Recanati cede a Ravenna, 59-74 a San Patrignano

Recanati cede a Ravenna, 59-74 a San Patrignano

Ravenna 74 – Basket Recanati 59 (21-18, 24-10, 11-16, 11-11) Ravenna: Brighi, Amoni 7, Cicognani 12, Rivali 6, Bedetti 11, Ricci 3, Zannini, Tambone 4,Foiera 12, Broglia 4, Locci 5, Pillastrini, Sollazzo 9. All. Giordani Basket Recanati: Raponi, Gnaccarini 12, Pierini 9, Larizza, Fantinelli 5, Stefanini, Pullazi 4, Starring 17, Tortù 2, Pettinella 10. All. Bernardi Arbitri: Saraceni (Zola Predosa); Tallon (Bologna); Tirozzi (Alfonsine)   Partita subito da dimenticare per Recanati che dopo la confortante prima uscita contro Jesi perde (e male) contro la neo promossa Ravenna, reduce a sua volta da un esordio vincente contro Imola. La formazione di coach Bernardi non ha trovato i giusti meccanismi di manovra mentre gli avversari, in verità un roster largamente riconfermato e quindi con schemi collaudati, ha trovato sempre gli automatismi. Spesso Recanati si è incartata dal perimetro subendo l’aggressività di Ravenna e non trovando alternative per aggredire l’area avversario. Lo scontento per la prestazione dei suoi da parte di Bernardi era palese. Ravenna dunque in gran forma, Recanati assolutamente da rivedere. La partita si può dire chiusa nei primi 20’ quando Ravenna realizza dei parziali 12-3 e 12-7 con Recanati incapace di trovare soluzioni difensive su Cicognani e Foiera, e fallosa in attacco dove i ferri dichiarano guerra a Pettinella. Al rientro dall’intervallo lungo Recanati nei primi 5′ da l’impresione di reagire e piazza un parziale importante: 2-11. ma finisce lì la rincorsa. Alcuni giocatori non hanno ripetuto la prova contro Jesi. Gnaccarini e Starring non si arrendono e tengono per quanto possibile viva Recanati, ma Ravenna ha costruito un bel margine che governerà fino alla fine con disinvoltura. E’ comunque stata una partita vera con tre arbitri, siparietti frequenti tra coach Bernardi e i direttori di gara per alcune interpretazioni che non gli sono piaciute. Si gioca nel moderno Palasport della Comunità di San Patrignano dove le due squadre hanno trascorso una giornata insieme agli ospiti della comunità di recupero di cui circa 300 assisteranno alla partita. Perché a San Patrignano il basket ora è di casa con la Cimberio San Patrignano, formata da giovani della comunità, iscritta al campionato di 1^ Divisione. Clima di grande festa prima e dopo tra squadre ed ospiti della comunità. Il Basket Recanati ha donato alla comunità una maglia “griffata” con le firme dei giocatori ed una serie di libri su Giacomo Leopardi e Beniamino Gigli.L’arrivo la prossima settimana di Sean Mosley, il terzo americano di Recanati, permetterà a coach Bernardi di lavorare a pieno organico e rivedere l’assetto tattico della squadra. Intanto l’amichevole di martedì a Forlì è saltata, rimane confermato il resto del programma dei test precedentemente pubblicato con la novità che la gara contro Porto S. Elpidio (DNB) si giocherà a Recanati.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy