Qui Viola: parla coach Ponticiello

Qui Viola: parla coach Ponticiello

Commenta per primo!

Il raduno è iniziato. La prima stagione completa targata coach Ponticiello vive la sua fase di preparazione. Ecco le sensazioni del tecnico campano dopo i primi giorni di raduno: “Sono stati confermati quattro atleti della scorsa stagione, sono arrivati dei giovani interessanti e due americani di cui abbiamo avuto delle ottime referenze ma che dobbiamo verificare dal vivo. Le premesse sono buone; dal primo giorno i ragazzi si sono calati in questa avventura con grande impegno. Sono state fatte delle scelte importanti in fase di mercato avviando un progetto per certi versi innovati anche per la scelta dei due stranieri dato che ci siamo affidati a giocatori nuovi per l’Europa piuttosto che puntare su giocatori già visti nel continente. Si tratta di due giovani che vogliono puntare su loro stessi usando la Viola come trampolino. I presupposti per fare bene ci sono tutti.”. cambierà qualcosa dal punto di vista tecnico-tattico: Ci saranno degli aspetti di continuità perché, come lo scorso anno, vogliamo difendere forte e giocare di squadra cercando di sfruttare il gioco in transizione ma ci saranno anche delle novità anche perché la presenza di due giocatori come Bell e Kirkland alza il livello di atletismo della squadra in ogni settore del campo. Il resto dell’organico porta anche a delle variazioni perché abbiamo un play con attitudini diverse rispetto a Piazza. Credo cha siamo una compagine più fisica rispetto a quella passata ma tutto questo andrà verificato con l’impatto sul parquet.”. due americani, un blocco di italiani con tanti under. E’ il modo giusto per rendere affascinante la Legadue? “ Condivido questa scelta; questa formula assomiglia alla vecchia A2 degli anni’80 che ti faceva puntare sul blocco degli italiani a differenza di quanto successo nelle ultime stagioni. Troppi stranieri ed un via vai di atleti hanno sminuito questo torneo ed allontanato la gente che non si identifica più nelle rispettive squadre. Queste novità sono convinto che riporteranno entusiasmo ed anche dal punto di vista tecnico, c’è più possibilità di lavorare su un gruppo definito che potrà subire poche variazioni durante la stagione.”. sta per partire il quarto anno della gestione Muscolino, proprietà giovane ma con grande capacità. La dirigenza non ci ha pensato due volte nel riaffidarsi ad uomo che ha conquistato il pubblico di Reggio Calabria: “mi fa molto piacere il feeling spontaneo che si è creato con i tifosi. Credo che i reggini abbiano capito che sono molto simile a loro per quanta riguarda la passione di questo sport ed, insieme, abbiamo superato tanti problemi nella passata stagione. La dirigenza ha idee chiare ed, infatti, in sede di mercato, abbiamo lavorato seguendo delle direttive da parte del presidente che ha voluto contare su una squadra giovane e di prospettiva.”. il Sogno di Ponticiello:” l’obiettivo è riportare questa prestigiosa piazza il più in alto possibile. Non sarà facile né accadrà immediatamente ma vogliamo provarci e ci sono tutte le condizioni per fare delle ottime cosse in una città che sa amare ed apprezzare chi lavora con professionalità e passione.” Sogna Ponticiello e non dice che, dietro al suo sguardo sornione, questa Viola gli piace e che sotto sotto, guardando anche le altre rivali, “little bridge” non ha paura di nessuno e sta trasmettendo la sua grinta ad un gruppo che già pende dalle sue labbra…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy