Torino, obbiettivo raggiunto

Torino, obbiettivo raggiunto

Commenta per primo!

 

La partita è condizionata dalla quantità di conclusioni dall’arco, soprattutto per la squadra toscana, che non riescie a reggere fisicamente il confronto contro Masper e soci. Infatti saranno ben 20 le triple a bersaglio per Siena; mentre Torino ne metterà a segno “solo” 8, mostrando  pero’ un arsenale offensivo ed una varietà di soluzioni tipica delle grandi squadre.

La PMS parte fortissimo con un Tassinari ispiratissimo, ed in alcuni frangenti, vero rebus per la difesa di coach Salieri. Siena non riescie a prendere rimbalzi nè in attacco nè in fase difensiva e si affida alle mani talentuose dei suoi ragazzi, che provano a rimanere aggrappati alla partita. Giadini continua a macinare gioco, Masper e Conti dominano le aree pitturate con dei giochi alto-basso di pregevole fattura. La partita si avvia sulla buona strada per Torino che raggiunge i 10 punti di vantaggio, per arrivare all’intervallo sul 46 a 39.

Al rienteo in campo Siena ha tutto un altro piglio e si riavvicina fino al meno 2, ma gli uomini di Faina tornano finalmente ai loro livelli  e riacquistano 11 lunghezze di vantaggio. Il terzo periodo si chiude sul 70 a 55 in favore dei gialloblù, che sembrano in pieno controllo sia della partita sia della propria stagione ormai vicina alla conclusione.

L’ultima frazione inizialmente non sembra aver nulla da dire in più di ciò che si è visto in precedenza, infatti la Zerouno sembra controllare agevolmente il vantaggio.

Ma Siena non  sembra voler mollare mai, e, grazie all’intensità difensiva, prova a recuperare qualche punticino. Rabaglietti è indemoniato, la PMS sembra non voler rispondere, conscia forse del proprio vantaggio e del poco tempo a disposizione per gli ospiti. Ma incredibilemente Siena arriva a meno 2 con pochi istanti di gioco sul cronometro. Possesso Zerouno seguito dal fallo sistematico, che mette il sigillo definitivo sulla stagione 2010-2011 del grande basket torinese, anche se l’occasione di vedere alcuni dei più grandi artefici della pallacanestro torinese, si presenta subito dopo la partita. l’occasione è un incontro di beneficenza per Haiti, in campo nomi altisonanti anche se un pò fuori forma: Morandotti, Della Valle, Caglieris, Abbio( in splendida forma), Jacomuzzi, Cortese, Fioretti, Mitton, Pellacani e molti altri ancora…ma soprattutto un grande abbraccio per il mitico Dido Guerrieri, che nonostante le sue precarie condizioni di salute ha voluto presenziare questa bellissima iniziativa targata,ancora una volta, PMS.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy