Torneo Città di Cervia: OraSì Ravenna si aggiudica la finalina contro Imola

Torneo Città di Cervia: OraSì Ravenna si aggiudica la finalina contro Imola

E’ sembrata più avanti la squadra di Mazzon, che oltre a Hairston e uno Smith illegale ha fatto vedere un Laganà sulla buona strada e un capitan Masciadri già in forma. Imola trova punti con Crow, mentre attende che Bowers e Raymond entrino in piena forma

di Alberto Dalmonte

OraSì Ravenna – Andrea Costa Imola: 93-78

Tabellini
Andrea Costa Imola: Ndaw, Montanari 8, Crow 23, Wiltshire, Fultz 5, Bowers 15, Simioni, Rossi 9, Raymond 15, Magrini 3. All. Di Paolantonio
Orasì Ravenna: Hairston12, Smith 26, Montano 8, Jurkatamm 6, Cardillo 4, Masciadri 12, Rubbini, Seck 4, Gandini 10, Laganà 11.  All. Mazzon

Pronti via, e due palle rubate subito da Ravenna lanciano i contropiedi di Masciadri e Laganà.
Non entrano invece le conclusioni di imola, e quando il ‘baby’ Jurkatamm colpisce dall’angolo, 9-0, Di Paolantonio è costretto a interrompere subito l’abulia dei suoi.

Esce bene Crow, che rompe il digiuno, ma replica Smith con 5 punti infilati. Ancora Jurkatamm da 3 e il divario cresce 19-4. Una bomba di Raymond dà respiro ai biancorossi, ma allunga Hairston dalla lunetta 21-7. C’è un altro passo tra Imola e i Leoni bizantini, che riescono a segnare quasi sempre nei primi 10-15 secondi dell’azione, mentre in difesa giocano con aggressività, che pagano però in termini di falli (già 7  a 0 dopo 7′). Bowers poco preciso oggi non riesce a condurre la rimonta dei suoi, così come Crow, e il primo quarto va in archivio sul 33-14. L’Andrea Costa è impalpabile, e coach Di Paolantonio esprime tutta la sua rabbia alla mini pausa. Il 3/16 dal campo, contro 12/18, dice di una imprecisione disarmante.

I primi minuti proseguono sui canoni del primo e così al 4′ Ravenna ha quasi doppiato Imola, 40-21.  Da qui in poi i biancorossi si scuotono, e per la prima volta la difesa imolese porta Ravenna in attacco sopra i 24”, e subito dopo Montanari mette la seconda bomba. Raymond lo imita dalla punta, e dopo parecchio l’ Andrea Costa si ritrova sotto ‘solo’ di 13 e poco dopo di 10 con Bowers, 41-31. Allunga Smith per l’Orasì col 2+1 , risponde Crow da 3: 44-34, ma non si ferma, e porta i suoi fino al 46-41. Intervallo sul 50-44.
C’è finalmente una partita, con l’Andrea Costa che si aggiudica il secondo quarto 30-17.

Secondo tempo: torna l’imprecisione in casa imolese, che segna la metà dei punti avversari, anche se colleziona falli su falli – 3 per jurkatam e 4 per masciadri – dopo 4′. E’ ancora Crow a suonare la riscossa per l’Andrea Costa, e 5 punti consecutivi la rimettono in scia dopo 7′: 67-59. Time out per coach Mazzon. Non sfrutta Raymond l’occasione per portare i suoi a -3 in transizione, ma subito dopo dalla lunetta fa 63, replica Gandini, ancora Raymond da sotto, 69-65, che chiude le ostilità al 30′. Anche il terzo quarto è appannaggio di Imola, 19-21, con molti più canestri in avvicinamento che forzature dall’arco.

Quarta frazione: Gandini si scatena con 4 punti consecutivi e altri 2 poco dopo, poi si segna poco e perlopiù dalla lunetta. Magrini interrompe il digiuno imolese con la bomba 76-68 – primi punti in maglia biancorossa – ma Bowers e Fultz sprecano banalmente due attacchi imolesi, mentre dall’altra parte Masciadri porta Ravenna a +11. Time out Imola quando mancano 6′. Ne esce bene Bowers, 79-70, ma Montano e Smith spezzano i sogni di rimonta con due bombe, 85-70. Si rivede Raymond, ma è Bowers a metterne 2, 85-72. L’implacabile Smith raggiunge quota 26 punti, e Laganà sigilla il 93-74; Imola non ne ha più, e la stanchezza fa sbagliare anche i tiri aperti o gli appoggi facili.
Arriva così il finale sul 93-78, con Ravenna che ha trovato soluzioni più fluide ed efficaci rispetto a ieri – ricordiamolo, contro una superba Fortitudo – mentre l’Andrea Costa gira ancora molto lentamente, paga l’assenza di Prato, e attende che si integrino i giovani per dare un volto al gioco di coach Di Paolantonio.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy