Recanati vuole continuare a sognare, Roseto alla prima con Tony Trullo

Recanati vuole continuare a sognare, Roseto alla prima con Tony Trullo

Commenta per primo!

PalaCingolani ancora teatro di una gara destinata a regalare forti emozioni con due formazioni in campo animate da uguali valide motivazioni: Recanati per mantenere inviolato il palas e centrare la quinta vittoria consecutiva su cinque nelle gare casalinghe; Roseto per tornare al successo dopo una lunga serie nera culminata con l’esonero del coach Phil Melillo, la squadra in ritiro, l’arrivo (o meglio il ritorno) di Tony Trullo a placare una tofoseria in fermento.

Roseto alla vigilia additata come una delle formazioni che si sarebbe giocata, dietro Omegna, una delle promozioni in Gold pur se limitata nel parco rotazioni. Città dalla forti tradizioni cestistiche conta un notevole pubblico al seguito.

Si prevede il tutto esaurito nel settore ospiti (capienza circa 400 posti) e la società recanatese per favorire l’afflusso dei tifosi abruzzesi in terra marchigiana è non intasare la biglietteria ha già inoltrato a quella rosetana un carnet di 200 biglietti tribuna per la relativa prevendita al prezzo di 8 euro.

Roseto, ritornata nel basket che conta” ha allestito in estate un roster di livello per la categoria. Tre le riconferme del vecchio roster: Nicolas STANIC (’84) play di 180 cm., capitano degli “squali”, argentino di Buenos Aires; Pierpaolo MARINI (’93), ala di 192 cm. ,cresciuto nel vivaio della Virtus Roseto; Arcangelo “Lillo” LEO (’81) centro di 203 cm..

I nuovi, esterni di spessore, dagli USA” sono Kewin SOWELL (’81) di 190 cm. che può svolgere all’occorrenza anche il ruolo di play, giocatore atletico, veloce e dinamico con spiccate doti offensive , Alex Charles LEGION (’88), guardia-ala di 196 cm. Le ali sono Salvatore GENOVESE (’87) di 198 cm. , Andrea POMENTI (’78) di 202 cm. impiegato anche nel ruolo di pivot, Luca BISCONTI (’82) di 206 cm. . Completano il roster il play Giulio ANTONINI (’97) di 181 cm., la guardia Lorenzo NOLLI (’95) di 182 cm.,l’ala Francesco PAPA (’95) di 192 cm. ed il centro Mirko GLORIA (’95) di 202 cm.

Ci sono dei legami tra Recanati e Roseto: ai tempi della GIS, in A/2 vi giocò il recanatese Gaetano De Witt, mentre dal Roseto due stagioni fa Recanati prelevo il trottolino Gnaccarini.

Pronostico – Match equilibrato sulla carta con le due squadre appaiate ad 8 punti in classifica generale e con i rispettivi attacchi (76 p. di media) e le rispettive difese (77 vs 75) che si equivalgono. Il Basket Recanati ha i favori del pronostico giocando in casa ed avendo il “PalaCingolani” imbattuto vorrà continuare il trend positivo fare cinquina ma dovrà fare i conti con il Roseto reduce da 3 sconfitte nelle ultime 4 giornate che dopo il cambio di timone con Trullo al posto di Melillo non vorrà fare certo la vittima sacrificale.

La direzione della è stata affidata alla terna composta dai Sigg.ri Cherbaucich Paolo di Trieste, Buttinelli Alessandro di Roma e Pazzaglia Jacopo di Pesaro.

Alla vigilia del match, coach Massimo Bernardi. “Dopo l’amichevole contro Pesaro che ci ha dato importanti stimoli, ci aspetta una squadra molto forte nonostante i cambiamenti avvenuti in settimana alla direzione tecnica con la sostituzione di coach Melillo con Trullo. Ha gli stessi punti in classifica come noi e verrà al PalaCingolani con un grosso pubblico al seguito, io però faccio un appello al nostro affinché sia numeroso e ci dia una grossa mano per darci una la spinta per fare una bella partita e conquistare i due punti. Per farlo dovremo essere concentrati, aggresivi, dinamici dall’inizio alla fine. Roseto ha un organico buono, non sappiano però che Roseto si proporrà dopo il cambio tecnico. Per cui gara apertissima ed occorre il 151% di quanto impegnato contro Omegna”.

L’ex arco Gnaccarini: “Domenica sarà una partita dura! Roseto viene da una brutta sconfitta casalinga e per i rosetani perdere al PalaMaggetti fa male a tutta la città, una città che vive di pane e basket, con un pubblico molto passionale e che sta sempre vicino alla squadra. In settimana c’è stato il cambio di allenatore, la pressione quindi sarà tanta e la squadra verrà agguerrita dopo una settimana di intenso e duro lavoro, condito tra l’altro dal ritiro, quindi sarà a mio giudizio, anche da ex, una partita tosta, dura; inoltre Roseto sarà supportata da qualche centinaio di tifosi data la vicinanza con Recanati”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy