Qui Matera, coach Cadeo presenta la sua Bawer: “Voglio gioco di squadra e tanta motivazione”

Qui Matera, coach Cadeo presenta la sua Bawer: “Voglio gioco di squadra e tanta motivazione”

Commenta per primo!

Il nuovo allenatore della Bawer Matera, Giulio Cadeo, è stato presentato questo pomeriggio a stampa e tifosi nella cantina di via San Giovanni Vecchio nel cuore del Sasso Barisano dallo “Stato maggiore” del sodalizio materano: il presidente onorario Michele Vizziello, il presidente Pasquale Lorusso, il direttore sportivo Dino Viggiano e i dirigenti Enrico Schiuma e Maurizio Sarra.

Queste le prime parole del neo coach dell’Olimpia Matera:

-SULLA SCELTA: “Contatti ne ho avuti anche in passato, questa volta si sono concretizzati e siamo pronti per dare il massimo in questo nuovo campionato di serie A2, uno torneo al quale per la prima volta partecipa Matera”.

-SUL GIOCO: “Mi piace il gioco di squadra, condiviso da tutti i giocatori a disposizione. Nel mio basket c’è grande attenzione per la fase difensiva e tanta pressione, in modo da esaltare la qualità dei nostri uomini in attacco”.

-SULLE SCELTE DI MERCATO: “Quando devo prendere un giocatore non guardo la sua carta d’identità e quindi la scelta di puntare sul ceco Ji?í Hubálek non è stata condizionata dal fatto di essere americano o europeo. Ho capito che siete stati scottati dagli americani perchè qui a Matera me lo hanno detto tutti ma voglio ricordare che non bisogna avere dei preconcetti quando si deve scegliere un giocatore che può garantire quel salto di qualità. E quindi di conseguenza anche per il secondo straniero non guarderemo la sua carta d’identità. Nelle mie squadre precedenti ho sempre avuto ottimi americani, quindi adesso non so dirvi se il secondo straniero sarà americano o no, sicuramente dovrà essere un grande giocatore”.

-SUL RITORNO DI CANTAGALLI: “Se il pubblico materano contesterà questa scelta farà del male al diretto interessato, ai suoi compagni e alla società, se invece i tifosi giudicheranno questo atleta in base alle prestazioni che offrirà il campo sicuramente ci sarà un beneficio per tutti”.

-SUL CAMPIONATO E GLI OBIETTIVI: “Prima di noi ci sono sei-sette squadre che lotteranno per la vittoria finale del campionato e tra queste penso in particolare a Brescia, Verona, Bologna, Mantova e Treviso. Poi ci sono squadre che un tasso tecnico e di esperienza adeguato per ben figurare e quindi ci sono squadre come la nostra, con giovani che hanno voglia di emergere e di ben figurare, giocatori che per la prima volta si affacciano in questa categoria ma che proprio per questo hanno le giuste motivazioni per dare il massimo e regalare soddisfazioni al pubblico e alla società materana”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy