Treviglio cerca la quarta vittoria consecutiva contro Chieti

Treviglio cerca la quarta vittoria consecutiva contro Chieti

Dopo l’ottima prestazione di domenica scorsa contro Scafati, la Remer Treviglio si avvicina al suo secondo impegno casalingo consecutivo quando nel turno di questo sabato pasquale affronterà la Proger Chieti, formazione allenata da Massimo Galli e avversario ostico per i bergamaschi nella volata per i playoff.

La Remer arriva a questo match reduce dall’esaltante successo ottenuto domenica scorsa sul parquet del PalaFacchetti contro la Givova Scafati (94-79 d.t.s. il punteggio finale) al termine di una partita combattutissima e risolta solamente ai tempi supplementari quando i bergamaschi hanno avuto la meglio piazzando un parziale di 16-1 nei 5’ aggiuntivi; dall’altra parte Chieti ha visto i playoff allontanarsi per via della sconfitta casalinga subita da parte della Mobyt Ferrara (77-82 lo score dopo 40’) dopo un match che gli estensi sono riusciti a conquistare solamente nell’ultimo quarto grazie a un grande Huff.

Il quintetto base a disposizione del coach Massimo Galli prevede in cabina di regia Diego Monaldi, playmaker classe 1993 arrivato a Chieti quest’estate dopo una stagione divisa tra Bari e Reggio Calabria, cresciuto nelle giovanili della Virtus Roma e della Mens Sana Siena (formazione con cui ha esordito in Serie A) e girato dalla formazione senese che ne detiene il cartellino in DNA con Firenze nel 2011-2012 e l’anno successivo in LegaDue con la Junior Casale, 13 punti, 2 assist, 2.7 rimbalzi e 1.9 palle recuperate a partita.

Il reparto esterni dispone di due giocatori decisamente talentuosi: il primo è Reginald Hamilton, playmaker classe 1989 arrivato alla Proger a metà gennaio dopo una prima parte di stagione a Scafati, dopo il periodo universitario ad Oakland  nel 2012/2013 ha vissuto la sua prima annata da professionista proprio in Italia dividendosi tra Pesaro (Serie A) e Ferentino (A2 Gold) per poi tornare lo scorso anno negli Stati Uniti per tentare l’avventura della D-League, 13.9 punti, 2.3 rimbalzi di media e una buona percentuale da 3 punti (2.9/5.5, 52%); il secondo è il pericolo numero uno degli abruzzesi ovvero Adam Sollazzo, guardia italo-americana classe 1990 che l’anno scorso ha vissuto una sua prima grande stagione italiana con la canotta dell’Acmar Ravenna prima di trasferirsi in Abruzzo, con alle spalle un quadriennio universitario con gli East Tennessee State Buccaners (NCAA Division I) e una prima esperienza da professionista nella Bundesliga tedesca con l’Uni Riesen Leipzig, il più pericoloso dei suoi con 17.8 punti, 5.7 rimbalzi e 3.2 assist a partita.

A far legna sotto canestro l’altro punto di forza del quintetto della Proger ovvero Andrea Ancellotti, centro classe 1988 cresciuto nel vivaio di Reggio Emilia, sta vivendo un’ottima stagione con i colori della formazione abruzzese dopo una prima esperienza in DNA con gli Angels Santarcangelo e tre annate con la Torrevento Nord Barese, molto efficace e pericoloso sotto le plance con i suoi 12.5 punti, 8.7 rimbalzi e 1.7 stoppate di media; al suo fianco Luigi Sergio, ala piccola classe 1988 cresciuta nel Basket Maddaloni e poi, dopo alcune esperienze nelle serie minori a Campobasso e Bisceglie, approda in Serie A con la Juve Caserta che lascia, dopo l’intermezzo della scorsa stagione in A2 Gold con Forlì, nel dicembre 2013 quando viene girato in prestito proprio a Chieti, 9.2 punti e 4.2 rimbalzi a partita.

Pronti a dare il loro contributo a partita in corso: Marco Cardillo, ala piccola classe 1985 arrivata a Chieti lo scorso gennaio e unico reduce dello scorso campionato, un giocatore di esperienza cresciuto nel vivaio di Salerno prima di un’annata al College Italia e un campionato in B2 con la Bitumcalor Trento, alle spalle anche due stagioni in DNA con Bari e diverse stagioni in A Dilettanti (Brindisi, Sant’Antimo, Agrigento, Ferentino), 5.3 punti, 4.4 rimbalzi e 1.6 assist di media; Matteo Palermo, guardia classe 1991 cresciuta nel vivaio degli Angels Santarcangelo, società con la quale ha conquistato la DNB nel 2010/2011 e ha disputato il successivo campionato di DNA prima di vivere due stagioni divise tra Capo d’Orlando (A2 Gold) e Orzinuovi (DNB) da cui ha spiccato il volo verso Chieti quest’estate, 7.6 punti, 2.8 rimbalzi e 1.6 assist a partita; Alessandro Paesano, ala grande classe 1993 formatasi nel vivaio della Stella Azzurra Roma prima di passare a Ferentino, società con la quale esordisce in A2 Gold e che quest’estate l’ha girato in prestito alla Proger, 3.4 punti e 2.2 rimbalzi di media; Emanuele Di Giacomo, centro classe 1994 cresciuta nelle giovanili della Virtus Roma e arrivata a Chieti dopo una stagione divisa tra Archanthea Lucca (A2 Silver) e Vasto Basket (DNB); Damiano Marchetti, playmaker classe 1997 cresciuto nel vivaio degli abruzzesi.

All’andata Treviglio ebbe la meglio della Proger sul parquet del PalaLeombroni (85-90 il punteggio finale a favore dei lombardi) con la Remer in controllo nella prima parte di gara e abile nel portare a casa i due punti grazie alle ottime percentuali da 3 punti (sugli scudi Kyzlink e Carnovali) e nonostante il grande recupero di Monaldi e compagni nel terzo parziale.

La BluBasket andrà alla ricerca del quarto successo consecutivo cercando di sfruttare l’ottimo momento di forma dei suoi giocatori e il morale a mille che le ultime esaltanti vittorie (Ravenna e Scafati su tutte) hanno creato nell’ambiente biancoblu: determinante per i bergamaschi saranno le percentuali al tiro dalla lunga distanza e l’apporto della panchina, un fattore fondamentale in questo finale di stagione. Dall’altra parte Chieti può contare su un Ancellotti in grado di tener testa ai dirimpettai orobici, oltre alla coppia Sollazzo-Hamilton (con il secondo ancora vittima di qualche problemino fisico) che può garantire molti punti e pericolosità nel creare gioco per i compagni.

 

Arbitri dell’incontro: Eduardo Ciano di Vicopisano (PI), Gianguido Vanni Degli Onesti di Corno di Rosazzo (UD) e Alessandro Pilati di Zane’ (VI)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy