Recanati-Firenze, punti pesanti al PalaCingolani

Recanati-Firenze, punti pesanti al PalaCingolani

Commenta per primo!

Messa in archivio la gara di Casalpusterlengo, rinfrancato dall’amichevole contro la Scavolini cui ha tenuto testa per ben tre periodi, aggiudicandosene due, il Basket Recanati ospita al PalaCingolani Firenze “grandi firme dalle Marche” ma ancora quota due come i leopardiani che si troveranno di fronte l’ex Castelli, determinante nella passata stagione per conquistare la LegaDue Silver.

Coach Bernardi ha tenuto alta la concentrazione (vedasi l’impegnativa amichevole a Pesaro) e tenuto “coperto” Starring per quel dolorino muscolare con il quale non si è preferito rischiare anche perché giovedì 31 incombe la trasferta durissima di Reggio Calabria e poi la visita del sorprendente Basket Nord Barese di Corato. Insomma per Recanati tre test niente facili in 8 giorni.

Firenze (che poi è l’Affrico che ha vinto la DNB visto che la Firenze della passata stagione non si è iscritta) ha mantenuto solo Fontani, poi 9/10 di nuovi guidati dal riconfermato coach Giordani (originario di Fabriano).

Ma ci sono altri due marchigiani in riva all’Arno: la guardia Severini di Macerata, formazione Siena, in prestito a Chieti e il fermano Pazzi, un pivot. Roster in cui primeggia il play Simoncelli. Completano l’organico l’altro play in prospettiva, Cucco, la guardia Wood (stagione passata in Ungheria). Altro USA , anche lui dal campionato ungherese, l’ala Swanson. Di Castelli si sa tutto.Altro atleta di spessore è Conti, ala-pivot che mastica LegaDue da tempo

Con tre marchigiani vuoi che non ci scappi un po’ di tifo sulla tribuna ospiti formato parenti/amici/aficionados?

Non ci sono precedenti tra le due squadre nemmeno nei campionati inferiori , con la formazione gigliata tra l’altro matricola nell’attuale Adecco Silver. Partita con il 60% a favore della formazione di coach Bernardi, che gioca nel catino del “PalaCingolani” e 40% per quella biancoceleste di coach Giordani. Squadra combattiva e di talento, quella fiorentina, con un roster di spessore, ma che difetta nel gioco, nell’amalgama, essendo nuova di zecca. E’ una squadra molto sbilanciata ed aperta, infatti marcia con un attacco che segna mediamente 81 p. (Recanati 77), mentre la difesa ne subisce 85 (Recanati 69), risultando la seconda squadra più perforata della Silver. Ci vorrà quindi un Basket Recanati, lucido ed attento,con il giusto approccio mentale alla gara, che non dovrà assolutamente ripetere gli errori di Casalpusterlengo.

Massimo Bernardi alla vigilia del match: “L’Enegan Firenze è una squadra fortissima che ha delle individualità super a partire dall’ex di turno,l’ala Riccardo Castelli che lo scorso anno qui a Recanati ha fatto un ottimo campionato. Marco Pazzi, un giocatore di navigata esperienza, un pivot molto forte, Alexander Simoncelli,un playmaker di talento, Francesco Conti un giocatore che ha militato sempre tra Legadue e DNA e poi i due americani Swanston e Wood che sono forti. Noi dobbiamo guardare a noi stessi! Giochiamo in casa, contro Firenze, una squadra tosta, ma a noi non interessa nulla! Faccio un appello al nostro meraviglioso pubblico, sperando che sia numeroso come nel match che abbiamo disputato due settimane fa con Bari, dandoci la spinta decisiva contro Firenze per incamerare i due punti”.

Terna arbitrale (con un’altro marchigiano in campo) composta da Riosa di Trieste, Marota di S. Benedetto del Tronto e Pilati di Zané (VI).

Con Firenze si chiude la campagna abbonamenti mentre durante l’intervallo presentazione del minibasket

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy