Qui Viola: arriva Hamilton, Ponticiello chiede chiarezza sull’arbitraggio

Qui Viola: arriva Hamilton, Ponticiello chiede chiarezza sull’arbitraggio

Commenta per primo!

E’ andata in archivio anche la quarta giornata del girone d’andata del campionato di Adecco Silver. Domenica, a Reggio Calabria, la Viola ha ospitato il temibile Casalpusterlengo, un avversario che ha confermato la sua pericolosità e che è riuscita a far sua l’intera posta in palio. La sfida è terminata con una sconfitta di oltre diciassette punti maturata dopo un secondo tempo di grande classe da parte degli avversari della Viola che hanno infierito contro una squadra senza un lungo e con tanti giovani in roster che hanno pagato l’inesperienza ed un arbitraggio decisamente diverso rispetto a quello di Chieti.

Ed è questo il punto che ha toccato per primo quando è stato il momento di fare l’analisi dei-rincontro con mastro Ponticiello. Ecco le parole del tecnico campano subito dopo il match di quest’ultima domenica di ottobre: «Perla prima volta dopo tanto tempo tocco l’argomento arbitri – dice il tecnico campano usando poche metafore – io vorrei capire quale è il metro al quale si devono adattare i miei giocatori. Sette giorni fa a Chieti i ragazzi hanno dovuto giocare una gara in cui erano puniti ogni tipo di contatto mentre domenica sera è successo l’opposto. La sensazione che potrebbe avere chi ha assistito a queste ultime nostre gare è che venga protetto il giocatore esperto quindi una società come la Viola che, per scelta, ha investito sui giovani si troverà in difficoltà. Eppure l’impressione di tutti è che la federazione volesse incentivare le varie dirigenze a puntare sulle nuove leve ma sicuramente questi tipi di arbitraggio non aiutano i ragazzi che non sanno come devono stare in campo. Vorrei tanto capire il perché di tutto questo; Reggio Calabria e questa proprietà non meritano un trattamento simile e non lo merita chi ha il coraggio di dare spazio ai giocatori che si devono formare dato che lo scopo di questo campionato di Adecco Silver era quello di diventare un’autentica fucina di talenti da svezzare e mandare verso platee più importanti ma sarà difficile raggiungere questo obiettivo con questo tipo di arbitraggio».

L’INTERVENTO INTEGRALE (FONTE REGGIOACANESTRO.IT)

 

Oltre questo, Ponticiello analizza il match: «Siamo partiti bene ma poi abbiamo sofferto la loro di- Neroarancio sul parquet già giovedì contro il Recanati fesa a zona. Senza un lungo non è facile ma devo dire che non mi è piaciuto l’approccio offensivo. Abbiamo attaccato male ed analizzeremo i nostri errori ma sono convinto che questa squadra ha grandi potenzialità». Fortunatamente si gioca fra qualche giorno: «in questi casi, un turno infrasettimanale è un toccasana per smaltire la rabbia accumulata dopo due sconfitte consecutive. Ci metteremo subito al lavoro con il mio staff per capire cosa non è andato in queste ultime uscite e trovare il modo giusto per arrivare ponti al match di giovedì sera con Recanati». Viola che manda in archivio la sfida con il Casalpusterlengo e che torna ad allenarsi. Come detto, non c’è sosta per i nero-arancio che giovedì sera saranno impegnati in un altro turno di campionato. A Reggio, sul parquet del PalaMazzetto (vista l’indisponibilità del Botteghelle) arriva il Recanati, formazione ostica e da prendere con le molle, ma Sorrentino e compagni non vogliono fare errori soprattutto quando si gioca di fronte al ritrovato pubblico reggino. E ci sono dunque due sconfitte da riscattare con Ponticiello e la sua truppa arrabbiati e decisi di arginare questa striscia negativa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy