Ravenna, purtroppo è tutto vero: la Piacentini sospende la sponsorizzazione, il futuro torna a rischio

Ravenna, purtroppo è tutto vero: la Piacentini sospende la sponsorizzazione, il futuro torna a rischio

Commenta per primo!

Sembrava una bomba stile Maurizio Mosca, una di quelle autentiche sparate che servono per tirare qualche copia in più, invece è tutto vero. La news shock diffusa ieri dal Resto del Carlino è tutt’altro che infondata, la Piacentini Costruzioni – che dal 20 aprile era “de facto” sponsor del Basket Ravenna con accordo triennale, prendendo il testimone lasciato da Acmar – ha optato un qualcosa che, altrettanto “de facto”, si configura come un passo indietro clamoroso, ma che in realtà non lo è, dal punto di vista dell’azienda edile: “Da sempre – si legge in un comunicato firmato dalla famiglia Piacentini riportato dal quotidiano – e impegnati a sponsorizzare attività sportive e alla valorizzazione del vivai, dei giovani. Dopo esserci impegnati sulla realtà modenese (pallavolo, ndr), avevamo effettivamente intenzione allargare il nostro interesse sulla Romagna e in particolare sul basket Ravenna. Dopo alcuni m si di verifica, però, abbiamo valutato la non sussistenza delle condizioni ottimali per una nostra presenza. Quindi la possibilità una sponsorizzazione è stata al momento sospesa”. Ma da cosa nasce questo dietro-front? Ieri già circolavano alcune ipotesi, ma quella principe riguarda il fallimento del progetto Basket Romagna, e di un lavoro di lobbying che il deputato forlivese del PD Marco Di Maio avrebbe praticato sugli imprenditori per far saltare l’accordo. Anche su questo punto, tuttavia, la risposta della Piacentini è categorica: “La nostra decisione é stata presa in totale autonomia, nel solo e unico rispetto di scelte strategiche interne alla nostra azienda,e per nulla influenzata da logiche legate allo sport, e tanto meno alla politica. Del resto, se queste fossero le motivazio-ni di un nostro eventuale impegno, sarebbero oggettivamente negative per la stessa società”. E adesso? I tifosi del Basket Ravenna, sconcertati al pari della stessa Manetti, hanno creato una pagina Facebook che in meno di 24h ha raccolto quasi 700 likes, e che presenta un titolo esplicativo: Game Over? #vogliamocontinuareagiocare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy