Roseto, il punto. Tony Trullo resta…e non sarà l’unica conferma

Roseto, il punto. Tony Trullo resta…e non sarà l’unica conferma

Commenta per primo!

Dopo qualche tentennamento e salvo clamorosi ripensamenti, il Roseto dovrebbe procedere all’ingaggio di Tony Trullo. Il contratto è pronto da qualche giorno e il coach ha accettato le condizioni della società, ma manca ancora l’ufficialità. Da quel momento il tecnico degli Sharks potrà cominciare a dare corpo alla squadra, che pare abbia già in mente e che potrebbe comprendere anche qualche giovane visto nel torneo che l’Italia Under 20 di coach Pino Sacripanti ha giocato, da venerdì scorso a ieri, al PalaMaggetti insieme ai pari età di Turchia, Israele e Polonia.

Trullo, che lo scorso campionato ha ricoperto il ruolo di coach e direttore sportivo, dovrebbe occuparsi anche di costruire la squadra che cercherà la salvezza nella A2 2015/2016, di concerto con il suo vice Emanuele Di Paolantonio.

La conferma dell’allenatore rosetano dovrebbe prevedere una continuità con la passata stagione, al fine di capitalizzare sia il patrimonio di scommesse (Janelidze e Moreno) sia i giovani controllati dal sodalizio cestistico (Marini, Papa e l’Azzurro Under 20 Gloria).

Inoltre, c’è sempre la questione legata allo straniero Josh Jackson, protagonista lo scorso campionato del cambio di marcia del Roseto e che ha più volte dichiarato di voler tornare.

Anche Giga Janelidze ha manifestato la voglia di restare in maglia Roseto, anche se per lui c’è stato un interessamento del Pesaro, che gli offre un contratto basso (comunque più alto di quanto percepito a Roseto) e la possibilità di giocare in Serie A.

Amerebbe restare in maglia Sharks anche Yankiel Moreno, ma il cubano sembra avere buone offerte (anche nel suo caso più alte di quelle rosetane) da squadre di A2, prima fra tutte il Chieti di coach Cedro Galli, che anni fa lo lanciò a Rimini e già la scorsa stagione provò a portarlo nella squadra teatina.

Pierpaolo Marini, attualmente impegnato con la Nazionale Sperimentale, potrebbe restare per giocare un campionato di definitiva consacrazione, anche se i siciliani del Capo d’Orlando lo hanno testato nelle scorse settimane e potrebbero offrirgli una possibilità nella massima serie.

I giovani Francesco Papa e Mirko Gloria dovrebbero invece tornare alla base, dopo la stagione in cadetteria a Giulianova, per completare la squadra e avere i loro primi spazi importanti in A2.

In attesa dei primi movimenti sull’organico, c’è da registrare la voce che vorrebbe offerto a Roseto Marco Atripaldi, dirigente sportivo con trascorsi a Biella, Treviso e Caserta, il quale potrebbe affiancarsi a Daniele Cimorosi per dare vita a un consorzio che supporti la proprietà.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy