Roseto alla prova Mantova per difendere il fattore campo

Roseto alla prova Mantova per difendere il fattore campo

Commenta per primo!
FOTO MIMMO CUSANO – BASKETINSIDE 2013

Si prepara a tornare di fronte al pubblico amico del PalaMaggetti la Modus FM Roseto, reduce da due trasferte con alterni risultati a Lucca e Bari. Se in terra toscana era arrivata una sconfitta, la prima in stagione dopo il successo interno con Omegna, la squadra di Melillo sul parquet del PalaFlorio ha ritrovato subito i due punti per effetto del 79-89 finale.

Un risultato per la verità abbastanza preventivabile viste le difficoltà dei pugliesi, in questo momento la squadra peggiore del campionato reduce da due pesantissime sconfitte nelle prime due giornate. Monaldi e compagni hanno invece creato qualche grattacapo in più del previsto ai biancazzurri, rimanendo in partita quasi fino alla fine e non rendendo mai la vita facile a Sowell e compagni. Alla fine però il maggior tasso tecnico degli Sharks è venuto fuori, con cinque uomini in doppia cifra e la preziosa regia di Stanic (9 assist) a coordinare gli attacchi rosetani.

Il match di questa giornata vedrà dunque affrontarsi i due migliori attacchi della DNA Silver in un incontro che ha tutti i presupposti per rivelarsi spettacolare. La Pallacanestro Mantovana  è la prosecuzione della Pallacanestro Mirandola che la scorsa stagione battagliò fino a gara 5 dei play-out, risultandone sconfitta, contro Chieti ma che dopo aver goduto del ripescaggio in estate,  ha cambiato denominazione e campo di gioco andando nel centro più importante, a livello di bacino d’utenza,  di Mantova.

Il test contro gli Stings sarà verosimilmente un banco di prova più attendibile rispetto al match di domenica scorsa, considerando il valore dell’avversario: gli Stings hanno 4 punti in classifica come Roseto, ma soprattutto almeno sulla carta hanno tutte le carte in regola per giocarsi un posto ai playoff.

A guidare i ragazzi di coach Alberto Morea, reduci da una grande vittoria ottenuta al Palaestra di Siena contro l’Enegan Firenze, sarà il play Mike Nardi, Statunitense con doppia cittadinanza italiana, autentico faro della formazione (9 punti e 7 assist di media) con un passato prolifico in Legadue e qualche minuto in Serie A. Il capitano Jordan Losi agirà da guardia (10,3 punti), Ranuzzi se verrà recuperato completerà gli esterni altrimenti a sostituirlo ci sarà Alibegovic autentico mattatore nel match con Firenze, 19 punti per lui a Siena. Sottocanestro i Lombardi schiereranno una coppia tutta americana:  Ramon Clemente (13 punti) e Johndre Jefferson (addirittura 12 rimbalzi di media, miglior rimbalzista della lega). Completano il roster l’ala Pignatti e i giovani Allodi, Veccia e Sissa.

Il match di domenica sarà particolarmente delicato anche per l’ottima propensione alle partite in trasferta da parte di Mantova, finora vittoriosa in entrambi i match disputati lontano dal PalaBam (contro Bari e Firenze). Davanti al proprio pubblico, invece, è arrivata una sconfitta contro Ravenna alla seconda giornata, unica stecca degli Stings finora in questo momento.

Sarà dunque un match particolarmente complicato per la squadra di coach Melillo, che può far pendere dalla propria parte il caldissimo fattore campo del PalaMaggetti e i ritmi forsennati che Roseto solitamente riesce a imporre nelle partite casalinghe.

Roseto avrà tutti disponibili, da registrare solo qualche leggero problema negli allenamenti per Kevin Sowell; appuntamento per domenica quindi, alle ore 18.00, in un match che potrebbe lanciare significativamente in classifica la squadra che conquisterà i due punti in palio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy