Recanati sfida Legnano in un match crocevia per la salvezza

Recanati sfida Legnano in un match crocevia per la salvezza

La gara tra la penultima e la terzultima squadra in classifica mette in palio punti fondamentali per provare a evitare i playout.

Commenta per primo!

Per la ventunesima giornata del campionato di A2 girone est (sesta di ritorno) domenica al PalaCingolani di Recanati andrà in scena la sfida tra i padroni di casa dell’U.S. Basket e la EuroPromotion Legnano. Il match sarà di immensa importanza per la lotta alla salvezza. Recanati occupa la penultima posizione in classifica,con 8 punti,mentre Legnano è di poco sopra,al terzultimo posto,con 12 punti. Al momento sarebbero proprio queste due squadre a disputare i playout per quanto riguarda il girone est. Legnano dista solo due punti da Jesi,squadra che se il campionato finisse ora,sarebbe salva senza dover disputare spareggi. Recanati da Jesi di punti ne dista sei,e per entrambe le squadre l’imperativo è vincere. Entrambi i team sono reduci da una infinita serie di nove sconfitte consecutive,e una di queste due serie si interromperà sicuramente grazie a questo scontro diretto.

Recanati ha perso l’ultima gara a Trieste per sole due lunghezze (88-86),dopo un supplementare e contro una squadra in discrete condizioni come la Alma-Agenzia per il lavoro Trieste. Rispetto a molte sconfitte precedenti si sono notati dei passi avanti. Per i marchigiani sarà però fondamentale ridurre le palle perse (le 18 fatte registrare a Trieste sono troppe),come sarà importantissimo che Traini confermi la sua buona vena di assistman (7 assist a Trieste). Ovviamente serviranno i 20.3 punti di media di Lawson e i 15.8 di Sollazzo. A Sollazzo sarà chiesto anche il solito contributo in assist,voce nella quale risulta essere il migliore dei suoi in stagione,con 4.4 di media. Lawson e Sollazzo sono leader della squadra anche alla voce rimbalzi, catturandone rispettivamente 7.6 e 5.3 a partita. Coach Sacco dovrebbe schierare lo stesso starting five di Trieste,con Traini playmaker,Lauwers guardia,Sollazzo ala piccola,Pierini ala grande e Lawson centro,con pronti a subentrare dalla panchina con alto minutaggio Procacci,che darà il proprio contributo in regia,e Maspero,pronto a ricoprire come al solito i ruoli di ala grande e centro. Potrebbe disputare qualche minuto anche l’ex del match,Allodi,che è passato a Recanati da Legnano proprio poche settimane fa dopo avere ampiamente deluso le aspettative di inizio stagione.

Legnano,reduce dalla sconfitta casalinga contro la Fortitudo,per provare a espugnare il PalaCingolani avrà bisogno di diverse cose, prima tra tutte evitare la solita partenza a handicap. Innumerevoli partite di questa stagione hanno infatti visto Legnano andare immediatamente in svantaggio di dieci o più punti nei primi minuti e dover affrontare tutta il resto delle gare in salita, perdendone una grandissima parte. Un altro problema fondamentale per Legnano è che non sembra davvero possibile sostituire Frassineti. Laudoni,guardando le percentuali al tiro, non sta facendo male,ma il problema sono i pochissimi tiri tentati a partita. Le caratteristiche di Laudoni,poco tiratore e molto più penetratore,sono chiare,ma le difese avversarie finora hanno sempre trovato il modo di non farlo avvicinare troppo a canestro. L’altra ala piccola di Legnano,Martini,che divide il minutaggio con Laudoni e all’occorrenza dà una mano in regia,si distingue sempre per la grinta,ma sta tirando piuttosto male,soprattutto da due (0/4 contro Bologna ne è l’ultimo esempio). I 16.1 punti che segnava in media Frassineti sono davvero un lontano ricordo. E mentre capitan Maiocco e Palermo mettono sempre il cuore fino all’ultimo secondo di ogni partita,i due statunitensi dei Knights, Pacher e Raivio,sembrano essere entrati da diverse partite in letargo. Raivio con Bologna ha fatto segnare una delle peggiori prestazioni stagionali (11 punti,2 rimbalzi,2 assist) mentre Pacher mantiene sempre statistiche accettabili,ma appare spesso soporifero in difesa e commette troppe disattenzioni,dalle infrazioni di passi a falli evitabili. Lo starting five che coach Ferrari manderà sul parquet dovrebbe essere lo stesso che ha iniziato il match ocntro Bologna,con Palermo in cabina di regia,Raivio guardia,Laudoni e Pacher ali e Maiocco centro,con pronti a subentrare nel ruolo di centro l’ultimo arrivato Fattori (apparso subito incisivo e preferibile ad Allodi),Martini nel ruolo di guardia o ala e Navarini in regia. Navarini contro Bologna ha confermato di essere in un periodo poco felice. In oltre 13 minuti di impiego infatti non ha mai tentato di tirare,non ha fatto assist,ha commesso quattro falli e ha perso due palle. Davvero male per un ragazzo da cui ci si aspettano ben altre prestazioni.

Recanati parte leggermente favorita perchè gioca tra le mura amiche. Legnano potrebbe avere qualche vantaggio da una rotazione più ampia. Infatti contro Bologna 8 giocatori sono scesi in campo con minutaggi più o meno significativi,e il pur positivo Sacchettini non ha trovato spazio,ma è comunque il nono giocatore effettivo a disposizione di Ferrari.

All’andata Legnano si impose 85-76,ma in quell’occasione Frassineti segnò 28 punti. Recanati dovrà cercare non solo di vincere ma anche di farlo con almeno 10 punti di scarto e ribaltare così la differenza canestri,che potrebbe essere fondamentale in caso di arrivo a pari punti con Legnano alla fine della regular season.

La palla a due è prevista alle 18,e di sicuro lo spettacolo sarà garantito.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy