Qui Recanati: Jesi passa al Cingolani, in evidenza l’ex Gueye

Qui Recanati: Jesi passa al Cingolani, in evidenza l’ex Gueye

Commenta per primo!

Basket Recanati 82

Aurora Jesi 92

(19-24, 22-25, 23-23, 18-20)

Basket Recanati: Forte 4, Pierini 14, Lauwers 4, Obinna 3 (nella foto), Traini 12, Procacci 2, Bonessio 9, Amorese, Maspero 18, Gibson 16. All. Zanchi

Aurora Jesi: Greene 23, Hunter 18, Battisti 2, Scali, Lucarelli, Schiavoni, Paci 8, Santiangeli 12, Picarelli 4, Gueye 25. All. Lasi

Arbitri: Vita, Marota, Dionisi
Recanati e Jesi fanno le prove in un’amichevole che anticipa la terza di campionato quando l’Aurora scenderà al PalaCingolani per la prima edizione di questo derby in A2.

La formazione di Lasi si aggiudica tre periodi, Recanati impatta il terzo.

Jesini che presentano l’ex Gueye, miglior realizzatore con 25 punti. Sulla sponda Recanati Bonessio, il coach Zanchi, il gm Paoletti con un passato in Aurora.

In campo però non c’è spazio per i ricordi, si gioca, anche duro sotto i tabelloni e Recanati a parte qualche sprazzo è sempre in sofferenza.

La cifra tecnica di Jesi è notevole e se sullo scout finale ci sono poi ben sette giocatori in cifra negativa (anche a due cifre) nella valutazione il quadro è completo per una gara che ha evidenziato la pesantezza dell’assenza di Lawson (Jesi, invece, non aveva Janelidze e Leggio), e problemi nel chiudere gli spazi in difesa e qualche difficoltà ad essere più dinamici in attacco. Quando Zanchi dalla panchina ha alzato un tantino la voce la squadra ha anche mostrato di avere assimilato cerrio schemi, ma serve la continuità.

Sarà pur basket pre season ma per coach Zanchi molto da lavorare per essere meno in sofferenza. Senza Lawson difficile trovare un equilibrio di squadra senza la “torre”, ma l’impegno c’è da parte di tutti per saldare i margini di miglioramento che l’allenatore chiede.

Ospiti che partono con Greene, Hunter, Paci, Santiangeli, Gueye. Padroni di casa con uno starting five composto da Pierini, Traini, Bonessio, Maspero, Gibson. Zanchi poi conferma ancora anche il quintetto a trazione under Procacci, Forte, Obinna, con Bonessio e Lauwers alla guida.

Il terzetto Greene, Gueye, Hunter ha dominato con l’aggiunta di Santiangeli risultato poi il migliore in assoluto del match.
gli jesini appaiono più avanti nella condizione, ma soprattutto più vogliosi di combattere, rispetto ad una USBR che parte male, si riprende a metà, ma poi cala nuovamente alla distanza. Alla fine la differenza nei 3 parziali su 4 vinti dai leoncelli sta tutta nell’atteggiamento.

Nel primo quarto partono bene gli ospiti con un lay-up di Gueye e una bomba di Hunter per lo 0-5. Dopo 2’30” Zanchi è costretto alla prima sospensione con i suoi sotto 2-10. Divario che sale fino a 11 punti sul 5-16 al giro di boa. Una bomba di capitan Pierini riporta Recanati a -5 a 1’16 dalla prima sirena, ma l’Aurora tiene e chiude 19-24, con già 8 di Gueye. Nella seconda frazione Zanchi mette in campo 4/5 della panchina e addirittura quello che sarebbe il secondo quintetto (Procacci, Lauwers, Forte, Maspero e Nwokoye) e Recanati sale fino a +10, ma Jesi tiene duro e rimonta fino al sorpasso del solito Gueye, che a -1’32” firma il +2 Aurora. Parziale chiuso sul 22-25.

Nel terzo i leopardiani partono ancora bene, ma calano di nuovo alla distanza, complici le troppe amnesie difensive e la poca lucidità in attacco. Sorpasso arancio blu a -2’01” e altro finale di parziale punto a punto. Gibson dà il vantaggio a Recanati con una penetrazione coraggiosa a -16” e Jesi sbaglia con Greene il tiro del sorpasso proprio a fil di sirena: quarto appannaggio di Recanati 23-22.

Nell’ultima frazione partono meglio gli aurorini, ma Recanati tiene e sorpassa sull’asse Maspero-Gibson a -4’00” sul 10-7. L’ennesima bomba di Gueye regala a Jesi il pari a quota 14 a -2’01”, prima di una lunga serie di errori da ambo le parti. La palla della vittoria del quarto, sul punteggio di 18 pari, ce l’ha ancora Green che stavolta non sbaglia, facendo centro con il tabellone che si accende.

Jesi porta a casa tante sicurezze sullo spirito battagliero della propria compagine. Recanati la consapevolezza di dover lavorare ancora molto sull’aspetto caratteriale, che dovrebbe essere il valore aggiunto dei gialloblu, anche se oggi non s’è proprio visto.

Sabato Recanati di nuovo in campo, ospite il Campli neo promosso in B e per diversi anni ai vertici della vecchia B1.

Mercoledì 16 retour match a Jesi, sabato 19 sale a Recanati il Chieti. Mercoledì 23 al PalaSavelli di Porto san Giorgio Recanati-Rieti, chiusura delle amichevoli a Ravenna domenica 27.

Poi sarà campionato e bisognerà dare il massimo con maggiore intensità già dal primo allenamento post gara Jesi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy