Torneo “Il Mare nel Canestro” – Recanati super con Pullazi e Mosley, non c’è scampo per la Poderosa

Torneo “Il Mare nel Canestro” – Recanati super con Pullazi e Mosley, non c’è scampo per la Poderosa

Commenta per primo!

Poderosa Montegranaro 57

Basket Recanati 83

(24-8, 22-22, 21-12, 16-15)

 

Poderosa Montegranaro: Cernivani, Perin 12, Redolf 8, Berdini 2, Sabbadini 2, Carpineti 6, Temperini 19, Catakovic 3, Nobile 3, Magrini 2. Coach Bianchi

Basket Recanati: Gnaccarini 7, Pierini 13, Gurini, Fantinelli 10, Mosley 19, Stefanini, Pullazi 17, Starring 3, Tortù 10, Pettinella 4. Coach Bernardi

Arbitri: Vita e Fanesi di Ancona

Nel primo dei due match in programma, scendono in campo il Basket Recanati (titolare del trofeo 2012) e la Poderosa Montegranaro (DNB). Calzaturieri reduci dal test vinto con ampio margine contro la neo promossa in DNC, Robur Osimo. Recanati che è stata invece impegnata, e vincente, contro la pari categoria di Lega Due, Ravenna, appena 48 ore fa.

Bianchi parte con Redolf, Berdini, Sabbadini, Temperini, Nobile. Lo starting five di Bernardi è quello classico con Pierini, Fantinelli, Mosley, Starring, Pettinella e che dovrebbe essere il format campionato.

Avvio perentorio di Recanati che in 5’ annichilisce Montegranaro con un break di 13-0. I calzaturieri si compattano e nella seconda fase del primo periodo contengono meglio le incursioni recanatesi . Impiega però oltre 5’ Montegranaro per andare a canestro da 2 e una tripla di Perin attende per 7’. Ma la risposta che Bianchi voleva c’è stata, ovviamente rapportata alla cifra tecnica superiore di Recanati che con Mosley e Pierini prende comunque il largo. Sulla sirena bombissima da tre di Fantinelli dalla propria metà campo.

La seconda frazione vede Recanati subire oltremodo le soluzioni veloci di Montegranaro che portano Temperini a piazzare cinque triple che rimettono un po’ in carreggiata la Poderosa. Si va a al riposo lungo con Recanati avanti di 16.

Montegranaro riparte con lo stesso trend della prima parte di gara, Recanati non trova adeguatamente soluzioni al tiro, in taluni casi forza troppo. Recanati mantiene un labile vantaggio nei primi 5’ (11-10) finchè non mette il turbo Mosley che con 9 punti nella seconda mini frazione, suggella a favore dei leopardiani la fase finale (10-2).

A questo punto però Recanati, alla vigilia dei 10’ finali, ha saldamente in mano la partita nel punteggio complessivo (67-42) ma deve capire che in campionato certi cali di attenzione avuti nei precedenti periodi possono essere pericolosi.

Gli ultimi 10’ Bernardi manda in campo il quintetto a trazione under con l’esclusione forzata di Gnaccarini che viene richiamato in panchina per un dolore alla gamba. E in finale, nella sua ex Senigallia, di fronte al suo pubblico, ci vuole essere. A dirigere il quartetto under (Pullazi, Stefanini, Gurini, Tortù) viene chiamato Strarring, oggi apparso meno efficace rispetto alle precedenti amichevoli.

Nel complesso buone indicazioni da Mosley, Pullazi e Fantinelli.

 

La finale sarà alle 21 di sabato a Senigallia contro Porto S. Elpidio che si è affermato sui padroni di casa del Senigallia 64-72.

 

Senigallia 64

 

Porto S. Elpidio 72

 

Senigallia: Locapo, Pierantoni 8, Maddaloni, Savelli 3, Catalani 11, Matejka 2, Battisti, Perini 23, Pasquinelli 9, Sartini 8. All. Valli

Porto S. Elpidio: Torresi 8, Pozzetti 2, Fabi 10, Ferroni 3, Chiericozzi 2, Giampieri 5, Boffini 19, Coviello 23, Postacchini, Romani 6. All. Schiavi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy