Qui Treviglio: una vittoria a Legnano per chiudere un campionato positivo

Qui Treviglio: una vittoria a Legnano per chiudere un campionato positivo

La Remer Treviglio affronta l’Europromotion Legnano per chiudere con un sorriso un campionato positivo.

Commenta per primo!

Dopo la mazzata di domenica scorsa contro Treviso, la Remer Treviglio si appresterà a vivere un ultimo turno agrodolce sul campo dei Europromotion Legnano allenata da Andrea Ferrari. Una partita che i trevigliesi cercheranno di vincere per chiudere con un sorriso una stagione comunque molto positiva, che ha visto i biancoblu lottare per i playoff fino al penultimo turno di campionato e mancare il biglietto per la post season davvero solo per un soffio, biglietto che Rossi e compagni non avrebbero di certo demeritato per quanto hanno mostrato sul campo a ogni allacciata di scarpa. Dall’altra parte Legnano ha già conquistato la permanenza in LegaDue e vorrà anch’essa salutare i propri tifosi con un ultimo “hurrà”.

Entrambe le formazioni vengono da un turno di campionato caratterizzato da una sconfitta: per Legnano è arrivata in trasferta sul campo di Trieste 80-54 il risultato finale) dove i Knights sono scesi sul parquet con la trasferta già in tasca e hanno posto resistenza ai giuliani solamente nella prima parte di gara con i padroni di casa a conquistare il pass per i playoff; post season che invece i trevigliesi hanno visto scomparire proprio sulla sirena a causa della tripla di Negri che ha gelato il PalaFacchetti e regalato i due punti alla De’ Longhi Treviso (69-70 il punteggio a favore dei veneti) dopo una partita condotta per larghi tratti e sfuggita dalle mani proprio negli attimi conclusivi.

Il match del PalaEuroImmobiliare vedrà quindi affrontarsi due formazioni che vorranno concludere la stagione con un ultimo acuto.

In cabina di regia coach Ferrari può contare sul talento di Nikolas Thomas Raivio, playmaker statunitense classe 1986 che, dopo il quadriennio alla University of Portland, ha iniziato la sua carriera da professionista tra Belgio (Belgacom Liege), Stati Uniti (New Mexico Thunderbirds, NBDL), Grecia (Panelefsiniakos AOK), Svezia (Jamtland Basket) e Ungheria (Jaszberenyi, Kaposvari KK) prima di arrivare in Italia quest’estate, 17.3 punti, 7.9 rimbalzi e 3.8 assist di media; con lui nel reparto esterni Matteo Palermo, playmaker classe 1991 cresciuta nel vivaio degli Angels Santarcangelo, società con la quale ha conquistato la DNB nel 2010/2011 e ha disputato il successivo campionato di DNA prima di vivere due stagioni divise tra Capo d’Orlando (A2 Gold) e Orzinuovi (DNB) da cui ha spiccato il volo verso Chieti quest’estate, 10.2 punti, 3 rimbalzi e 2.4 assist a partita.

Il reparto dei lunghi presenta un buon mix di esperienza e gioventù: il capitano Federico Maiocco, ala grande classe 1983 a Legnano dal 2012, ex della partita avendo disputato la stagione 2004/2005 con la canotta di Treviglio, una tappa importante all’inizio della lunga carriera di questo giocatore cresciuto nella Pallacanestro Biella e che ha militato prevalentemente in LegaDue e DNA con diverse formazioni (Gorizia, Treviglio, Forlì, Pesaro, Imola, Omegna, Fidenza, Brescia, Trieste, Pavia), 7.6 punti, 3.8 rimbalzi e 2.9 assist di media; Stefano Laudoni, ala grande classe 1989 uscito dal vivaio della Scavolini Pesaro, alle spalle varie esperienze nelle serie minori (Ruvo di Puglia, Palestrina, Rieti, Gessi Valsesia), ingaggiato dai Knights nel mese di Gennaio dopo una prima parte di stagione in DNB con il Valentina’s Bottegone, 6.3 punti e 2.7 rimbalzi a partita; Andrew Joseph Pacher, ala grande statunitense classe 1992 giunto a Legnano nel corso del mercato estivo dopo l’esperienza in Svizzera con i Lugano Tigers, a mezzo servizio negli ultimi match per alcuni problemi fisici ma pur sempre uno dei giocatori più pericolosi del roster biancorosso con 17.3 punti e 8.2 rimbalzi di media.

Pronti a entrare a partita in corso: Michael Sacchettini, centro classe 1995 uscito dal vivaio del College Basketball Borgomanero, dopo una prima esperienza senior con la Fulgor Omegna, è sceso di categoria per far esperienza con le canotte di Borgomanero (DNC) e Gessi Valsesia Basket (DNB) che ha lasciato nel corso del mercato estivo per giocarsi le sue carte in LegaDue con l’Europromotion, 1.6 punti e 1.8 rimbalzi a partita; Giovanni Fattori, ala grande classe 1985 uscita dal vivaio del Montepaschi Mens Sana Siena, giunto a Legnano nel mese di gennaio con alle spalle una carriera divisa tra LegaDue (Montecatini, Scafati) e, soprattutto, Serie minori (Cecina, Forlì, Osimo, Latina, San Severo, Firenze, Latina, Empoli, Campli), 4 punti e 2.8 rimbalzi di media; Matteo Martini, guardia classe 1992 cresciuta nel vivaio del Don Bosco Livorno, approdato ai Knights dopo due stagioni con il GaGa’ Milano Orzinuovi, 7.6 punti e 2.2 rimbalzi a partita; Alberto Navarini, playmaker classe 1996 cresciuto nelle giovanili dell’Olimpia Milano e già alla terza stagione a Legnano, 3.1 punti e 1.8 rimbalzi di media; Alessandro Guidi,  guardia classe 1996 cresciuto nel vivaio dei lombardi e alla quarta stagione da aggregato alla prima squadra; Francesco Gastoldi, centro classe 1997 alla seconda stagione da aggregato alla prima squadra.

All’andata ebbero la meglio i trevigliesi (86-62 il risultato finale) al termine di una partita che ha visto la Remer condurre le danze per tutti i 40’ di gioco, scappando nel punteggio nel corso del terzo quarto spinta da uno straripante Sorokas (27 punti e 16 rimbalzi per il lungo lituano).

 

Arbitri dell’incontro: Roberto Materdomini di Grottaglie (TA), Achille Ascione di Caserta (CE), Vito Modesto Stoppa di Ferrara (FE)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy