza di categoria che c’è tra le due formazioni, soprattutto a livelli fisico, e ha dato ampie indicazioni ad entrambi i coach. Per la cronaca la sfida si è conclusa 91 a 72 per la Fileni (18-16, 15-25, 19-23, 20-27 i singoli quarti).

La Spider è piaciuta molto e anche tra i 300 presenti,a fine gara, c’era gran ottimismo. Si è vista un’ottima circolazione di palla, soprattutto con Stanic in regia dove ha distribuito 6 assist; è piaciuto molto Sgobba (miglior marcatore dei ragnetti con 15p) che di fronte a Brooks e Migliori è sembrato già un giocatore di categoria superiore e ci ha sorpresi ancora una volta positivamente Fontani (13punti), sempre molto concreto e incisivo: ieri ha messo una seria ipoteca sul contratto per la stagione ventura.

Nota positiva anche per Castelletta (8 punti), con l’assenza di Trapella tenuto a riposo per un risentimento muscolare, si è dato da fare per mettere in difficoltà un certo Maggioli, miglior realizzatore dell’incontro con 17 punti, e soprattutto nel primo tempo ci è riuscito con bei movimenti e tanta aggressività. Poi alla lunga, logicamente, il centrone pesarese ha preso in mano l’area colorata ed ha deciso la gara.

L’unico passo indietro rispetto la prima uscita contro Recanati, solo per Iardella, ma quando avanti ti trovi prima Hoover, poi Migliori e Santiangeli ci stà che non si brilli tantissimo e quindi non c’è da preoccuparsi.

Un derby che nonostante sia solo un’amichevole estiva tra due squadre che hanno lo stesso obbiettivo, la salvezza ma in serie diverse, ha sempre il suo fascino e speriamo che presto il derby ritorni, con in palio però, punti per la classifica di legadue.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy