Ravenna il punto: slitta ancora il responso sul futuro

Ravenna il punto: slitta ancora il responso sul futuro

Commenta per primo!

Slitta ancora il responso sul futuro della Piero Manetti. Il tanto atteso incontro con la Piacentini Costruzioni è stato rimandato alla prossima settimana (con tutta probabilità non ci sarà prima di mercoledì), visto che i rappresentanti dell’azienda modenese non sono ancora rientrati dagli impegni all’estero. Per qualche giorno i tifosi potranno dunque concentrarsi sul campionato e non pensare al destino della società, con buona pace anche dell’Amministrazione comunale di Forlì che dovrà attendere an- cora prima di sapere se potrà concretizzarsi il progetto del Team Romagna, nonostante da tempo abbia fatto pressione al club per avere una risposta già alla fine di questa settimana.

Domani potrebbe essere un giorno storico per la Piero Manetti, perchè potrebbe essere l’ultimo in cui il marchio Acmar campeggerà sulle canotte dopo quattordici anni. E’ davvero difficile per non dire impossibile che Ravenna si qualifichi ai play off, visti gli impegni più che abbordabili delle dirette concorrenti avanti in classifica di due punti. Ravenna dovrà vincere in casa della Viola Reggio Calabria (fuori dai giochi a meno che non si imponga con uno scarto di una quarantina di punti e abbia poi risultati favorevoli: parliamo di fantascienza) e sperare che Treviglio perda in casa con la già retrocessa Piacenza o che la lanciatissima Ferrara cada davanti al pubblico amico con Latina, altra formazione che non ha nulla da dire da tempo. Uno scenario difficilmente attuabile, tanto che anche coach Antimo Martino ha detto apertamente domenica scorsa al termine della gara con Roseto che sarà difficile rivedere la squadra al PalaCosta. Per gli inguaribili ottimisti gara 2 della serie play off con Biella (avversaria in caso di quarto posto finale) ci sarebbe domenica 26 aprile alle 18, mentre la prima sfida mercoledì prossimo in Piemonte.

Sogni destinati a rimanere tali, soprattutto in una situazione in cui non si è padroni del proprio destino. L’Acmar non potrà far altro che vincere e sperare nella buona sorte, ben sapendo che comunque vada la stagione è stata da applausi. La truppa giallorossa è partita in aereo questa mattina alla volta di Reggio Calabria facendo scalo a Roma, con il direttore generale Giorgio Bottaro che raggiungerà il gruppo direttamente dalla Capitale per sedere per l’ultima volta sulla panchina ravennate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy