Ravenna, serve un chiarimento con Piacentini: il futuro in A2 in una settimana

Ravenna, serve un chiarimento con Piacentini: il futuro in A2 in una settimana

Commenta per primo!

Settimana fondamentale per il futuro del Basket Ravenna. La riunione convocata dal Sindaco Matteucci con il Presidente Vianello, il DS Bottaro e l’assessore Guerrieri (l’intero team che aveva concluso con una stretta di mano l’accordo con Oscar Piacentini), ha dato come sbocco una strategia sia di attesa del responsabile del gruppo Piacentini dal Sudamerica, sia di ricerca di imprenditori disposti ad offrire un aiuto straordinario, volto a ripianare il buco di circa 300.000 euro a stagione dovuto all’eventuale forfait di Piacentini. Innegabile, dunque, che la sponsorizzazione sia a rischio, tante le variabili e le voci: si parla del fallimento del Team Romagna come elemento che ha fatto tardare la firma del contratto di sponsorizzazione; si sostiene che a livello politico locale e nazionale stiano arrivando pressioni, affinché il Gruppo modenese possa avere ulterori guadagni dall’appalto plurimilionario, già assegnato peraltro, nella Piallassa di Ravenna. Ma si dice anche che da Forlì abbiano fatto pressioni per dare sostegno alla ormai ex Lugo di serie B a partire dalla stagione 2016/17 (non a caso interessata a Eugenio Rivali), e senza un esborso rilevante, considerando la posizione di Unieuro. Quale futuro, dunque, per Ravenna? C’è una fila di club di serie B interessati al suo titolo (Udine, Bergamo, Fortitudo Bologna o Siena qualora ci fossero incidenti di percorso), ma la speranza è che il verdetto del campo sia rispettato, e che Ravenna si goda quel che ha conquistato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy