Ruvo di Puglia: intervista a coach Cadeo

Ruvo di Puglia: intervista a coach Cadeo

Commenta per primo!

“E’ l’anno forse più pericoloso, nel senso che sarà molto complicato ripetersi e potrebbe essere letale immaginare che si possano ripetere i risultati del passato specchiandosi in esso. E’ cominciato un nuovo corso che dovrà partire dalla solita filosofia di base, ma non per questo occorrerà sedersi sugli allori”.

E’ motivato ed entusiasta come sempre: “Continuiamo il nostro percorso insieme con l’entusiasmo di sempre. Senza proclami, ma promettendo divertimento e lotta ai nostri tifosi. So bene cosa fa infiammare la gente di Ruvo, ma per farlo dovremo lavoro sodo come al solito, avere sempre facce allegre per poter migliorare quotidianamente e mi aspetto una straordinaria cornice di pubblico pronta a dispensare affetto ai nostri ragazzi”.

Ecco un analisi generale del roster appena allestito: “Crediamo di aver messo su una squadra che potrà far bene, molto più atletica e fisica del passato. Ci sono giovani interessanti che devono entrare in pieno nell’ottica della mia filosofia, ma che hanno grossi margini di miglioramento. E poi sono rimasto colpito dalla grande disponibilità di tutti e soprattutto dei cinque senior, pronti a captare in ogni istanti suggerimenti utili a raggiungere rapidamente la piena confidenza con il nuovo gioco. Ci divertiremo”.

La stagione ruvese è appena cominciata: c’è bisogno di tutti, viste le difficoltà del nuovo campionato, soprattutto di tutti i tifosi del Basket Ruvo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy