Roseto Sharks a rischio vendita? La protesta della Curva Nord

Roseto Sharks a rischio vendita? La protesta della Curva Nord

Nel giorno in cui il Roseto Sharks completa il proprio roster con l’ufficialità dell’arrivo del lungo nigeriano Andy Ogide, i propri tifosi decidono (forse a sorpresa) di attaccare la società.

Commenta per primo!

Nel giorno in cui il Roseto Sharks completa il proprio roster con l’ufficialità dell’arrivo del lungo nigeriano Andy Ogide, i propri tifosi decidono (forse a sorpresa) di attaccare la società. La Curva Nord Roseto 1927 ha diffuso infatti un comunicato nel quale se la prende con la dirigenza biancazzurra, dopo una serie di manovre e dichiarazioni che non sono state apprezzate dai supporter locali.

“In questa estate incandescente, che doveva essere una delle stagioni più tranquille degli ultimi anni, ci troviamo nuovamente a dover fare i conti con un teatrino purtroppo già visto.
Fino ad ora non siamo entrati nel merito di scelte tecniche e commerciali perchè non ci riguardano direttamente, ma amiamo questa maglia in maniera incondizionata, e nel momento in cui si parla di vendere il titolo, sentiamo che è ora di dire la nostra.
Nel mese di marzo è stato annunciato un progetto triennale con a capo il rinnovo di Di Paolantobio, sintomo di una programmazione e di una stabilità societaria che davano finalmente serenità all’ambiente, terminiamo la stagione con ottimi risultati sul campo e al botteghino.
Il 16 luglio viene aperta la consueta campagna abbonamenti con il sig. Cimorosi che dichiara l’obiettivo di 1500 tessere sottoscritte.
Il 24 luglio, quindi solo 8 giorni dopo, arriva inaspettatamente la notizia delle dimissioni di presidente e vice presidente.
Il 7 agosto, assistiamo infine all’annuncio di offerte d’acquisto per il NOSTRO titolo, che sentiamo tale essendo il popolo rosetano il primo azionista societario.
Curva Nord Roseto 1926 è assolutamente contraria alla vendita di un titolo che è patrimonio di una città intera. A noi non è mai interessat fare la serie A, B o C, in qualunque serie gioca questa canotta noi la seguiamo con la medesima passione.
A nostro avviso il problema non risiede nella gente di Roseto, che ha sempre risposto in maniera positiva, o nelle istituzioni che hanno ben altre priorità da gestire, ma nell’incompetenza dichi amministra e di chi circonda la società Roseto Sharks.
Ci sembra assurdo che la seconda realtà sportiva d’Abruzzo, dopo il Pescara Calcio, e l’unica realtà professionistica di basket, non riesca a trovare uno sponsor che dia stabilità economica a un patrimonio sportivo con quasi settant0anni di storia.
Probabilmente è giunto il momento che qualcuno si faccia qualche domanda, invece di continuare a cercare dei capri espiatori per nascondere le proprie negligenze.
Non chediamo lo scudetto o la luna, ma serietà nella gestione e rispetto di una città intera.
Chi gioca con la nostra passione, diventa il nostro primo nemico…

Curva Nord 1927

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy