Recanati: dopo una settimana negativa ecco Treviglio

Recanati: dopo una settimana negativa ecco Treviglio

Commenta per primo!

Al  “PalaFacchetti” di Treviglio il Basket Recanati non può fallire o quantomeno deve far vedere qualcosa di notevolmente diverso.

L’impegno per capitan Pierini & c. non è dei più agevoli sotto il profilo psicologico, piuttosto che tecnico.

Le tre sconfitte di fila, il taglio di Gibson, l’autocritica di Zanchi, ma anche la sua stessa critica ai modi di giocare, pesano ma possono anche essere stimolo per uscire dall’anonimato e far valere un tasso tecnico che certamente non può essere quello offerto contro Jesi. Non è stata una settimana facile per l’ambiente.

Ieri sera è sbarcato Adam Sollazzo e subito seduta al PalaCingolani. Per lui certo l’esordio a Treviglio, da valutare il minutaggio, non tanto in termini di preparazione (si è sempre allenato) quanto di sintonia con gli schemi leopardiani che dovrà assimilare in 36 ore.

Treviglio precede Recanati a quota due. Una sola vittoria per i bergamaschi che però sono usciti dalle due sconfitte di misura, ma convincenti. Nell’esordio casalingo vittorioso successo con basso punteggio, 60-53.

Alla vigilia l’analisi di Andrea Zanchi. “Scenderemo in campo a Treviglio per prendere i due punti, come d’altronde in ogni gara. Non sarà facile in quanto abbiamo avuto una settimana particolare con la rescissione consensuale  di  Shane Gibson e l’arrivo di Adam Sollazzo con un allenamento e mezzo sulle gambe. La formazione bergamasca ha un roster consolidato nel tempo anche se quest’anno ha operato dei cambiamenti con l’inserimento di  giovani interessanti. E’ una squadra molto fisica e di stazza anche negli esterni e che in casa riesce ad esprimere tutto il suo potenziale. Dovremo preparare il match,curando i minimi dettagli, facendo tesoro dell’esperienze di queste tre prime giornate; credo comunque che questa situazione di cambio che abbiamo effettuato in settimana -che non fa mai piacere da un punto di vista umano-abbia fatto capire ai ragazzi -pur perdendo le prime tre partite in questo  avvio di campionato- la consapevolezza di essere sempre usciti avendo lasciato qualcosa d’ intentato e questo mi lascia ben sperare che a Treviglio, i ragazzi stessi, faranno di tutto per fare una buona partita. Per quanto concerne la partenza di Shane Gibson, mi dispiace, in quanto è un mio fallimento unito a quello della squadra. Shane è un ottimo giocatore ed un bravissimo ragazzo; probabilmente è capitato nel posto sbagliato, al momento sbagliato, forse aveva bisogno di una squadra con più sicurezze che noi in questo momento non abbiamo. Adam Sollazzo, il nuovo arrivato, è un giocatore atletico, con punti sulle mani, un giocatore diverso per caratteristiche rispetto a Gibson, in quanto attacca il ferro, può coprire più ruoli, e che ci potrà dare tanto sin dal suo esordio a Treviglio”.

Il pensiero di Dimitri Lauwers. “Il match con Treviglio è complicato, pur avendo in settimana lavorato bene. Non è una mancanza di voglia, di energia, entusiasmo, noi ce la stiamo mettendo tutta per uscire da questo impasse. Anche se avessimo vinto tutte e tre le prime partite di campionato, si vede che il nostro sistema di gioco non si è ancora sbloccato. E’ normale all’inizio della stagione essendo la nostra squadra nuova per 8/10, il campionato non attende, occorre trovare l’assetto velocemente al fine di ottenere la quadratura del cerchio. Ora è arrivato un nuovo giocatore, Adam Sollazzo, con caratteristiche diverse rispetto a Shane Gibson, ed io personalmente potrò giocare meglio in quanto Adam potrà ricoprire diversi ruoli, sia da guardia che da ala piccola, e ciò ci consentirà di avere soprattutto in attacco diverse soluzioni che non avevamo prima, e sbloccarci quanto prima in fatto di gioco e di risultati. In questo particolare momento dobbiamo  comunque essere tutti uniti, far quadrato e tener duro “.

Sarà un Basket Recanati al gran completo. Rescisso consensualmente in settimana il contratto con il rookie Shane Gibson,il Basket Recanati è tornato subito sul mercato ed  ha provveduto a tesserare la guardia-ala italo-americana Adam Sollazo (1,98-1990), che farà il suo esordio con la maglia gialloblu in terra lombarda .

Arbitrano Migotto di Santo Stino di Livenza (VE), Yang Yao di Vigasio (VR) e Pilati di Zané (VI).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy