Roseto: dopo Brown, il sogno si sposta su Micheal Hicks?

Roseto: dopo Brown, il sogno si sposta su Micheal Hicks?

Commenta per primo!

I Roseto Sharks sarebbero vicini al colpo dell’estate in Legadue Silver: Michael Hicks. I rumors sul clamoroso ritomo in riva all’Adriatico dell’ala panamense che iniziò proprio al PalaMaggetti la sua camera italiana (era la stagione 2001/2002) si fanno sempre più insistenti. Viaggiano e rimbalzano sul web, nei blog, sulla stampanei forum e sui social network, tra i tifosi rosetani e gli esperti di basket.

Certo, le difficoltà per un trasferimento del genere non sono poche, a partire dal costo dello stipendio di un giocatore che, pur alla ‘veneranda’ età di 37 anni, nella terza serie italiana sarebbe un pezzo pregiato di valore assoluto. Lui, Hicks, sarebbe anche convinto di scendere in Silver, dopo aver vinto l’anno scorso la Legadue a Pistoia, ma solo se la chiamata arrivasse da Roselo. Lo dimostra il rifiuto alla proposta di Matera, altra squadra di Silver, arrivato qualche giorno fa. Quindi l’occasione va ponderata per bene da parte dello staff tecnico e della dirigenza, alla ricerca del secondo extracomunitario da tesserare per chiudere il roster a disposizione di Melillo. Hicks, ala di 195 centimetri, è un giocatore dalla grande duttilità che può regalare al coach diverse varianti tattiche. Nell’ultimo campionato a Pistoia ha realizzato in media 17,4 punti in 24 gare, con 6 rimbalzi per 16,7 di, valutazione. Numeri nei play-off rimasti di tutto rispetto: 13 punti, 5,4 rimbalzi e 12,9 di valutazione.

Se alla fine Hicks arriverà davvero, sarà la risposta di Roseto alla bomba di Legadue Silver, cioè l’ingaggio di Alvin Young da parte di Agrigento (manca solo la firma).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy